16 Giugno 2021 Segnala una notizia
Il ministro Martina in Villa Reale: "Expo acceleratore di cambiamenti"

Il ministro Martina in Villa Reale: “Expo acceleratore di cambiamenti”

20 Aprile 2015

Una giornata di riflessione e dibattito coi principali protagonisti del mondo politico, imprenditoriale, associativo e accademico, sui nuovi assetti territoriali del nostro paese, con particolare accento sui giovani, sulle start up e sui nuovi talenti imprenditoriali italiani.

Lunedì mattina Villa Reale ha ospitato la prima “Cernobbio under 35”, il forum internazionale organizzato da Camera di commercio, Comune di Monza, e Consorzio Villa Reale dal titolo “Ripensare l’Italia dei territori. Le sfide future e i nuovi protagonisti”. All’incontro hanno partecipato il sindaco, Roberto Scanagatti, il presidente della Camera di commercio, Carlo Valli, il sociologo Aldo Bonomi, Marco Gay, presidente Nazionale giovani industriali confindustria, e Maurizio Martina, ministro Delle Politiche Agricole, Alimentari e  Forestali con delega ad Expo 2015.

Durante l’incontro i Presidenti dei giovani industriali, artigiani e commercianti hanno sottoposto al ministro Martina le priorità per favorire la nascita di nuove attività imprenditoriali e per renderle competitive. “Expo – ha spiegato il ministro nel suo intervento -, non è un evento limitato all’area dell’esposizione. Produrrà effetti anche fuori e dovrà trasformarsi in un acceleratore del processo di cambiamento. Per l’Italia è un’occasione irripetibile”.

In attesa che l’esposizione inizi ufficialmente e che produca i suoi effetti, Camera di commercio punta a istituzionalizzare l’appuntamento. D’altro canto, i numeri indicano un discreto fermento sul fronte start up: nella sezione speciale del Registro delle imprese si contano oggi in Italia 3.750 start up innovative, di queste il 22% è concentrato in Lombardia (825 imprese). La maggioranza è concentrata nell’informatica (42%) ma più di 600 startupper italiani innovano nel manifatturiero.

Le start up innovative “Made in Brianza” sono 27, la maggioranza specializzata nei servizi di informatica e comunicazione, quindi nelle attività professionali, scientifiche e tecniche, ma ci sono anche imprese della manifattura. I settori del commercio e i servizi di supporto alle imprese assorbono entrambi il 7,4% del totale delle start up innovative della Brianza.

“Ci auguriamo che questa Cernobbio dei giovani possa diventare un appuntamento annuale – ha dichiarato Carlo Edoardo Valli Presidente della Camera di  commercio di Monza e Brianza – per poter fare il punto della situazione sulla nostra economia e sulle nuove dinamiche, con l’obiettivo di inaugurare una nuova stagione imprenditoriale per il Paese che abbia come protagonista le nuove generazioni.  Le 564.000 imprese di giovani e le 3750 start up innovative sono un patrimonio che occorre sostenere e coltivare”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Commenti

  1. dover ascoltare queste menzogne è a mio avviso persino peggio che pagare le tasse per mantenere questi eventi disgustosi.

Articoli più letti di oggi