Quantcast
Monza, da FB alla strada: i cittadini hanno paura e chiedono più sicurezza - MBNews
Attualità

Monza, da FB alla strada: i cittadini hanno paura e chiedono più sicurezza

Furti in appartamento, tentati rapimenti di cani: sono queste le segnalazioni emerse dai presenti.

monza gruppo facebook riunione cittadina furti cani mb

Dai social alla strada per parlare di furti in  appartamento e persino tentati rapimenti di cani. I cittadini di Monza vogliono ritrovare la tranquillità. E ieri sera, in viale Lombardia, la prima riunione organizzata tramite Facebook. Al centro del dibattito il tema della sicurezza che per molti, nell’ultimo periodo, si è andata persa.

“Organizzata all’ultimo, di fretta e senza troppe pretese: in tanti sono venuti a questa riunione cittadina – spiega Fabrizio –  La numerosa partecipazione ha fatto capire come ci sia bisogno di ritrovare la tranquillità di poter girare con il proprio cane per strada, o poter chiudere la porta di casa senza la paura di ritrovarla svaligiata. È un piccolo passo certo, ma qualcosa si è mosso”.

Da frasi scritte su uno smartphone a strette di mano: il tema della sicurezza ha portato all’incontro tra le venti e le trenta persone. Per il momento nessuna denuncia o esposto è stato presentato: “Chi ha visto ha paura di esporsi – spiegano i presenti – Non ci sentiamo più sicuri. Siamo scioccati”. Si teme soprattutto per donne e anziani che, specie nelle ore serali, portano a spasso il loro amico a quattro zampe.

Stando alle loro testimonianze nelle ultime settimane a Monza si aggirerebbe un furgone con a bordo due uomini intenzionati, parrebbe, a “rapire” i cagnolini residenti a Monza. “Occhi aperti in zona San Fruttuoso, esattamente verso via Monte Cervino – dice Cristiano -Domenica scorsa sono passato con il mio cane, vicino a me anche una signora con il suo, quando due ragazzi, probabilmente di origine straniera e dalla corporatura robusta, hanno guardato con insistenza sia il mio che il cagnolino della donna. Chiaramente non avevano buone intenzioni”. Questo però, stando ai loro racconti, non sarebbe il solo caso: “Qualche giorno fa una signora ci ha raccontato che  in zona Parco hanno cercato di forzare la portiera della sua macchina al cui interno era seduto un cane. Fortunatamente la padrona si era allontanata solo per pochi istanti, giusto il tempo di pagare il parcheggio, e i malintenzionati non hanno avuto il tempo di agire”.

Furti in appartamento, invece, ci sarebbero stati in via Monte Bianco, anche nelle ore diurne, ai danni di anziani o lavoratori.

Ora chiedono un maggior presidio della zona da parte degli organi competenti e nel frattempo faranno “squadra” organizzando uscite di gruppo con i propri amici a quattro zampe così da non essere mai soli.

commenta