20 Giugno 2021 Segnala una notizia
Il cielo del mese in Brianza: Aprile 2015

Il cielo del mese in Brianza: Aprile 2015

1 Aprile 2015

In questo mese il pianeta Giove si troverà vicino all’ammasso aperto M44 detto anche “Presepe”. Gli ammassi aperti sono gruppi di stelle che appartengono tutte alla stessa nebulosa originale e ancora unite dalla reciproca attrazione gravitazionale. Si distinguono dagli ammassi globulari per il minor numero di stelle, per un’attrazione gravitazionale meno forte e per il fatto che questi ultimi si collocano alla periferia della nostra galassia.

Il 1 di aprile alle 15,00 la Luna si trova all’apogeo, massima distanza dalla Terra di 406.012 km.

Il giorno 8, dopo le 24, la Luna si trova vicina al pianeta Saturno, nella costellazione dello Scorpione. Chi lo vorrà osservare anche con un binocolo, potrà vedere i suoi anelli. Questo pianeta, con il passare dei giorni, sorgerà sempre un pò prima e sarà osservabile in ore più comode a partire da metà maggio.

Il giorno 11 Venere si trova circa 3° a sud delle Pleiadi, il più famoso ammasso aperto del cielo; si potrà osservare al tramonto, verso ovest a partire dalle 21,30 ora locale, quando il sole è appena tramontato fino alle 22,45 circa. Se il tempo è sereno non dovrebbe essere difficile distinguere entrambi perché Venere al tramonto è l’astro più brillante del cielo.

Il 17 aprile alle 05,47 la Luna è al perigeo, minima distanza dalla Terra di 361.023 km.

Il giorno 21 avremo un simpatico quadretto astronomico da fotografare: la Luna si trova molto vicino alla stella Aldebaran (α Tau) di magnitudine di poco inferiore a 1 con il pianeta Venere a nord di entrambi a circa 7°. Chi volesse immortalare la scena può scattare una fotografia con posa di circa 10 secondi anche con fotocamere compatte (scegliere una sensibilità di almeno 400 ISO).

Il 23 aprile potremo osservare lo sciame meteorico delle Liridi: sono le cosiddette “stelle cadenti” originate dalle polveri lasciate sul suo percorso dalla cometa Thatcher C/1861 G1. Il nome viene assunto dalla costellazione da cui sembra provenire il radiante: in questo caso la costellazione della Lira. Il numero previsto di meteore/ora (ZHR) è di circa 18 e questo significa che 18 è il numero previsto di avvistamento meteore che un osservatore sarebbe in grado di osservare in un’ora, sotto un cielo buio e terso (quindi con magnitudine limite 6,5), se il radiante dello sciame fosse allo zenit. Non è necessario alcun strumento per la loro osservazione, ma la pazienza di guardare il cielo con costanza nella direzione della costellazione della Lira.

Il giorno 26 la Luna si trova circa 6° a sud di Giove che a sua volta è vicino ad M44 come abbiamo già scritto all’inizio di questo articolo; per una eventuale fotografia stessa modalità precedente.

Il giorno successivo, il 27, la Luna è circa 5° a sud di Regolo (α Leo), la stella principale della costellazione del Leone.

Infine il giorno 30, subito al tramonto, Mercurio è molto vicino all’ammasso aperto delle Pleiadi (M45). Anche se ancora immerso nei bagliori del tramonto, lo si dovrebbe scorgere (meglio con un binocolo, ma attenti ad evitare il Sole) come una pallina di colore arancio.

PS: qui di seguito le date del corso di astronomia presso la nostra sede. Il corso è gratuito ed aperto a tutti, appassionati, esperti e non.

06/02/2015Astronomia generale
13/02/2015Navigazione astronomica e orientamento nel cielo
27/02/2015Serata osservativa a Villasanta
06/03/2015Il Sistema solare
13/03/2015Fotografia astronomica
20/03/20151908: l’evento di Tunguska
27/03/2015Serata osservativa: CIELO BUIO XIV edizione
03/04/2015Le stelle
10/04/2015L’astronomia e la Divina Commedia
24/04/2015Serata osservativa
08/05/2015Dalla nostra galassia all’Universo

Per ulteriori dettagli consultare il sito Gav: http://www.gav.altervista.org/

Da ultimo vi invitiamo a scaricare gratuitamente la nostra applicazione per tablet e smartphone; la trovate ricercando sugli store del telefono il nome “GAV”. Il nostro intento è quello di fornirvi la vicinanza e la conoscenza del nostro mondo con i moderni sistemi che la tecnologia rende disponibili, e vi invitiamo, attraverso la sezione contatti, a porgerci qualsiasi tipo di quesito.

Le simulazioni e le descrizioni degli oggetti celesti sono realizzate con il programma “Perseus” di Filippo Riccio http://www.perseus.it/.

 

Per maggiori informazioni astronomiche, leggi anche il giornalino del GAV.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
gavvillasanta
Il GAV - Gruppo Astrofili Villasanta - fu fondato il 26 Giugno 2003 con lo scopo specifico di riunire astrofili ed appassionati di astronomia di Monza e Brianza. Obiettivi principali del Gruppo sono l'osservazione visuale del cielo, la didattica nelle scuole e l'astrofotografia di pianeti, galassie ed ammassi stellari. http://www.gav.altervista.org/


Articoli più letti di oggi