18 Giugno 2021 Segnala una notizia
Giovane morta nel dirupo: confessa omicidio il fidanzato, detenuto a Monza

Giovane morta nel dirupo: confessa omicidio il fidanzato, detenuto a Monza

18 Febbraio 2015

E’ detenuto nel carcere di Monza Emanuele Casula, il 18enne reo confesso dell’omicidio della sua ragazza e del tentato omicidio di un altro uomo, la mattina del 25 agosto scorso in Valtellina.

Casula, apprendista saldatore di origine sarda, ha raccontato al giudice di aver ucciso la fidanzata Veronica Balsamo, 23 anni, il cui corpo è stato rinvenuto in dirupo a Roncale (Sondrio). La prima versione del 18enne fu che Veronica era precipitata nel vuoto dopo essere scesa dall’auto troppo vicino al bordo di un dirupo, tesi alla quale gli inquirenti non avevano mai creduto. La vicenda infatti, era stata presto collegata all’aggressione di Gianmario Lucchini, 35enne chierichetto di Grosotto, colpito con un cacciavite la notte stessa in cui morì Veronica. Secondo la perizia psichiatrica presentata al Gip, Casula sarebbe parzialmente capace di intendere e di volere, socialmente pericoloso ma in grado di affrontare un processo.
La difesa ha sostento che il giovane quella notte fosse pienamente incapace di intendere e volere perché affetto da disturbo psicotico dovuto al consumo di cannabis.

Tradotto nel carcere di Monza, Casola è sotto stretta sorveglianza perché si teme possa cercare di togliersi la vita.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi