Quantcast
Monza incidente mortale, la dinamica. Il cerchio si strige: si cerca un Suv "Audi" - MBNews
Attualità

Monza incidente mortale, la dinamica. Il cerchio si strige: si cerca un Suv “Audi”

E’ caccia al pirata alla guida del suv grigio scuro, un Audi Q3 o Q5, che causato l'incidente mortale di oggi. La polizia: "Gli consigliamo di venire in comando spontaneamente"

incidente monza morto 15 anni 222

E’ caccia al pirata alla guida del suv grigio scuro (probabilmente un Audi Q3 o Q5) che questa mattina ha distrutto una famiglia di Villasanta, causando un incidente in cui ha perso la vita un ragazzo di 15 anni e mandando in coma sua madre, che in queste ore lotta tra la vita e la morte, ricoverata in coma all’ospedale Niguarda di Milano.

Stamattina Elio Bonavita stava andando a giocare una partita di calcio con la sua squadra, la “Dominante” di Monza. Mancavano una manciata di metri e sarebbe stato al sicuro sul prato verde, con la mamma sugli spalti ad applaudirlo, come ogni domenica.

Invece un suv gli ha portato via la vita, per una manovra errata. Il ragazzino viaggiava a bordo della Citroen nera della sua mamma, Nunzia (ricoverata in coma a Niguarda), in viale Brianza
Secondo le prime ricostruzioni della Locale, il suv scuro non ha rispettato la precedenza immettendosi su viale Brianza.

Per evitare lo schianto un altro suv ha sterzato bruscamente, finendo per schiantarsi frontalmente con la Citroen di Nunzia, che a sua volta ha sbattuto contro altre due auto per poi ribaltarsi e carambolare fino a lato strada.

Gli altri coinvolti nel sinistro (un uomo e due donne tutti sotto i 40 anni) hanno chiamato i soccorsi. Sul posto sono accorse due ambulanze ed un’auto medica. Ne Elio ne sua madre erano coscienti. Le condizioni del ragazzino sono apparse subito disperate. Intubato sul posto e poi trasportato al vicino San Gerardo, Elio è spirato pochi minuti dopo. La mamma lotta tra la vita e la morte al Niguarda, con gambe e braccia spezzate ed un trauma cranico. Sul posto è arrivato Corrado, che sportivo come tutta la famiglia stava disputando una specie di maratona. Si è accasciato all’auto accartocciata della moglie, in silenzio. Un silenzio di dolore.

Secondo quanto dichiarato da alcuni testimoni, il pirata non ha nemmeno rallentato dopo aver causato l’incidente. Difficile immaginare che non se ne sia accorto.
La Polizia Locale di Monza lo sta cercando, le immagini delle telecamere di videosorveglianza hanno già fornito alcuni dati importanti per le ricerche e il comandane Alessandro Casale ha lanciato un appello “Gli consigliamo di venire in comando spontaneamente” ha dichiarato.

La società “La Dominante” ha sospeso tutte le partite della giornata in segno di lutto “E’ una cosa atroce, straziante – dichiara il dirigente sportivo della squadra, Mauro Sala – era un ragazzo fantastico ed un valido centrocampista”. Elio giocava a calcio da sempre, come suo fratello, e studiava ragioneria al Mosè Bianchi di Monza. A Villasanta, dove quel ragazzino sempre sorridente e amante dello sport abitava con la famiglia, c’è sgomento “Ho l’immagine di lui e sua mamma davanti agli occhi – racconta una residente – li ho visti meno di due settimane fa. So che i ragazzi del quartiere sono andati sul luogo dell’incidente e sono molto arrabbiati. Speriamo tutti che venga preso il responsabile. E’ inconcepibile fuggire così”.

commenta