16 Giugno 2021 Segnala una notizia
Mercato immobiliare: 1/10 a Monza è in vendita (anche se i prezzi scendono -1,4%)

Mercato immobiliare: 1/10 a Monza è in vendita (anche se i prezzi scendono -1,4%)

10 Febbraio 2015

Sono più di 31mila gli appartamenti in vendita tra Monza e la Brianza, si tratta di circa 3kmq, vale a dire circa 1 decimo della superficie del comune capoluogo. Per Monza l’indice di assorbimento annuale delle abitazioni in vendita si attesta al 30,6%, per la Brianza al 21,8%. Segnale positivo per le transazioni: si stima per il numero di compravendite una crescita rispetto al 2013 di 1% per Monza e +4,8% per la Brianza. Intanto i prezzi si contraggono ancora: in 6 mesi a Monza  -1,4%, in Brianza – 0,9%.

E sul mercato la domanda riesce ad assorbire circa il 23% dell’offerta. In particolare, nel capoluogo sono ad oggi 3.600 gli immobili sul mercato, con un indice di assorbimento annuale del 30,6%. In Brianza le 28mila unità immobiliari in vendita incontrano un assorbimento del 21,8% da parte della domanda. Il mercato immobiliare chiude il 2014 con un segnale positivo: si stima per il numero di compravendite una crescita rispetto al 2013 di +1% per Monza e di +4,8% per la Brianza. Emerge da una indagine dell’Osservatorio del Territorio e degli Immobili della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati F.I.M.A.A. Milano, Monza & Brianza e portali immobiliari.

“Per il mercato immobiliare della Brianza, rileviamo, così come era avvenuto nello scorso semestre, un andamento positivo sul numero delle transazioni che ci fa presumere una potenziale ripartenza. Finalmente ci si riavvicina, seppur timidamente, all’acquisto degli immobili, acquisto sostenuto anche dall’aumento delle erogazioni dei mutui, che il sistema creditizio concede di più anche se con prudenza – ha dichiaratoMauro Danielli Presidente dell’Osservatorio del territorio e dell’immobiliare della Camera di commercio di Monza e Brianza – Il momento è favorevole anche grazie ai prezzi appetibili e ad un’offerta sempre più consistente che sembra incontrare la domanda. Ad essere premiato nel 2015 sarà soprattutto il prodotto di qualità. Il mercato della prima casa sarà più vivace rispetto agli immobili di investimento, che risentono di una tassazione penalizzante. Tuttavia,  la presenza di immobili a prezzi altamente competitivi potrebbe ugualmente tentare gli investitori a cogliere delle buone opportunità.”

I prezzi a Monza I prezzi, complessivamente, si contraggono. Scendono mediamente  del -1,4% in sei mesi i prezzi delle abitazioni a Monza, con un costo medio di 1.934 Euro/mq. I prezzi più alti nel residenziale si registrano nel centro storico (3.029 Euro/mq, in sei mesi -2,1%) e nella zona Parco–Villa Reale (2.446 Euro/mq, -2,5% in sei mesi).

I prezzi in Brianza Per il prezzo delle abitazioni si registra una contrazione semestrale di -0,9%, con un costo medio di 1.305 Euro/mq Nel dettaglio delle macroaree, la Brianza del caratese presenta una variazione media semestrale per i prezzi degli appartamenti di -1,8%. Il vimercatese delle infrastrutture mostra una variazione media semestrale per i prezzi degli appartamenti di -0,5%, l’area del cesanese-desiano -0,4%. In Brianza i Comuni dove si registrano i prezzi medi più elevati sono Brugherio (1.878 Euro/mq), Vimercate (1.845), Vedano al Lambro (1.727 Euro/mq), Villasanta (1.595 Euro/mq). Comprar casa è invece più conveniente a Ceriano Laghetto (1.091 Euro/mq), Cogliate (1.097 Euro/mq) e Misinto (1.132 Euro/mq).

Gli affitti Scendono  i canoni di locazione a Monza (-1,2% in 6 mesi e un canone medio di 67 Euro/mq per appartamenti di oltre 70 metri quadri non arredati), mentre in Brianza si registra un -0,2% in 6 mesi, per un canone medio di 62 Euro/mq. I rendimenti annui si attestano sul 3,3% in città e in Brianza.

I dati emergono dalla“Rilevazione dei prezzi degli immobili sulla piazza di Monza e Brianza” sul II semestre 2014, promossa dalla Camera di commercio di Monza e Brianza in collaborazione con F.I.M.A.A. Milano Monza &Brianza aderente Confcommercio – Imprese per l’Italia e TeMA – Territori, Mercati e Ambiente S.c.p.a.

Il mercato delle locazioni, in numero di contratti conclusi, non conosce crisi. Sono in costante aumento le richieste e le conclusioni di affare sia nel residenziale che nei segmenti del non abitativo. La spinta è sostenuta dalla costante diminuzione dei canoni di locazione richiesti –  ha dichiarato  Giulio Carpinelli vicepresidente vicario F.I.M.A.A. Milano, Monza & Brianza e coordinatore della Rilevazione per Monza e la Brianza – Si registra il segno positivo, sempre per numero di contratti conclusi, anche per quanto riguarda i negozi, gli uffici e gli immobili a destinazione produttiva, indice di una voglia di intraprendere mai del tutto scomparsa. Le trattative si concludono solo per immobili di qualità, rispondenti a specifiche necessità di una clientela comunque cauta e prudente che vi si avvicina solo se i canoni richiesti non superano la soglia del budget in preventivo. In fase di start up è frequente comunque la conclusione di contratti a canone crescente, che garantiscono alla proprietà utili in linea con un mercato in previsione di crescita.”

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Commenti

  1. Italiasedata dice:

    31000 appartamenti in vendita, ma la cementificazione e la speculazione continuano inesorabili…indecente mancanza di lungimiranza e visione strategica..questi dementi che ci governano attuano le solite vecchie politiche anni 70, dimenticando che siamo nel 2015, il tutto per poter arricchirsi con il clientelismo…

  2. Siamo nella M. e si continua a cementificare e tassare i proprietari di casa…che schifo !

Articoli più letti di oggi