18 Giugno 2021 Segnala una notizia
CUBI: 70 biblioteche uniscono le forze da Vimercatese fino a Milano­ Est

CUBI: 70 biblioteche uniscono le forze da Vimercatese fino a Milano­ Est

7 Marzo 2015

Dal 1^ marzo 2015 il Sistema Bibliotecario Vimercatese e il Sistema Milano­Est uniscono le forze. Il progetto si chiama CUBI.

Oltre un milione di libri, e­book, dischi e film in un unico catalogo online, 70 biblioteche sparse in 57 Comuni tra Vimercate, Melzo e Melegnano, piu’ di 150 operatori coinvolti in attività culturali e di promozione della lettura: questi i piu’ significativi numeri di CUBI: culture biblioteche in rete il nuovo ente che nasce dall’alleanza del Sistema Bibliotecario Vimercatese (SBV) con il Sistema Milano­Est di Melzo (SBME).

CUBI e’ operativo dal 1^ marzo 2015. Nel primo mese di attivita’ verranno riattivati gradualmente tutti i servizi bibliotecari di base su scala allargata. L’idea di fondere e potenziare la rete delle biblioteche ha preso forma nel novembre 2013 per decisione unanime delle Conferenze dei Sindaci dei due Sistemi, con l’approvazione di un piano di fattibilita’, attuato e formalizzato in meno di 15 mesi.

Aumentare le dimensioni della rete bibliotecaria porta vantaggi ai cittadini e ai Comuni che finanziano il servizio. I cittadini avranno a disposizione biblioteche che si rafforzano, grazie alla cooperazione su vasta scala con le altre biblioteche del territorio. Questo in pratica vuole dire: un catalogo a disposizione piu’ ampio, una rete di prestito interbibliotecario affidabile, gratuita e capillare, investimenti tecnologici pensati per semplificare la vita di tutti i giorni dei lettori: servizi online, aree wifi, offerta di ebook e quotidiani online fruibili da casa; senza dimenticare che la biblioteca e’ anche molto altro: un luogo dove incontrarsi, condividere stimoli e aggiornarsi.

Per i Comuni, dare vita a CUBI, vuole dire razionalizzare la spesa per garantire servizi bibliotecari e culturali, mantenendo alta la qualita’ dell’offerta. Si tratta di una sfida complessa nell’attuale contesto di riduzione delle risorse pubbliche; questo problema è diventato opportunita’ dando vita all’alleanza tra i due Sistemi Bibliotecari.

L’avventura di CUBI inizia nel 2015 con l’obiettivo, a rodaggio completato, di fare sistema al di là del solo ambito bibliotecario, mettendo in rete l’offerta dei Comuni aderenti per creare un solido polo culturale sul territorio.

Per Antonio Bruschi – Presidente del Sistema Milano­Est e Sindaco della Citta’ di Melzo ­ “la Pubblica Amministrazione è chiamata a ripensarsi e trasformarsi per tutelare quello che non puo’ venire meno anche in un contesto di difficoltà economica e di diminuzione delle risorse disponibili: la qualita’ della vita delle persone. Cio’ che offre una biblioteca pubblica e’ una parte importante di questa qualita’. Partecipare a CUBI è un modo per garantire questo risultato”.

“Migliorare i servizi riducendone il costo. È possibile a persone appassionate e capaci che lavorano nei nostri Sistemi Bibliotecari, attraverso l’innovazione” questo e’ la sintesi dell’on. Roberto Rampi ­ Presidente del Sistema Vimercatese – che precisa “CUBI e’ il coraggio di tanti Comuni a lanciare il cuore oltre l’ostacolo; in un momento difficile, è una scommessa che si lascia alle spalle paure e sicurezze e osa, mettendo insieme le energie migliori”.

CUBI: Culture | Biblioteche | in Rete www.cubinrete.it ­ [email protected]

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi