Boomerang Villa Reale, la Lega chiede le dimissioni di Scanagatti

Il Carroccio ha pubblicato on line un video con le dichiarazioni del sindaco contro l'appalto per il recupero dell'ex reggia. Il consigliere Villa ha paragonato Mariani a Talamoni.

villa reale cerimonia fine lavori scanagatti mb

La Lega Nord chiede le dimissioni di Roberto Scanagatti. Villa Reale è il motivo per cui il primo cittadino eletto nella primavera del 2012 se ne dovrebbe andare. Anzi, dicono i leghisti, se ne drovrebbe andare per la posizione politica e le dichiarazioni rilasciate allorquando l’ex sindaco di Monza, Marco Mariani, a capo di una giunta targata Pdl – Lega, spianò la strada all’appalto per il recupero dell’ex reggia sabauda. Scanagatti, assieme al Pd e al mondo ambientalista locale promosse infatti un ricorso al Tar contro il bando, sostenendo che si stava “svendendo la Villa ai privati”.

Ora, per i la segreteria cittadina del Carroccio è arrivato il momento della resa dei conti. I lavori in Villa sono terminati, migliaia di persone accorrono un po’ da tutti gli angoli della Provincia di Monza e delle Province limitrofe per vederla, ma secondo la Lega il vero artefice di tutto questo non è Scanagatti che occupa la poltrona di sindaco, ma Mariani, al quale dovrebbe essere reso merito.

Simome Villa, consigliere comunale, l’ha paragonato al beato Talamoni, che col suo voto impedì la demolizione dell’Arengario. “Mariani, invece, ha salvato la Villa dal deagrado creando anche un’occasione di lavoro per molto giovani”.

Per Federico Arena, segretario cittadino, è arrivato dunque il momento che Scanagatti rassegni le dimissioni. “In questa vicenda – ha dichiarato – è riuscito a sintetizzare tutti i mali che allontanano la gente dalla politica”. E per chiarire meglio la propria posizione, la Lega ha deciso di pubblicare in internet (Facebook, Twitter e Youtube) un video con le dichiarazioni di Scanagatti e di spingere le circa 11 mila persone che al tempo firmarono la petizione per il ricorso di intraprendere una sorta di class action o contro ricorso per sottolineare come la loro firma venne sostanzialmente carpita con una serie di mistificazioni.

 

Le dichiarazioni di Villa in conferenza stampa:

Un intervento di Roberto Scanagatti quando era all’opposizione nel 2011:

commenta