02 Agosto 2021 Segnala una notizia
Lettera al giornale. Treno arriva lungo in stazione e... ciò che segue è incredibile

Lettera al giornale. Treno arriva lungo in stazione e… ciò che segue è incredibile

16 Dicembre 2014

Buonasera,

Vorrei denunciare un fatto successo questo giovedì mattina 11 dicembre con Trenord.

Ho preso il treno delle 8:39 da Desio, in ritardo di una dozzina di minuti abbondanti. La fermata successiva è stata Lissone. Il treno qui si è fermato quasi completamente oltre la banchina e ha aperto le porte. La gente non poteva né scendere né salire, poiché al di fuori della banchina – a parte il terreno pieno di sassi e buche – il suolo era molto più basso rispetto alle vetture… qualche ragazzo è riuscito a salire perché si è aggrappato agli scalini aiutato dai compagni, ma la maggior parte delle persone è rimasta a terra (aggiungo che il treno precedente portava a sua volta ritardo – mi hanno detto di mezz’ora, non ho visto il cartellone – quindi vi era un bel po’ di gente ansiosa di salire per raggiungere i luoghi di treno4studio e lavoro!).
A un certo punto il capotreno è sceso per vedere la situazione e si è messo proprio davanti al mio finestrino, quindi ho sentito bene cosa ha detto alle persone, inoltre le porte aperte del treno facilitavano l’ascolto. Dato che in moltissimi urlavano disperati per lo stress della situazione, il capotreno si è messo urlare a sua volta, esclamando: “Insomma, qui nessuno può sbagliare?” e poi ha rassicurato tutti che avrebbero chiuso le porte del treno e che questo avrebbe fatto marcia indietro per permettere alle persone di salire. Invece, appena il treno ha chiuso le porte, è andato via.

Allego le foto che ho fatto dall’interno della mia vettura – e io ero in una delle vetture di coda – da cui si vede come il treno fosse già oltre banchina. Una mia amica di Lissone rimasta a terra si è così innervosita che non ha pensato a fare a sua volta le foto dall’esterno, purtroppo.

Inutile dire che, come pendolare, nel corso degli anni ho visto diverse “scene” di questo tipo. Sui disservizi Trenord non faccio commenti a riguardo: a che serve? Penso, dall’altra, che noi pendolari dovremmo essere più uniti e coerenti nel farci rispettare e chiedere rimborsi. Non riuscendo ancora a trovare questa “unità”, intanto vi segnalo la vicenda.

Grazie per l’attenzione,

Lettera Firmata

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Commenti

  1. In questo caso una bella tirata al freno d’emergenza aiuterebbe il capotreno a rispettare la parola data…poi però bisogna essere coesi e uniti nel non aver visto chi ha tirato la leva…

    • A-lex hai proprio ragione ! ma sai anche che chi è già sul treno non vuole assolutamente fermarsi e neppure fare “azione di squadra” contro TRENORD. Quindi tutti sarebbero lì a “massacrare” quel povero idealista che ha tirato il freno a mano. Su questo sopravvive TRENORD e quella sottospecie di sottoservizio ferroviario che dicono di fornirci!

  2. E’ un errore un po’ grave non fermarsi in tempo ad una fermata con centinaia di persone in attesa, con visibilità perfetta e con un treno che ferma in tutte le stazioni!

Articoli più letti di oggi