24 Giugno 2021 Segnala una notizia
Emergenza profughi, nasce il "modello Brianza"

Emergenza profughi, nasce il “modello Brianza”

23 Gennaio 2015

Utilizzare i profughi in lavori socialmente utili e favorirne così una migliore integrazione. In sintesi è questo l’obiettivo che si propone di raggiungere il progetto per la gestione dell’emergenza immigrati che la Prefettura di Monza ha inviato al ministero dell’Interno.

Gigi Ponti

Gigi Ponti

Fra la prefettura e le amministrazioni comunali del territorio si è tenuto un incontro per fare il punto e per tracciare una strategia comune. La parola d’ordine è responsabilità, in primo luogo nella gestione del flusso di cittadini extracomunitari, con l’obiettivo di fornire accoglienza dignitosa ai migranti, in attesa che vengano espletate le procedure di richiesta di protezione internazionale. “L’ospitalità che ci viene richiesta è per noi un dovere di civiltà – ha detto il presidente della Provincia, Gigi Ponti – Un dovere che va incontro ai diritti che spettano ai rifugiati politici”.

Ma la novità è il piano per far impegnare i profughi in opere a vantaggio della collettività. La Prefettura e la Provincia attendono da Roma un inquadramento normativo grazie al quale si potrà persino parlare di “modello Brianza”. Dal marzo del 2013 la Brianza ha ospitato 610 profughi e quelli attualmente presenti sul territorio sono poco più di 300. Prefettura e Provincia li hanno distribuiti su tutto il territorio. Un po’ per ogni Comune, ma fra i sindaci brianzoli cominciano a crescere frizioni e attriti proprio su questo tema. In gioco, fra l’altro, c’è anche la gestione della prima accoglienza.

L’orientamento confermato anche da Ponti è di allestire due o tre mini hub. Uno nella Brianza Ovest, uno a Est e il terzo, se serve, nella zona centrale. Ciascuno dovrebbe essere in grado di ospitare al massimo 30 persone per un periodo non superiore ai 15 – 20 giorni. Le ipotesi sul campo, che stanno facendo discutere, sono realizzarle a Mombello di Limbiate e a Vimercate.

In foto una delle strutture (a Vimercate) che è stata oggetto di sopralluogo.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Commenti

  1. E dar da lavorare ( e favorire il rientro al lavoro ! ) per i cittadini italiani che non hanno più occupazione ?

    • I cittadini italiani non contano più nulla.

      A molti di loro sta anche bene.

      Tanto hanno dormito per anni.

      Adesso emigrino in Africa.

      Purtroppo nei Paesi africani però , non lasciano entrare cani e porci come in Italia.

      Specie se hanno la pelle bianca : che siano un tantino razzisti ?

  2. Per il Partito Democratico gli immigrati sono una risorsa.

    Qui : http://www.romatoday.it/cronaca/video-buzzi-soldi-zingari-immigrati.html

    Ma non vi vergognate nel fare i negrieri ?

    Un tempo la Sinistra non era questa fogna qui.

    E Forza Italia cosa fa ?

    Regge il sacco ai ” comunisti ” , come li chiamava Silvio prima di diventare il loro zerbino ?

    • wonpaulus1 dice:

      devono andarsene tutti a casa loro perché non sono profughi ma delinquenti ,manteniamo i cittadini italiane che ne anno bisogno non loro e ce ne sono molti######################

Articoli più letti di oggi