22 Giugno 2021 Segnala una notizia
Omate, scavi in piazza Trivulzio: spuntano reperti del 1700

Omate, scavi in piazza Trivulzio: spuntano reperti del 1700

6 Febbraio 2015

Mattoni e pietre probabilmente risalenti al 1700 sono venuti alla luce durante i lavori per il rifacimento di piazza Trivulzio ad Omate. Così da lunedì 16 partiranno gli scavi degli archeologi.

Piazza Trivulzio ad Omate è ormai dallo scorso maggio un cantiere, che entro l’estate dovrebbe dare una nuova fisionomia alla frazione di Agrate.

I mattoni e i ciottoli coperti dalla neve

I mattoni e i ciottoli coperti dalla neve

In questi giorni l’azienda che sta eseguendo i lavori ha iniziato a scavare in profondità per installare i nuovi pali della luce a pochi passi dall’ex casa del sacrista, alla destra dell’ingresso della chiesa. Il tutto sotto la supervisione di un esperto della sovrintendenza dei beni archeologici. E proprio durante questi scavi sono affiorati quelli che sembrano parti forse di un muro o una fondamenta: “Ad oggi vediamo solo la parte superficiale e non riusciamo per ora a capire di cosa si tratta – ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici, Simone Sironi – potrebbe trattarsi di un antica cascina di cui risulta la presenza già nel 1720 attraverso il vecchio catasto Teresiano. Ma solo il team di 4 archeologi che interverranno sull’area potranno dircelo”.

I lavori che si andranno ad eseguire saranno a carico del comune di Agrate: non si ha ancora certezza sui tempi e su quanto questo piacevole imprevisto possa allungare i tempi di realizzazione della nuova piazza.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Articoli più letti di oggi