31 Marzo 2020 Segnala una notizia
Telecomandi e auto in tilt a Cascina Morosina: il comune chiama Arpa e Asl

Telecomandi e auto in tilt a Cascina Morosina: il comune chiama Arpa e Asl

12 Marzo 2015

Continue interferenze radioelettriche nella zona di cascina Morosina e via Matteotti ad Agrate. Il comune chiama Arpa, Asl e Ispettorato del Ministero per trovarne la causa.

Da diverse settimane i cittadini di Cascina Morosina al confine con Vimercate e della zona di via Matteotti e delle vie limitrofe di Agrate Brianza continuano ad avere problemi con dispositivi a radiofrequenza, come i telecomandi dei cancelli e le chiavi delle delle auto.

Un problema che ha destato preoccupazione anche a livello comunale, dopo le segnalazione dei cittadini coinvolti, e che ha portato il comune a indagare su questo problemi chiedendo aiuto a tre diversi enti: l’Arpa Lombardia – dipartimento di Monza, verificherà i limiti di esposizione ai campi elettromagnetici generati da impianti fissi per le teleradiocomunicazioni (antenne di telefonia mobile) ed elettrodotti. L’Asl territoriale vigilerà affinche a fronte di un comprovato inquinamento ambientale questo non abbia ricadute sulla salute. L’ultimo intervento sarà fatto dall’Ispettorato territoriale del Ministero dello Sviluppo economico, concordando un prossimo sopralluogo per la verifica dell’eventuale provenienza di interferenze anomale da apparecchiature private. Il controllo dell’ispettorato avverrà solo se i precedenti daranno esito negativo, infatti il costo giornaliero della verifica ammonta a 900 euro: qualora il sopralluogo si concluderà con l’individuazione della sorgente dell’anomalia elettromagnetica, la spesa sarà addebitata al soggetto responsabile; in caso contrario sarà il Comune a sostenere il costo.

“Comprendiamo bene la preoccupazione dei cittadini coinvolti in queste situazioni –dichiara il Sindaco Ezio Colombo– Siamo scesi in campo al loro fianco attivando tutti i fronti a nostra disposizione per poter individuare una causa precisa di questi episodi e pervenire a una risoluzione finale. La natura della problematica e la varietà degli enti coinvolti contribuiscono a indicare la complessità dei fenomeni in oggetto. Ciò nonostante, è nostra intenzione mantenere alta l’attenzione sulla problematica nell’attesa dei riscontri affidati agli enti competenti”.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Articoli più letti di oggi

Il corretto uso delle protezioni facciali. Il video che tutti stiamo guardando

In questo video si spiega in maniera semplice quali mascherine utilizzare e come utilizzarle. Anche nel caso si abbia una fornitura limitata o addirittura si abbia la disponibilità solo di una.

Monza, il parroco invocherà la protezione di San Gerardo

Nel frattempo alla stessa ora i tutti i sindaci d'Italia osserveranno un minuto di silenzio per le vittime. A Monza il numero dei deceduti è di 36.

Coronavirus, aggiornamenti dai comuni della Brianza. In provincia 2.362 casi positivi

I numeri della provincia brianzola confermano i trend e le curve dei giorni scorsi. A  Monza e Brianza si registrano complessivamente 2362 casi, con un incremento di 97 pazienti.

Coronavirus, 2.265 brianzoli sono positivi. Ecco gli aggiornamenti dai comuni

Si susseguono in queste ore i consueti messaggi di aggiornamento da parte dei sindaci per informare i propri concittadini circa la situazione di ricoveri, guarigioni e decessi.

ST di Agrate, primo decesso per COVID-19. I sindacati scrivono al Prefetto

C'è il primo decesso nell'azienda ST di Agrate Brianza. I sindacati chiedono adesso un chiarimento al Prefetto Palmisani: "L'azienda deve rimanere aperta?"