22 Giugno 2021 Segnala una notizia
Muggiò. Salva la figlia dalla droga, ma è aggredito da quattro bulli in strada

Muggiò. Salva la figlia dalla droga, ma è aggredito da quattro bulli in strada

23 Aprile 2015
Lo hanno accerchiato e picchiato perché, cercando di allontanare la figlia da una “brutta compagnia”, aveva tentato di contattare i genitori dei suoi amici minorenni, spaventandoli con foto via sms.

Al pestaggio ha partecipato anche una guardia giurata di 38 anni che insieme a quattro ventenni, è stata denunciata dai carabinieri di Muggió per violenza privata e minacce.

L’aggressione è avvenuta il 7 aprile scorso per strada a Muggió. I cinque uomini, tutti italiani, hanno costretto un papà (quarantenne rumeno) a rimanere immobile sotto la minaccia di pistole (poi rivelatasi scacciacani), lo hanno colpito a mani nude e poi aggredito con un teaser.
Sporta denuncia ai carabinieri, l’uomo ha avanzato l’ipotesi che l’aggressione potesse essere legata al gruppo di amici frequentato dalla figlia di quattordici anni. Qualche giorno prima del pestaggio infatti, il quarantenne aveva scoperto sul cellulare della ragazzina la fotografia di uno spinello, inviatale da un altro minore membro del suo gruppo di amici. Per spaventare il ragazzino e convinverlo a farsi dare i contatti dei genitori, l’uomo gli ha inviato un sms con la foto di una pistola (e per questa ragione era stato denunciato per minacce).
Le indagini dei carabinieri di Desio hanno accertato che i cinque aggressori, tra cui la guardia giurata, erano di fatto parte della stessa comitiva di minorenni frequentati dalla ragazzina. Dalle perquisizioni delle loro abitazioni, i militari hanno sequestrato ieri le armi utilizzate per minacciare il papà, tra cui il teaser. Tutti i coinvolti sono stati denunciati per violenza privata e minacce, il vigilantes anche per il porto abusivo del teaser.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Commenti

  1. Tanto di cappello a questo padre, che col suo gesto di sacrificio (meno male che tutto si è concluso “solo” con un pestaggio) ha dimostrato a sua figlia quanto sia importante stare attenti alle amicizie. Sono convinto che questa ragazza avrà imparato la lezione.
    Speriamo che nei confronti di questi subumani non si limitino alla solita ramanzina e niente di più.

Articoli più letti di oggi