16 Giugno 2021 Segnala una notizia
Totalizzazione dei contributi. L’esperto risponde

Totalizzazione dei contributi. L’esperto risponde

17 Novembre 2014

Buongiorno,
sono stato un lavoratore dipendente del settore privato per 19 anni, ed ho versato contribuzione quindi all’INPS. A inizio 2014 sono stato licenziato, adesso vorrei aprire la partita iva e cominciare a lavorare come agente di commercio aderendo al regime dei minimi. Non ho ancora minimo 20 anni di contributi Inps per la pensione, i nuovi contributi che dovrò versare come rappresentante si cumuleranno ai 19 anni di contributi versati da dipendente? Può consigliarmi cosa fare se, fare versamenti volontari all’Inps per raggiungere 20 anni?

Buongiorno,
sicuramente avrà la possibilità di utilizzare l’istituto della totalizzazione dei contributi, che può essere invocata da tutti i lavoratori dipendenti, autonomi e liberi professionisti. Sono molti i lavoratori iscritti alla Gestione separata Inps che utilizzano e utilizzeranno la totalizzazione per accedere al pensionamento, in quanto i contributi non possono essere ricongiunti ad altra cassa o fondo di previdenza.
Mi permetto di segnalarle che essendo lei stato licenziato, probabilmente attualmente stà usufruendo dell’ASPI e tale indennità le da diritto alla copertura figurativa del periodo di percezione dell’ammortizzatore, che andrà ad aggiungersi a quella già versata come lavoratore dipendente. Inoltre, se dovesse intraprendere un’attività di lavoro autonoma durante la percezione dell’Aspi, potrà chiedere di ricevere il periodo residuo di Api in un’unica soluzione.

Saluti
Ezio Davide Cigna
Inca Cgil Monza

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Ezio Cigna


Articoli più letti di oggi