Economia

Tasse locali, il “j’accuse” dei sindacati contro i Comuni brianzoli

Cgil, Cisl e Uil puntano i loro riflettori sulla disorganizzazione e sugli aumenti costanti.

bollettini-postali-mb

Dito puntato contro le amministrazioni comunali brianzole. Dalle organizzazioni sindacali del territorio sono piovute pesanti critiche nei confronti delle giunte municipali locali per la gestione della fiscalità.

monza ufficio tributi via arosio mb 1

Code all’Ufficio Tributi via Arosio Monza

I cittadini, dicono i sindacati, già alle prese con una pressione senza pari, hanno dovuto patire anche la confusione dei Comuni, i loro errori e mancanze che hanno finito per trasformare i brianzoli in veri e propri “sudditi”, prigionieri di una situazione quasi kafkiana grazie alle quale sapevano di dovere pagare, ma non quanto.

Mercoledì mattina Cgil, Cisl e Uil hanno così convocato una conferenza stampa per fare il punto della situazione sulle tasse che i brianzoli sono costretti a pagare. Tasi, Irpef, Tari, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Di certo, sottolineano i sindacati, oltre alla disorganizzazione delle amministrazioni, c’è un aumento esponenziale. I sindacati parlano del 130% nel giro di pochi anni. “I Comuni hanno dimostrato idee confuse e poca preparazione – hanno sottolineato -. Basti dire che solo due amministrazioni, Meda e Desio, si sono presa la briga di spedire a casa il bollettino con l’importo da pagare, ma purtroppo il calcolo era sbagliato”.

Ancora in temi di aumento, i sindacati hanno messo sotto i riflettori l’incremento registrato dall’Irpef, che dal 2006, in media, è passato da una percentuale di 0,22 a una di 0,58. In sostanza, più del doppio.

I sindacati chiedono così alle amministrazioni un impegno più puntuale su questo fronte e maggiore organizzazione, soprattutto per evitare che a rimetterci siano le classi più deboli. Un esempio: solo otto Comuni su 55 hanno adottato accorgimenti a favore degli anziani ricoverati in Rsa e quindi con la residenza in luogo diverso da quello della loro abitazione.

commenta