Quantcast
Progetto Slancio: a Monza tanti vip per il primo anniversario #Fotogallery - MBNews
Sociale

Progetto Slancio: a Monza tanti vip per il primo anniversario #Fotogallery

Un anno di Slancio. Per festeggiare il primo anniversario della residenza che si prende cura di persone malate di SLA sono giunti a Monza Maria Grazia Cucinotta, Claudia Peroni, Stefano Tacconi e I Legnanesi.

Slancio-primo-anniversario-Cucinotta-mb

Un anno di Slancio. Per festeggiare il primo anniversario della residenza che si prende cura di persone malate di SLA, pazienti in stato vegetativo e malati che necessitano di Hospice sono giunti a Monza Maria Grazia Cucinotta, Claudia Peroni, Stefano Tacconi e I Legnanesi.

Slancio-primo-anniversario-Cucinotta-Picheca-mbI vip hanno visitato, lunedì 2 marzo, la struttura di viale Elvezia e si sono intrattenuti con gli ospiti. Una visita gradita che ha portato un momento di serenità e un sorriso a persone che stanno vivendo momenti di difficoltà. “E’ doveroso da parte di tutti rendere la malattia meno pesante e dolorosa possibile – afferma Maria Grazia Cucinotta – . E’ confortante sapere che al proprio fianco ci sono persone che si prenderanno cura di te nel migliore dei modi. Il mio ringraziamento è rivolto a Luigi Picheca, portavoce dei malati del Progetto Slancio, perché ogni volta che ci sentiamo per email mi dà delle grandi lezioni di vita”.

Ad oggi la struttura ospita 60 posti per accogliere malati di SLA o in stato vegetativo e 11 posti legati al malato terminale. “E’ stato un anno importante e faticoso – afferma Roberto Mauri, direttore del Progetto SLAncio – Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto e del tipo di attenzione che riusciamo a garantire al malato e al nucleo familiare in una fase difficile della loro vita”.

Accanto ai qualificati servizi medici e alle eccellenze tecnologiche anche l’arte interviene nei percorsi di cura della struttura. “Abbiamo cercato in questo anno di rendere questa struttura il più possibile bella per migliorare la qualità della vita dei malati, dei familiari e degli operatori – prosegue Mauri -. Lavorare, vivere in una struttura piacevole è per noi un punto importante ed è per questo motivo che abbiamo cercato di coniugare all’assistenza del malato l’arte. Proprio sabato abbiamo inaugurato la mostra itinerante di installazioni di arte contemporanea “Ingresso libero” a cura del giornale online Il Dialogo di Monza e dell’associazione di artisti Gruppo Koinè”.

Ma malattia significa anche solidarietà nei confronti di chi soffre. Per questo motivo Progetto Slancio, grazie alla collaborazione con Itineris Italia, ha installato nella propria sede “Donachiaro”, un sistema semplice ed efficace, simile ad un bancomat, per la raccolta fondi a sostegno del Centro. “Donachiaro – come spiega Giovanni Cavallo, direttore commerciale di Itineris Italia – vuole essere uno strumento attraverso il quale tutti possono fare un gesto concreto, piccolo o grande, per sostenere il progetto Slancio”.

commenta