20 Giugno 2021 Segnala una notizia
Spari a Palazzo di giustizia, chi è Giardiello: ritratto del killer

Spari a Palazzo di giustizia, chi è Giardiello: ritratto del killer

9 Aprile 2015

Una persona gentile, distinta e sempre sorridente. Si fa fatica ad accostare l’immagine che i vicini di casa danno di Claudio Giardiello, l’uomo che ha ucciso a colpi di pistola tre persone nel Tribunale di Milano.

Difficile tenere insieme la descrizione di un uomo sempre elegante e disponibile con la persona che questa mattina ha aperto il fuoco seminando panico e morte fra le centinaia di utenti del palazzo di giustizia. In via Bindellera a Burgherio la gente è stupita. Giardiello è abbastanza conosciuto. Da qualche anno, a causa della separazione dalla moglie, lo si vede di meno. Passa ogni tanto a salutare i figli, a ritirare la posta e durante queste brevi visite il comportamento tenuto col vicinato è sempre lo stesso: irreprensibile.

“Lo incontravo spesso – spiega un vicino -. Da qualche tempo a questa parte un po’ meno che in passato perché mi sembra che sia separato dalla moglie. Con me è sempre stato gentile, sempre disposto a fare due chiacchiere”. Stessa lunghezza d’onda il commento di un’altra ragazza che vive nello stesso stabile, amica di uno dei figli di Giardiello. “Siamo amiche – ha dichiarato -, ma non mi hai mai parlato dei problemi di suo padre. Quando l’ho incontrato mi ha sempre dato l’impressione di una persona simpatica e disponibile”.

Nessuno avrebbe mai pensato che Giardiello, un uomo definito da tutti come molto gentile, si sarebbe trasformato in un mostro capace di sparare a sangue freddo. Mai una discussione, una parola fuori posto, una lite. Giardiello come il Dottor Jekyll e Mister Hyde? A quanto pare sì, anche se fra i vicini qualche mezza parola fuori dal coro la dicono. “In fin dei conti mi aspettavo che prima o poi accadesse qualcosa di simile – ha aggiunto un altro vicino -. Costruiva case, anche questa dove viveva l’ha realizzata in parte lui”. Il tono è quello di chi vuol far capire che qualcosa nel suo comportamento non tornava.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi