16 Giugno 2021 Segnala una notizia
TPM cambia pelle: l'assessore risponde alle obiezioni sollevate in Consiglio

TPM cambia pelle: l’assessore risponde alle obiezioni sollevate in Consiglio

18 Marzo 2015

Votata lo scorso lunedì in consiglio comunale la trasformazione di TPM in Monza Mobilità continua a fare discutere anche fuori dall’aula dell’Assise cittadina.

Quella illustrata al consiglio dalla giunta guidata da Roberto Scanagatti è un’operazione che comporterà, oltre il ridimensionamento aziendale, anche la trasformazione dell’azienda da Spa a responsabilità limitata (srl).

Debora Donvito

L’approvazione dell’operazione da parte del Consiglio Comunale costituisce dunque solo un passaggio propedeutico e necessario per poi, successivamente, procedere, a norma del codice civile, alla trasformazione societaria.

«Le procedure civilistiche, infatti, non possono iniziare prima che il Consiglio Comunale abbia deliberato. Solo dopo che l’organo politico si sia espresso, è possibile dare corso alla procedura civilistica. – prosegue – Per quanto riguarda la persona assunta da TPM nel febbraio 2012 il cui rapporto di lavoro è stato risolto nel 2013 per nullità del contratto, ricordo che è stato liquidato di tutte le competenze dovutegli e che la causa civile da lui intentata non fa di lui un creditore, fintantoché non sia, eventualmente, il giudice a stabilirlo».

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Articoli più letti di oggi