16 Giugno 2021 Segnala una notizia
Vimercate, aggredì l'arbitro: squalifica di cinque anni per giocatore 18enne

Vimercate, aggredì l’arbitro: squalifica di cinque anni per giocatore 18enne

24 Gennaio 2015

Dovrà scontare una squalifica dai campi di 5 anni il 18enne calciatore che nella partita fra San Fruttuoso e Robur Ruginello ha aggredito l’arbitro mandandolo all’ospedale.

E’ sabato 17 gennaio quando i calciatori degli juniores del San Fruttuoso Monza incontro a Vimercate i parietà della Robur Ruginello: durante la partita S.P. juniores del San Fruttuoso al 47esimo del secondo tempo, mentre la sua squadra si trova sotto per tre reti a due, come descritto nel comunicato del giudice sportivo, inizia a tirare pugni a terra e urlare “ammazzo tutti, ammazzo tutti”. L’arbitro decide quindi di espellere il ragazzo: nel momento in cui estrae il cartellino rosso, viene raggiunto e buttato a terra dal diciottenne con un pugno. Successivamente S.P. gli sale con le ginocchia sul petto e gli stringe la gola con le mani. L’arbitro perde i sensi per qualche secondo sentondosi soffocare: in quel momento gli altri giocatori e i dirigenti delle due squadre intervengono per allontanarlo a fatica.

L’arbitro viene portato negli spogliatoi in attesa dell’arrivo dell’ambulanza che lo porterà all’ospedale di Vimercate dove gli verranno diagnosticati tre giorni di prognosi per trauma cranico. La partita viene subito sospesa.

Oggi è arrivata la decisione del giudice sportivo: partita persa per 3 a 0 dal San Fruttuoso, 150 euro di ammenda alla società per responsabilità oggettiva e soprattutto sospensione per il giocatore fino al 15 gennaio 2015.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Commenti

  1. MassimoC dice:

    A mio avviso la sanzione avrebbero dovuto infliggerla solo al bulletto (perchè così va chiamato) autore dell’aggressione. Società, dirigenti e compagnia bella non c’entrano niente. Piuttosto, la sanzione andrebbe inasprita: 5 anni sono pochi, quel subumano ha rischiato di ammazzarlo, l’arbitro. Se non fossero intervenuti i suoi compagni a tenerlo, tranquilli che l’episodio sarebbe passato in cronaca nera.
    Io gli avrei dato la squalifica a vita, gente del genere non dovrebbe calcare il campo di una gara agonistica, è un pericolo per tutti.

    • Rischiato di ammazzarlo? ma cosa dici? 3 giorni di prognosi..Condanno il gesto,ma non parliamo di cose a sproposito tanto per parlare.

Articoli più letti di oggi