23 Giugno 2021 Segnala una notizia
Tangenti sulle grandi opere: è bufera sul Ministro Maurizio Lupi

Tangenti sulle grandi opere: è bufera sul Ministro Maurizio Lupi

17 Marzo 2015

Dopo l’arresto di Incalza, la politica si è concentrata sul ruolo di Maurizio Lupi. Il ministro non è indagato e si difende “Non mi dimetto, soffro per mio figlio”.

I fatti. La procura di Firenze ritiene ci fosse una ‘cupola’ che pilotava grandi appalti pubblici in tutta Italia, come quelli legati all’alta velocità, a Expo e pure alle autostrade, come la Salerno-Reggio Calabria. I protagonisti ‘principali’ di quello che i magistrati hanno ribattezzato ‘Sistema’ sono Ettore Incalza, già capo della Struttura tecnica di missione al ministero delle infrastrutture, e un imprenditore, Stefano Perotti. Entrambi sono stati arrestati.

La polemica politica si è concentrata invece sul ministro per le infrastrutture, Maurizio Lupi, molto legato alla Brianza. Lupi aveva uno “strettissimo legame” con Incalza anche per una vicenda che emerge dall’indagine: Perotti si sarebbe adoperato per trovare un lavoro a suo figlio.

 Il gip Angelo Pezzuti nell’ordinanza spiega che Perotti si è adoperato con un imprenditore indagato, il cognatoGiorgio Mor, per farlo assumere. Dalle carte, però, emergono i dubbi di Mor e Perotti, che temono sia poco opportuno. C’è anche un’intercettazione in cui uno degli arrestati, Cavallo, “nell’accettare l’invito a casa che gli ha appena formulato il ministro Lupi per il compleanno della moglie – scrive il gip – accenna alla necessità di parlare con Luca Lupi ‘per definire le sue cose'”. Lo stesso Cavallo fece confezionare da un sarto un vestito per Lupi, mentre i coniugi Perotti regalarono al figlio del ministro un Rolex del valore di 10.350 euro.

Lupi: non mi dimetto, soffro per mio figlio – Lasciare l’incarico? “No, le dimissioni no. Anche se, per la prima volta, vedendo tirato in ballo ingiustamente mio figlio, mi sono chiesto se il gioco valga la candela”. Così il ministro per le Infrastrutture Maurizio Lupi, in un’intervista a Repubblica in merito alla bufera che lo ha travolto dopo l’inchiesta sulle tangenti per le Grandi opere. “Provo soprattutto l’amarezza di un padre nel vedere il proprio figlio sbattuto in prima pagina come un mostro senza alcuna colpa”. Torna sul Rolex che Stefano Perotti ha regalato al figlio Luca per la Laurea: “l’avesse regalato a me – dice il ministro – non l’avrei accettato”.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Commenti

  1. Darkkest dice:

    Oddio ma poverino, soffre lui povero tatino…come al solito Comunione e Fatturazione non si smentisce mai.

Articoli più letti di oggi