26 Luglio 2021 Segnala una notizia
Monza, il progetto per la nuova scuola di via Foscolo va in buca

Monza, il progetto per la nuova scuola di via Foscolo va in buca

9 Gennaio 2015

Le vecchie piste con le buche, curve sopraelevate e i trabocchetti sono nascoste da una selva di rovi e piante, i due edifici dove si ritrovano mazze e palline e dove si poteva bere anche una birra d’estate sono stati murati per evitare occupazioni abusive e il cancello è stato chiuso con una grossa catena. Ecco come appare il vecchio minigolf di via Ugo Foscolo, chiuso nel 2009 e da allora in attesa di un maxi progetto di recupero che dovrebbe portare alla costruzione di una nuova struttura scolastica da quasi 9 milioni di euro.monza-vecchio-minigolf-via-foscolo-mb

Un progetto rimasto a lungo chiuso nei cassetti dell’amministrazione comunale ma che adesso, dopo anni di attesa, sembra finalmente arrivato al rush finale.

Il progetto è simile a quello varato dalla giunta precedente, anche se sono state apportate alcune modifiche sostanziali. In particolare, è stata prevista la realizzazione di un giardino. La nuova scuola avrà una struttura complessiva di oltre 5 mila metri quadrati e sarà realizzata con materiali ecologici con certificazione energetica in classe A. La costruzione si svilupperà su tre livelli. Le aule, tuttavia, sono state ridotte da 24 a 20 e tutti i dettagli saranno svelati dall’assessora alle Opere pubbliche, Antonio Marrazzo, nel corso di un incontro alla fine del mese.

monza-vecchio-minigolf-via-foscolo-buca-mb

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Commenti

  1. MassimoC dice:

    Tutti soldi buttati.
    Ho i miei figli che vanno alla Citterio e alla Bellani e sono edifici che vanno benissimo. La storiella dell’amianto, che c’è, ma non è accessibile agli studenti e al personale in quanto contenuto soltanto nelle intercapedini dei muri portanti, è tutta una bufala per appaltare l’ennesima opera pubblica, che come sempre andrà ad ingrassare politici e amici di politici a suon di tangenti.
    Ma se proprio questi 2 edifici prefabbricati (che cmq svolgono il loro egregio lavoro da 30 anni, mica da ieri, e sono sempre andati benissimo) non piacevano, si poteva trasferire tutto nella scuola ex-Foscolo, in via Borsa, edificio storico chiuso da una vita e lasciato lì a marcire.
    Intanto con questo intervento se ne va una bella struttura, che tra l’altro consentiva di tenere a verde l’ultimo scampolo rimasto tale nella zona, dove d’estate era piacevole passare una serata all’aperto e che in ogni caso è stata sede di gare internazionali, che annoverava sia la specialità di minigolf che quella di miniatur-golf. Il fatto che i gestori fossero morosi di certo non può giustificare la cementificazione di quell’area.
    Vergogna!

    • Rino Monza dice:

      una scuola? su un terreno che in origine accoglieva una discarica!!!!!
      Chi manderebbe a scuola i propri figli in una ex-discarica?

Articoli più letti di oggi