22 Agosto 2019 Segnala una notizia
#iosonohoudaemma. Continua la lotta per riportare a casa la piccola rapita

#iosonohoudaemma. Continua la lotta per riportare a casa la piccola rapita

19 Gennaio 2015

Sempre più persone sui social network stanno dimostrando la propria solidarietà nei confronti di Houda Emma, la bambina rapita 3 anni fa dal padre e portata in Siria.

A pochi giorni dal Natale del 2011 Mohammed Kharat, già separato dalla moglie Alice Rossini, dicendo che avrebbe portato la bambina a fare un giro l’ha rapita e con una complice l’ha portata in Siria, suo paese natale. Da quel momento la mamma Alice, che vive a Velasca, non è più riuscita a vedere la sua piccola, se non in foto. Foto che il padre ha consegnato una prima volta alla “Iena” Pablo Trincia, durante un tentativo di fargli riportare a casa la piccola e una seconda volta direttamente ad Alice, che pochi mesi fa si è recata, sempre grazie al programma di Italia Uno le Iene, al confine con la Siria, parlando con il padre.

Alice Rossini

Alice Rossini

Il padre, ad un emissario lingua madre mandato dal programma Mediaset, aveva chiesto un riscatto per riportare la piccola a casa. Ad Alice invece aveva promesso che le avrebbe riportato la piccola il giorno seguente: una promessa non mantenuta. Che si somma al silenzio ormai diventato imbarazzante da parte delle istituzioni, che in questi anni non hanno mai dato una risposta ad Alice.

“La risposta della Farnesina è che non riescono a mettersi in contatti con il mio ex marito – ci spiega Alice – ma come tutta Italia ha visto, per ben due volte i giornalisti delle Iene sono riusciti a incontrarlo e hanno tentato di aprire una trattativa. Purtroppo l’attenzione mediatica verso il caso di Emma non è così forte per muovere la Farnesina come recentemente successo”.

Pochi giorni fa la Farnesina è infatti riuscita a liberare le due giovani volontarie, Greta e Vanessa, riportandole a casa dalle loro famiglie, sembrerebbe pagando un lauto riscatto ai rapitori. Lo stesso potrebbe essere fatto con la piccola Houda Emma: proprio in questi giorni per sensibilizzare la Farnesina decine di persone stanno pubblicando sulla pagina facebook di “Alice Houda Rossini” una foto con un cartello con scritto “Io sono Houda Emma” oppure sulla pagina “Noi siamo tutti la piccola Houda Emma Kharat”.

Tutte le foto, che invitiamo i nostri lettori a pubblicare, verranno presentate al ministero degli esteri per chiedere per l’ennesima volta l’attivazione di un canale di dialogo per far tornare Emma da sua mamma Alice.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Articoli più letti di oggi

Ospedale San Gerardo, dopo i monitor arrivano i totem per il self check in ambulatorio

Da qualche giorno sui quattro piani della Palazzina Accoglienza dell’ospedale San Gerardo, sono attivi nuovi totem per agevolare l’accesso del cittadino agli ambulatori e per gestirne la chiamata.

Temporali su Monza: strade allagate e sottopasso con mezzo metro di acqua

A seguito del forte acquazzone verificatosi questa mattina, gli agenti della Polizia Locale hanno proceduto alla chiusura temporanea del sottopasso che conduce alla SS 36.

Monza, movida di via Bergamo: parte la denuncia del ‘comitato Monza civile’

I rappresentanti del sodalizio hanno segnalato ai carabinieri l'episodio di un concerto improvvisato con bongo e chitarre.

Monza, via Calatafimi: è allerta per lo spaccio di droga ai giardini pubblici

Un residente della zona ci ha segnalato il preoccupante via vai, soprattutto serale, di piccoli criminali e clienti. L'assessore Arena assicura controlli e si lamenta della legislazione nazionale.

Monza, alla Boscherona il Controllo di Vicinato denuncia il degrado

Nel quartiere a due passi dalla Villa Reale i cittadini lamentano i bagni abusivi dei nomadi nel canale Villoresi, i parcheggi selvaggi e le infrazioni viabilistiche. La replica dell'assessore Arena.