30 Luglio 2021 Segnala una notizia
Opere d'arte rubate al patron Rolex, recuperate. E tre (famose) erano a Monza

Opere d’arte rubate al patron Rolex, recuperate. E tre (famose) erano a Monza

22 Dicembre 2014

Mobili d’epoca, quadri e opere per tre milioni di euro rubati al Patron di “Rolex”, recuperati da due imprenditori, una parte era anche a Monza.

Nello scorso week-end i Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica di Perugia, insieme ai Carabinieri del Tutela Patrimonio Culturale di Monza e Firenze hanno recuperato preziosi, mobili d’epoca e opere d’arte, per un valore di circa tre milioni di euro. L’operazione ha visto anche la partecipazione del personale della Polizia di Ginevra. La refurtiva era il frutto del furto messo a segno nello scorso mese di aprile presso la tenuta – nei pressi di Ginevra – di Patrick HEINIGER, già amministratore della Società “ROLEX”, defunto nell’anno 2013.

Le iniziali indagini svolte dalla Polizia Elvetica hanno permesso di arrestare i tre autori del furto, tra cui due cittadini italiani. Nel prosieguo delle stesse indagini è emerso emergeva il coinvolgimento di altri due elementi – anch’essi italiani – che avevano il compito di portare in luogo sicuro la refurtiva e cercare di trarne il maggior vantaggio economico.

Attraverso rogatoria internazionale, è stato richiesto il coinvolgimento dei Carabinieri della Sezione di PG di Perugia dove risiedono due imprenditori E.A. di 53 anni e di B.A. di 47 anni. Gli accertamenti hanno permesso di appurare il loro  effettivo coinvolgimento nel furto, con il compito di trattenere la refurtiva e cercare di “piazzarla” nel miglior modo possibile. I due imprenditori sono stati denunciati, in stato di libertà, per ricettazione.

Le perquisizioni, effettuate al termine di accertamenti e riscontri, hanno consentito di recuperare la quasi totalità delle opere d’arte e della mobilia asportata, che era nella disponibilità dei due soggetti umbri. Mancavano all’appello tre dipinti che sono stati rintracciati e sequestrati, in Monza, dai militari di quel Nucleo Tutela Patrimonio Culturale, dove erano stati portati per farli valutare.

Tutta la refurtiva è custodita in luogo opportuno, in attesa di essere restituita ai legittimi proprietari.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi