20 Giugno 2021 Segnala una notizia
Monza, tragico incidente in via Visconti: non ce l'ha fatta il 16enne investito

Monza, tragico incidente in via Visconti: non ce l’ha fatta il 16enne investito

1 Aprile 2015

Non ce l’ha fatta il 16enne che ieri sera è stato investito da un’auto in via Azzone Visconti a Monza. Per il giovane, che viaggiava in sella alla sua bicicletta rientrando da una riunione degli scout, è stata dichiarata la morte cerebrale.

Il ragazzo, rimasto coinvolto in un impatto violentissimo alle ore 23 circa, è finito prima sul cofano, poi ha sfondato il parabrezza dell’auto finendo a terra. Le sue condizioni sono apparse fin da subito gravissime. Soccorso da personale del 118 e da una auto medica, chiamati dal conducente del veicolo, è stato ricoverato al San Gerardo in condizioni molto critiche.

La notizia della morte cerebrale si è appresa solo poco fa: la famiglia del giovane ha autorizzato l’espianto degli organi. La dinamica dell’incidente è al vaglio della Polizia Locale di Monza.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Commenti

  1. Respingo al mittente le accuse. io giro in bici e le ciclabili le uso. sono al buio? beh meglio usare una ciclabile al buio senza rischio di essere investiti che andare in mezzo alle auto col rischio concreto di essere investiti. ah dimenticavo, io quando giro di sera ho luce davanti, luce dietro e giubbetto catarifrangente.COME DA CODICE DELLA STRADA.saluti dal trombone.

  2. e prima o poi una tragedia simile succederà anche sul nuovo viale lombardia, dove i ciclisti non vanno sulla ciclabile ma in mezzo alla strada. e li la ciclabile è a 2 corsie ed è pure illuminata a giorno.

  3. dai visone fai il bravo va…almeno qui non giriamo in 4 col motorino senza casco…sai per caso il cognome dell’investitore? no,perchè nessuno lo ha pubblicato. il fatto che sia successo a monza non vuol dire che sia stato uno di monza. fenomeno

  4. Curioso cittadino dice:

    TUTTI Che parlano..poi ti metti a guardare il traffico e in 5 minuti vedi: 30 auto su 45 col cellulare in mano, 10 bici non sulla ciclabile, 4 mancate precedenze.2 mamme idiote con passeggino che passano col semaforo pedonale ROSSO( rondò dei pini direzione milano) tutto questo due minuti fa.

  5. Gixxgi dice:

    davanti alle scuole di via Foscolo ne hanno messo uno ma dopo pochi giorni lo hanno abbassato, evidentemente chi aveva la macchina troppo ribassata si è lamentato perchè toccava sotto così adesso viaggiano ancora più veloci di prima. Fantastici quelli della viabilità.DA OSCAR

  6. Darkkest dice:

    Beh anche te non scherzi in quanto a schifo con il moralismo a comando. Avrà pure usato toni fastidiosi ma è reale il fatto che spessissimo c’è gente in bici in strada anche quando c’è la ciclabile. Li becco ogni santo giorno, e premetto che d’istinto sto dalla parte dei ciclisti prima che degli automobilisti.
    Come è vero che c’è gente che guida l’auto, spesso troppo potente, coi piedi invece che col cervello.
    Se poi vuoi nascondere la testa sotto la sabbia perchè devi far vedere che sei uno/a sensibile vabbè, allora ok, sei sensibile solo tu a sto mondo, contento/a?

  7. Cristina dice:

    Concordo sulla necessità di installare i
    dissuasori di velocità, si tratta di un punto molto pericoloso, di giorno e di sera: abito in via Visconti ed ogni giorno attraverso la strada In corrispondenza di quelle strisce pedonali per andare al lavoro, le macchine sfrecciano in velocità e non si curano minimamente di chi deve attraversare. Di norma occorre aspettare che nessuno passi di lì o allungare il piede sperando che qualcuno rallenti, anche se la maggior parte delle volte piuttosto che farti passare preferiscono fare slalom e aggirare l’ostacolo. E ricordiamoci che i pedoni hanno la precedenza.

  8. a quindi lo conoscevi e quindi sai tu la dinamica? ok dillo alla polizia locale perchè io oggi parlando con un vigile mi ha detto, testuali parole: la bici era senza luci e quasi in mezzo alla strada.Tant’è che lo ha preso dal lato guida. Se non c’è la ciclabile,a quell’ora si può usare anche il marciapiede…Fonte: un vigile.

  9. di quelli che sul viale lombardia non usano la ciclabile ma stanno in mezzo alla strada.mi sembra di scrivere in italiano.

Articoli più letti di oggi