22 Giugno 2021 Segnala una notizia
Poste: chiuderanno gli uffici di Ruginello e Omate. Sindaci e cittadini infuriati

Poste: chiuderanno gli uffici di Ruginello e Omate. Sindaci e cittadini infuriati

5 Febbraio 2015

Entro aprile chiuderanno gli uffici postali di Ruginello di Vimercate e della frazione di Omate. Molte le chiusure annunciate in tutta la Lombardia.

Poste Italiane ha da pochi giorni annunciato una razionalizzazione dei suoi uffici postali in tutta Italia, soprattutto nei piccoli centri: a subire le maggiori chiusure la Lombardia, che soprattutto in provincia di Bergamo vedrà la chiusura di decine di sportelli. In Brianza saranno cinque gli uffici postali che abbasseranno la saracinesca entro aprile: Vimercate, Agrate, Briosco, Carate e Besana. Contrarietà al programma è già stata espressa più volte a gran voce dalla Cisl Lombardia nei giorni scorsi.

Nell’est Brianza chiuderà lo sportello della frazione di Vimercate, Ruginello, rimasto chiuso per diversi giorni negli ultimi tempi per aver subito una rapina. Vimercate manterrà quindi gli sportelli di Vimercate centro, in largo Pontida, e lo sportello di piazza Marconi, oltre alla succursale di Oreno.

Ad Agrate invece a chiudere, dopo la chiusura più di un anno fa della filiale presente al centro Colleoni, sarà quella della frazione di Omate: “Poste italiane andrà a togliere un servizio di pubblica utilità soprattutto a chi non ha la possibilità di muoversi in auto o chi ha problemi di mobilità – afferma il sindaco Ezio Colombo – mi sembra di capire che le Poste stiano diventando delle aziende che devono produrre degli utili e non più un servizio per il cittadino. Attualmente Poste paga al comune per l’affitto dei locali di Omate circa 6000 euro all’anno: la nostra proposta è di far pagare un cifra simbolica (500 euro circa) pur di mantenere il servizio nella frazione, ma purtroppo la decisione non sembra essere revocabile”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Commenti

  1. Questo è il risultato dopo anni in cui le poste si sono TRASFORMATE e sono diventate delle BANCHE a tutti gli effetti. Si nota, come sia di peso per i gruppi dirigenziali, mantenere il servizio pubblico di POSTA in senso lato a TUTTI i cittadini, togliere in una frazione come Ruginello ( quasi 2000 abitanti), un servizio IMPORTANTISSIMO soprattutto per gli anziani è una VERGOGNA. E’ chiaro lo scopo di tutto questo, in futuro sarà SVENDUTO tutto il servizio al miglior offerente, come successo con Telecom. Che TRISTEZZA questa Italia.

  2. Chi ci lavora non perde il lavoro ma viene solo trasferito in altro ufficio ( e non particolarmente distante ) mentre,i cittadini,possono tranquillamente cambiare ufficio postale o usare il metodo, più aggiornato, del banking “online”

    • Certo per gli anziani il banking online è il massimo, lo usano tutti i giorni.
      Non mi faccia ridere. Chi non ha la macchina ???

Articoli più letti di oggi