24 Giugno 2021 Segnala una notizia
No Pedemontana! Doppia manifestazione a Lentate e Seveso

No Pedemontana! Doppia manifestazione a Lentate e Seveso

14 Aprile 2015

Mentre la società che gestisce Pedemontana è occupata ad approfondire e migliorare il Piano di caratterizzazione del territorio per quanto riguarda la presenza di diossina nei terreni della tratta B2, l’associazione No Pedemontana indice, per domenica 18 aprile, una giornata di mobilitazione, in un tentativo estremo di bloccare l’autostrada. Ma non si tratta di sole infrastrutture: No Pedemontana protesta anche contro Expo.

manifesto-no-pedemontana«Le città ridisegnate e stravolte, le aree verdi saccheggiate, le ombre sull’assegnazione degli appalti, uno spreco dissennato di risorse pubbliche, la gestione autoritaria da parte di governo e Regione Lombardia che non tengono in nessun conto la volontà delle popolazioni interessate – scrivono i portavoce dell’associazione in un volantino che invita alla manifestazione di domenica -: questo e molto altro hanno in comune Expo e le grandi autostrade. Ma Expo è anche un marchio, una suggestione, un ombrello sotto il quale far rientrare opere che, progettate molto tempo prima e indipendentemente, erano però in un’impasse economica e quindi realizzativa. E allora – accusano – Expo diventa il pretesto, la falsa opportunità alla quale dobbiamo essere pronti». In che senso? Ancora una volta, per No Pedemontana infrastrutture ed Expo vanno a braccetto:  «La tratta B1 è chiamata variante Expo – spiegano – per giustificare l’accelerazione dei lavori senza le opere connesse e gli interventi di mitigazione e compensazione, al fine abbattere i costi, comunque molto alti, e anticipare i tempi, comunque abbondantemente in ritardo. Il risultato è un ecomostro che deve essere bloccato e smantellato».

Contro la cementificazione e il consumo smodato di suolo, ma anche contro il “pretesto” Expo, No Pedemontana dà appuntamento a domenica 18: alle ore 10.00 in via Trieste a Lentate sul Seveso per un presidio di denuncia dei cantieri, e alle ore 14.30 a Seveso, per un corteo che partirà da piazza 25 aprile e che sarà l’inizio di un pomeriggio di informazione e musica in piazza Confalonieri. « La battaglia per contrastare Expo, e le battaglie per la difesa del territorio e contro le grandi opere sono oggettivamente collegate – concludono -. Difendiamo i territori, e non perché ce ne sentiamo padroni, ma perché terra, acqua e aria sono beni di tutti».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Giulia Santambrogio
Inseguo le storie sin da quando ero bambina: per farmele raccontare, per leggerle, e, ovviamente, per scriverle. Su MBNews, però, mi occupo di fatti.


Articoli più letti di oggi