24 Giugno 2021 Segnala una notizia
Monza, area Cambiaghi: per fermare il degrado bagni pubblici murati

Monza, area Cambiaghi: per fermare il degrado bagni pubblici murati

31 Marzo 2015

A due passi dal Duomo di Monza, area Cambiaghi è spesso tristemente agli onori della cronaca cittadina. Bottiglie, sporcizia e degrado per mesi hanno reso la centralissima piazza “terra di nessuno”. Le lamentele da parte dei residenti della zona non sono mancate di certo. Oltre il piazzale anche i servizi igienici non hanno mai goduto di un’ottima reputazione e oggi sono proprio loro, i bagni pubblici, a far discutere ancora.

Se fino a qualche settimana fa erano adibiti a “monolocale” per ospitare un clochard, 48enne originario di Tangeri e in Italia dal 1989 (come riportato dal quotidiano “Il Giorno”, nell’articolo di Martino Agostoni, ndr.), oggi i bagni pubblici sono stati letteralmente murati. Una parete spessa di mattoni che ne impedisce l’accesso, non solo ai senzatetto della zona nelle ore serali, ma anche agli esercenti del mercato settimanale ed altri avventori in città.

monza area cambiaghi bagni pubblici murati mb2

Un provvedimento drastico che fa gravitare intorno a sè pareri contrastanti: «E’ la soluzione migliore, la sola che oggi si poteva prendere per evitare che il bagno si trasformasse in un ricovero notturno – ha commentato un residente della zona – La situazione è insostenibile: da troppo tempo ormai chiediamo che si metta fine al degrado presente. Certo è che così murati i bagni non potranno essere utilizzati neppure dai commercianti che il giovedì e il sabato occupano la piazza con le loro bancarelle: mi metto anche nei loro panni».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Commenti

  1. lasolunga dice:

    geniale! allora se si trovano i clochard che dormono dentro lo stadio che si fa? si murano gli ingressi del brianteo e non si vedono più le partite?!??

    • Al Brianteo risiede in pianta stabile un dipendente comunale che dovrebbe, e sottolineo l’uso del condizionale, fare da guardiano.

      • Darkkest dice:

        E con che autorità un semplice impiegato comunale può fare da guardiano? Non credo sia armato, cosa fa rischia la pelle per lo stipendio da fame del comune? Ma dai…

      • Lasolunga dice:

        Se è per quello credo che sia un dipendente del calcio Monza, quasi sempre alticcio

  2. Darkkest dice:

    Perfetto, così adesso si può pisciare direttamente sul muro dei bagni murati. Complimenti al genio che ha studiato sta pseudo soluzione invece di garantire la fruibilità e pulizia dei bagni pubblici a tutti. A gestire le cose così era capace anche un bambino.

    • E ‘ sufficiente puntare telecamere per evitare l ‘ inconveniente !.

    • Davide dice:

      Caspita ! Siamo daccordo.
      Aggiungo che dovrebbero garantire anche la sicurezza ma,anche questa,è un optional.

  3. Marco C. dice:

    Scommetto che è stata un’idea dell’assessore alla Sicurezza (un anno per realizzarla…) http://www.mbnews.it/2014/04/monza-sicurezza-interventi-furti-scippi/

  4. Se chi governa la città non avesse a cuore solo le zone in cui ha preso più voti… A qualche assessore devono piacere patchwork e cross, viste le buche e i “rattoppi” nelle vie del centro storico. Piazza Cambiaghi è un eclatante esempio di come ci si possa prendere cura del “bene comune”. In vista di EXPO, Monza oltre alla Villa Reale ha un altro bel “biglietto da visita” da presentare ai numerosi turisti che visiteranno la nostra città!

Articoli più letti di oggi