Quantcast
Si diede fuoco per protesta, rinviato a giudizio il ristoratore di Viale Lombardia - MBNews
Attualità

Si diede fuoco per protesta, rinviato a giudizio il ristoratore di Viale Lombardia

Protestava per la costruzione delle barriere antirumore su viale Lombardia, e si diede fuoco. Salvato da due agenti della Polizia Stradale rimasti feriti, è stato rinviato a giudizio per incendio doloso e resistenza.

ristoratore si da fuoco viale lombardia

Protestava per la costruzione delle barriere antirumore su viale Lombardia, e si diede fuoco. Salvato da due agenti della Polizia Stradale rimasti feriti, è stato rinviato a giudizio per incendio doloso e resistenza.

Giorni caldi per i commercianti di viale Lombardia nel febbraio scorso, quando la costruzione delle barriere anti rumori al termine della nuova galleria, aveva animato la protesta di molti di loro. Uno tra tutti, preoccupato per la sua attività commerciale ora sospesa, si era appostato sul ciglio della strada e dopo aver dato fuoco a una coperta, vi si era gettato sopra. A salvarlo dalle fiamme furono due poliziotti, rimasti feriti uno ad una mano, l’altro su tutto il corpo. Ad oltre un anno dalla vicenda, la procura ha deciso di rinviare a giudizio l’ex commerciante per incendio e resistenza a pubblico ufficiale. Secondo quanto si apprende, attraverso le immagini di numerosi video dell’accaduto girati dai presenti, gli inquirenti avrebbero accusato l’uomo perché gettò del liquido infiammabile verso gli agenti.

Lo stesso commerciante, qualche tempo dopo, aveva querelato i due poliziotti accusandoli di averlo spintonato, accuse poi rivelatasi infondate.

commenta