02 Agosto 2021 Segnala una notizia
Metro a Monza, promessa lunga 80 anni. Comitati: "Vogliamo i fatti"

Metro a Monza, promessa lunga 80 anni. Comitati: “Vogliamo i fatti”

23 Dicembre 2014

La metropolitana a Monza continua a far discutere. Un regalo atteso sotto l’albero da oltre ottant’anni. “Sembra incredibile, ma è proprio così” spiega il comitato San Fruttuoso 2000 che da parecchi mesi ormai si batte affinchè la Metropolitana nel capoluogo brianzolo non rimanga solo sulla carta. Da tempo infatti il gruppo di monzesi supporta la sua richiesta attraverso una raccolta firme (ad oggi ne ha già raccolte oltre 4mila), abbracciata anche dal vicino comune di Lissone.

«Natale del 1933. Monza trova sotto l’albero un progetto di riqualificazione urbanistica che prevede una ferrovia metropolitana. La città ha lanciato un concorso di idee al quale partecipano quattro studi di progettazione. Vincitore risulta il piano denominato CMNP22, messo a punto da un gruppo di quattro professionisti coordinati dall’architetto razionalista Aldo Putelli, lo stesso che ha disegnato la sede
GIL (oggi “Binario 7”). – spiega il comitato attraverso una nota – Putelli guarda a Parigi e Versailles. Nella capitale francese la prima linea metro è del 1900, l’anno dell’Expo, ed è quanto di più moderno e rivoluzionario sia immaginabile in termini di trasporto pubblico. “Necessaria e impellente” tra Monza e Milano, dicono i progettisti. Come usava all’epoca, la proposta Putelli è clamorosa».

metro monza progetto comitato san fruttuoso 1Il comitato cittadino spiega come il progetto prevedesse di spostare il Lambro in un nuovo alveo artificiale all’esterno della città, per usare la sede naturale del fiume, coprendola, come galleria del metrò. Alle spalle della stazione ferroviaria, verso ovest, la metropolitana era previsto salisse in superficie per poi collegarsi a Milano sulla direttrice oggi seguita dalla M1.

«Sono più di ottant’anni, quindi, che ai monzesi viene prospettata l’idea di una metropolitana. – sottolineano –  Promessa registrata in tutti i Piani Regolatori successivi, dal 1935 a oggi.»
Isabella Tavazzi comitato san fruttuos 2000Ora le promesse al comitato non bastano più e chiede a gran voce di passare ai fatti. “Leggendo i documenti ufficiali, si evidenzia una cosa: si ripetono per decenni gli stessi
identici ragionamenti su mobilità e traffico, tanto che le osservazioni degli anni trenta risultano valide ancora oggi. Poi in concreto mai niente. Ma adessobasta: è il momento di passare finalmente ai fatti, utilizzando in modo
intelligente i rilevanti fondi europei disponibili per queste opere pubbliche” ha detto Isabella Tavazzi, portavoce dell’Associazione HQMonza.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Commenti

  1. Giuseppe dice:

    Lo so: a Monza vorreste la Metro. Ma almeno avete il treno. A Vimercate (altro progetto di prolungamento della Metro) invece ci sono ancora i pullman. E il progetto credo sia stato accantonato. Però i soldi per le autostrade “faraoniche” (BrebeMi, TEEM, collegamenti vari con Segrate, ecc.) li hanno trovati. Non c’è niente da fare: in Italia il trasporto pubblico è una presa in giro (almeno in confronto al resto d’Europa).

    • RenziMatto dice:

      forse non lo sai che a segrate c’è l’aereoporto e tra 4 mesi c’è lexpo? e devo fare la metropolitana per voi a vimercate? dai su fai il serio.

  2. RIPARLIAMONE TRA ALTRI 80 ANNI !

    • Certo…. è così che incassano fior di tasse da noi, ma a Monza non danno mai niente… non sappiamo chiedere e pretendere! I soldi per le opere pubbliche ci sono, o vanno altrove o vengono qui. Voi cosa preferite?

  3. Il tunnel è stato chiesto dai comitati monza ovest per evitare che venisse realizzata una superstrada inaccessibile (dedicata solo all’attraversamento) in superficie, per più di metà in sopraelevata e con rampe a ridosso dei balconi delle case fino dentro via Romagna, così come gli enti pubblici avevano progettato. Hanno peggiorato le cose? Non direi proprio…
    Quanto ai problemi segnalati, il Comune li ha ben presenti (grazie alle regolari e insistenti proteste dei comitati) e già nel 2015 dovrebbe risolverli tutti, inclusa la riqualificazione del tratto di viale Lombardia compreso tra la rotonda nord e piazzale Virgilio. Ma non illudiamoci che le code nelle ore di punta spariscano: ci sono in tutto il mondo, Monza non fa eccezione.
    Infine, per la metropolitana, può trovare anche su questo sito tutte le spiegazioni delle ragioni per le quali è più che legittimo chiederla. L’abbiamo già pagata, tra l’altro.
    C’è chi si da da fare e chi sa solo borbottare… Buon Natale e Buon Anno.

    • Cittadino dice:

      l’assessore promise i lavori nel tratto del rondò per “i primi mesi del 2014”. Visto che sei un tuttologo del tunnel, nando, dovresti saperlo.Siamo già in ritardo di un anno buono..se ci mettono la stessa celerità che hanno messo per il sottopasso assurdo di via stradella, ne riparliamo tra qualche anno.

  4. Meno male che c’è il tunnel, non ti ricordi che code c’erano una volta sotto Natale? Da paura!!!

  5. La galleria è costata 100 milioni, 250 sono stati spesi a Cinisello. Prego informarsi prima di dire c****te.

    • Cittadino dice:

      si è l’altra sera i regali li ha portati babbo natale. vatti a leggere quanto è costato il sottopasso di via stradella( 4 anni di strada chiusa per 60 metri di sottopasso,inutile e sproporzionato) anche quello è “sopratunnell. Riguardo ai lavori nel 2015, NON CI CREDO, perchè già nel 2013 l’assessore promise che dalla rotonda d’uscita al Rondò avrebbero sistemato entro l’estate del 2014. siamo a gennaio 2015 e non hanno fatto nulla!!(a parte delle striscie per parcheggi che hanno ridotto i posti auto e non aumentati…

  6. ArtigianoMB dice:

    Io passo nella galleria oppure sopra a seconda del lavoro che devo fare e lo faccio tante volte al giorno a tutte le ore e tutti questi problemi non li vedo. Dalle 16 alle 20 entrare in Monza è facile, andate a vedere come si ingorgano le uscite della Statale per Lissone e le altre cittadine. Ma non siete mai contenti però a Monza!!!

    • cittadino dice:

      mi piacerebbe sapere da dove entri tu in monza dalle 16 alle 20.non certo da lissone, dove la coda inizia alla rampa prima del tunnel a causa del geniale semaforo di via montelungo, voluto non si sa da chi ne perchè(visto che prima non c’era e porta al nulla.) altro semaforo idiota quello del guastalla,dove arrivando da via ticino si sta fermi per…andare dritto! senza possibilità di immettersi. Nando, basta con sta leggenda delle rampe nei balconi,ormai il tunnel c’è, non importa se i monzesi non lo usano.così comìè,senza rampe per potervi accedere, è di attraversamento. e sopra si fanno 4 semafori, visto che non si è in grado di prevedere un’onda verde.

  7. ma come ti permetti? guarda che è tutto perfetto cosi com’è, l’hanno detto anche il sindaco e l’archistar quando sono venuti a fare visita alla piastrellata più lunga d’Italia

Articoli più letti di oggi