05 Agosto 2021 Segnala una notizia
Monza, boato nella notte: fanno esplodere vetrata del supermercato

Monza, boato nella notte: fanno esplodere vetrata del supermercato

7 Gennaio 2015

Una tremenda esplosione nel cuore della notte ha devastato le vetrine del supermercato “In’s” di via Rota, a Monza. Il boato è stato udito anche a diversi isolati di distanza.

Gas o forse altri inneschi, posizionati da ignoti malviventi, questa notte verso le 4 hanno letteralmente mandato in frantumi la facciata del negozio di via Rota, svegliando numerosi cittadini che subito dopo hanno postato immediati commenti preoccupati sui social network. La vetrata davanti è andata in mille pezzi, mentre quella laterale su via Rovetta è rimasta su ma è in frantumi.

Obbiettivo dell’attentato era la cassa continua del supermercato, dalla quale sono stati portati via soldi ancora da quantificare. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco ed i carabinieri di Monza. Indagini in corso.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Commenti

  1. Cittadino dice:

    bella zona via rota…ehehhe

  2. stefano dice:

    Sentito da via maroncelli alle 3:33!

  3. Emilio Dilda dice:

    “siamo in guerra”. Ormai l’uso di acetilene, bombe, fucili da guerra sono all’ordine del giorno da parte di criminali pluripregiudicati i quali – se catturati dalle forze dell’ordine – sono bellamente rilasciati nel giro di poche ore, liberi di tornare ad operare contro tutto e tutti. La legislazione buonista vigente in Italia ne è la causa. I mandanti sono i politici e i giudici che – strano a dirsi – sono i meno colpiti da questi atti e che loro definiscono di “microcriminalità”. Quasi che il trovarsi derubati in casa e per strada sia meno oltraggiante. Che schifo!

    • MassimoC dice:

      Diciamo che nell’immediato questi reati sono il meno: infatti i supermercati sono assicurati, quindi non subiscono dano economico.
      Il fatto è che le assicurazioni a loro volta alzano i canoni dei premi, i quali inevitabilmente si riflettono sul prezzo finale dei beni e quindi sui consumatori. Quindi alla lunga il danno arriva anche ai cittadini comuni.
      Ben diverso è quando il reato colpisce direttamente i cittadini, vedansi furti negli appartamenti, cantine e box. Lì girano veramente le balle.
      Emilio dice una cosa giusta: il fatto che questi reati vengano minimizzati è davvero preoccupante: se non ci scappano morti o feriti persino le forze dell’ordine stentano ad uscire o arrivano dopo tempi biblici.
      Come dico sempre…. itaglia!

  4. “è rimasta su”

    i brividi…

  5. leggo “svegliando numerosi cittadini che subito dopo hanno postato immediati commenti preoccupati sui social network” cioè ti svegliano con una bomba e che fai scrivi su facebook? mah!

Articoli più letti di oggi