14 Giugno 2021 Segnala una notizia
Must Vimercate: visite in aumento del 10% nel 2014. Boom per Antonio Ligabue

Must Vimercate: visite in aumento del 10% nel 2014. Boom per Antonio Ligabue

24 Marzo 2015
Stilato il rapporto annuale del Must di Vimercate: visitatori in crescita del 10% rispetto al 2013 con grandi risultati per gli eventi. Spesa totale oltre i 330mila euro.
2014 dunque positivo in termini di visite per il museo del territorio e per le attività culturali connesse. Ecco i dati in dettaglio:
I NUMERI: Complessivamente il Must insieme a tutte le mostre e attività correlate ha visto 30.472 visitatori nell’ultimo anno solare (+10,99%), 12.658 per le sale del museo, con un incremento sul dato 2013 (11.418 visitatori) del 10,86%. A trainaire l’incremento di visite sono stati in particolare eventi come la mostra per il bicentenario dell’Arma dei Carabinieri, con 2.200 persone che hanno visitato le sale di villa Sottocasa ma soprattutto la mostra dedicata Antonio Ligabue: si calcola che nelle domeniche di novembre in cui la mostra è stata visibile abbiano partecipato 5.496 persone.
Grande successo anche la XII edizione di Ville aperte con 2.605 persone che hanno deciso di visitare Vimercate e il Must, con un incremento del 23% rispetto al 2013. Crescita anche per gli utenti di mostre, concerti, spettacoli, incontri, arrivati a 17.8148 (+11,08% rispetto al 2013).

COSTI E RICAVI: Calcolati anche i costi e i ricavi per l’anno appena passato: in complessivo nel 2014 sono stati spesi € 337.379,00 suddivisi in spese per il personale (€ 140,537,00), servizi al pubblico come mostre, manifesti, assicurazioni, etc. (€ 86.556,00) e infine spese generali come la manutenzione dell’edificio, luce, metano, pulizie (€ 110.286,00).

Nelle casse del comune tramite il Must sono entrati 57.752,75 euro derivanti per la maggior parte da biglietti e attività didattiche (€ 45.752,75), 5.000 euro da sponsor e 7.000 euro come contributo da Regione Lombardia.

PATRIMONIO STORICO: Per quanto riguarda il patrimonio storico posseduto dal museo, nel 2014 c’è stato un notevole incremento con la catalogazione e digitalizzazione di 500 nuove fotografie, l’acquisizione di 170 libri, l’inventariazione del ricco archivio della famiglia Ponti-Sottocasa. Il Must ha anche accolto la corposa donazione dell’archivio storico dell’Ospedale di Vimercate costituito da 150 faldoni con documenti a partire dal XVII secolo.

Da citare infine la partecipazione delle classi ai laboratori e alla visite al Must con 150 classi e 3.037 alunni, di cui 58 classi di Vimercate e le restanti 92 di altri comuni del circondario.

Ricordiamo che il Must occupa l’ala sud della villa Sottocasa e si sviluppa in 14 sale distribuite su due piani. Clicca qui per guardare il percorso.

MOSTRE IN CORSO
Fino al 16 aprile è in corso la nuova mostra d’arte contemporanea dal titolo “ciBoh!?” Le risposte dell’arte al tema dell’alimentazione” a cura di Simona Bartolena. (leggi l’articolo).

must-ciboh-manifesto

Fino al 4 aprile, Villa Sottocasa ospiterà “Impronta: la pelle del contatto“, la mostra conclusiva del progetto di terapeutica artistica curato da Caterina Sgambati e Lucia Forneris, tesiste del Corso di Diploma biennale in Teoria e pratica della Terapeutica Artistica dell’Accademia di Belle Arti di Brera. (Leggi l’articolo).

impronta

Info: www.museomust.it

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Articoli più letti di oggi