Quantcast
Minorenne di Concorezzo morto, è mistero. In coma l'amico di Vimercate - MBNews
Attualità

Minorenne di Concorezzo morto, è mistero. In coma l’amico di Vimercate

E' ancora un mistero cosa sia successo fra questa notte e questa mattina in via Ponti 16 a Vimercate, dove intorno alle 12.00 sono stati trovati un ragazzo in coma e uno senza vita.

vimercate-ragazzo-morto1

E’ ancora un mistero su cosa sia successo in via Ponti 16 a Vimercate, dove intorno alle 12.00 sono stati trovati un diciassettenne senza vita e un diciottenne in coma.

I FATTI- Approfittando dell’assenza dei genitori che pare fossero in vacanza in montagna, F.N. ha deciso di festeggiare il suo diciottesimo compleanno con gli amici. Da una prima ricostruzione pare che sia stata una festa tra una ventina di amici che a notte fonda, finiti i festeggiamenti, sono tornati a casa. Sono rimasti nell’abitazione di via Ponti solo F.N. e il suo amico Michael Minunno.
La madre questa mattina, 2 gennaio, ha chiamato più volte per sincerarsi della situazione, ma sembrerebbe non aver mai avuto alcuna risposta. Preoccupata ha quindi telefonato la donna delle pulizie che è andata a controllare. E’ stata proprio lei a fare la macabra scoperta: sul divano privo di vita c’era Michael Minunno di 17 anni. Poco distante il figlio dei padroni di casa, ancora in vita, ma non cosciente. E’ scattata subito la chiama al 118 e ai carabinieri che poco dopo, alle

vimercate-ragazzo-morto-312.30 sono intervenuti. Nella casa ancora visibile ciò era rimasto della festa della sera precedente.

F.N. è stato ricoverato in coma al San Gerardo di Monza in terapia intensiva. Per Michael invece non c’era più nulla da fare. Nell’appartamento è arrivato Salvatore Bellomo, titolare dell’indagine, e gli uomini della scientifica con il medico legale. Sul corpo non sembrerebbero esserci segni di violenza di alcun tipo e alle porte di ingresso e alle finestre non c’era alcun segno di effrazione. Domani verrà disposta l’autopsia sul cadavere del povero ragazzo, portato a Milano, per capire cosa l’abbia ucciso. Ancora riservata la prognosi del neo diciottenne. Sulle cause del decesso non si hanno ancora certezze: fra le ipotesi anche la possibilità di una caldaia malfunzionante, che ha colto nel sonno i due giovani. Ma saranno gli esami a dare una risposta certa.

Fuori dal cancello dell’abitazione amici e parenti si sono ritrovati per dare un ultimo saluto al ragazzo scomparso.

commenta