23 Settembre 2019 Segnala una notizia
Villa Reale ospita Steve McCurry: una mostra che va "Oltre lo sguardo"

Villa Reale ospita Steve McCurry: una mostra che va “Oltre lo sguardo”

30 Ottobre 2014

Un fenomeno unico nel suo genere,  a suo modo una pop star, da cui ci aspetta sempre un nuovo “concerto”, un fotografo più unico che raro, per usare solo due parole: Steve McCurry. Oggi, 30 ottobre, la Villa Reale di Monza apre le sue porte alla grande arte del fotografo americano con una mostra, “Oltre lo sguardo”, che promette di lasciare tutti senza fiato.  150 immagini, tra le icone più celebrate e scatti completamente inediti: chi ama il genere non può mancare questo appuntamento.

Steve-Mc-Curry-Monza-mb (1)Foto grandi, grandissime, poggiate sulle installazioni di Peter Borgazzi, disposte secondo un percorso “libero”, che non vuole “costringere” il visitatore in un tour guidato bensì renderlo artefice della sua personale mostra. “Oltre lo sguardo” è un invito a gettare il cuore oltre l’ostacolo, è immaginare oltre le apperenze. Ed ecco che grazie a quei 150 scatti non si può non rivivere quei luoghi e quegli istanti magistralmente immortalati. La location monzese si sposa con l’arte di McCurry: le fotografie abitano il luogo e diventano un tutt’uno.

La prima rassegna stampa italiana dedicata a Steve McCurry, allestita a Milano nel 2009, ha permesso al grande pubblico di scoprire la sua straordinaria produzione fotografica, andando oltre la sua icona più celebre “La ragazza afghana”, copertina solo qualche anno prima di National Geographic. Da allora si sono susseguiti altri appuntamenti, uno più suggestivo ed emozionante dell’altro. In cinque anni hanno visitato le sue mostre oltre 5oomila visitatori.

Steve-Mc-Curry-Monza-mb (20)Ma chi è Steve McCurry? Nato a Philadelphia, Pensilvenia, ha studiato presso la Pennsylvenia State University, prima di iniziare a collaborare con un quotidiano locale. Freelance per diversi anni, ha compiuto il suo primo viaggio in India con solo una sacca di indumenti, una colma di pellicole, e la sua compagna di una vita: la macchina fotografica. Da allora è una escalation di viaggi ed emozioni nei sei continenti: uno tra tutti quello in Afghanistan dove ha ritratto la ormai celebre “ragazza dagli occhi verdi”. La sua produzione fotografica è a tutto tondo: conflitti, antiche tradizioni, volti. Il filo conduttore è l’emozione (oltre che la magistrale tecnica ndr.). Ha ricevuto i maggiori riconoscimenti mondiali: la Robert Capa Golden Medal, il National Press Photographers Award, solo per citarne alcuni. E’ stato inoltre il primo a vincere quattro World Press Photo.

Ma ora permettetemi un commento personale: ho visto la mostra in anteprima e posso dire di essermi emozionata dall’inizio alla fine. 150 foto una più bella dell’altra, tutte capaci di trascinarti “Oltre lo sguardo”. Ho avuto l’onore e il privilegio di conoscere Steve McCurry e posso affermare quanto sia, oltre che un grande artista, anche un grande uomo: disponibile e gentile con tutti. Non si è sottratto a foto, autografi e strette di mano per oltre due ore.

Un’esperienza fotografica unica che vi consiglio.

STEVE McCURRY OLTRE LO SGUARDO
Villa Reale di Monza
Secondo Piano Nobile
30 ottobre 2014 – 6 aprile 2015

 Foto di Lucilla Sala

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Commenti

  1. Paolo Bartoli dice:

    Le immagini di Steve McCurry sono fantastiche, eccezionali ed emozionali.
    Peccato per l’allestimento della mostra a Monza, che ritengo di scarsa qualità:
    – alcune immagini NON sono illuminate (non nel senso che sono illuminate male, ma che sono al buio !!)
    – altre immagini sono illuminate talmente male che hanno riflessi di luce pazzeschi
    – alcune sale della Villa sono così piccole da costringervi a guardare bellissime fotografie 1×2 metri a 1 metro di distanza
    – dove sono le didascalie? sarà pure creativa l’installazione, ma le didascalie sono poste – posso dire ? – a casaccio, bisogna cercarle…
    Proprio un peccato perché le immagini di McCurry sono proprio belle… forse bisogna vederle altrove, magari meglio in un libro!!

Articoli più letti di oggi

Il Monza rispetta la tabella segreta: vince 3:0 a Lecco, mercoledì arriva il Siena

Inevitabilmente soddisfatto, a fine partita, mister Cristian Brocchi per la 'quinta sinfonia' suonata dalla sua orchestra. Presente anche Silvio Berlusconi.

Monza, X Factor sbarca alla Candy Arena di viale Stucchi

Comune e Vero Volley affitteranno l'impianto per 80 giorni. Probabile trasloco della società sportiva a Busto e a Cinisello.

Nuova vittoria per il Seregno: 1-0 in casa contro Brusaporto

Al 37' gol del Seregno: Bertani trasforma il calcio di rigore con freddezza e potenza. La squadra di casa vince 1-0.

Pedemontana e diossina, il sindaco: “Seveso non ha alcuna intenzione di subire”

Soddisfatto il sindaco di Seveso, Luca Allievi: «Il risultato ottenuto è il frutto di un lavoro congiunto di diversi comuni della zona. Per noi salute e sviluppo del territorio non devono più essere in antitesi».

Vero Volley Saugella Monza d’argento alla Girl League 2019

Le baby monzesi guidate da Maria Luisa Checchia salgono sul podio della manifestazione per il secondo anno consecutivo. Centenero: "E' stato comunque un successo".