22 Settembre 2021 Segnala una notizia
Twirling: due atlete di Nova sfideranno il mondo a Nottingham

Twirling: due atlete di Nova sfideranno il mondo a Nottingham

28 Luglio 2014

Sono pronte a partire per i campionati mondiali. Pronte a rendere grande la Brianza all’estero. Elisa Matozzo e Ilaria Interligi, due altete dell’ASD Twirling Nova Milanese allenate da Cristina Laudicina, prenderanno parte con il Team Italia ai prossimi Mondiali di Twirling che si terranno a Nottingham dal 7 al 10 di agosto.

Interligi-Matozzo-by-RenoldiMBNews le ha incontrate per voi cercando di raccogliere le emozioni non di due semplici atlete ma di due vere stelle di questa disciplina. Disciplina che affonda le sue origini nelle lontante isole Samoa nell’Oceano Pacifico quando delle danzatrici usavano esibirsi con bastoni colorati. Nel tempo però lo scopo ludico di intrattenimento viene abbandonato per evolversi in un vero e proprio sport, caratterizzato dall’uso di un attrezzo denominato bastone e da movimenti del corpo che seguono con armonia una base musicale.  In Italia la federazione (FITW) nasce nel 1974 che fra l’altro anticipa quella mondiale (World Baton Twirling Federation – WBTF) fondata nel ’77 a Londra.

Le atlete di Nova Milanese stanno spopolando per fama e bravura: Ilaria, 19 anni, è l’attuale campionessa italiana in carica mentre Elisa, diciassette anni a settembre, è appena rientrata dalla Coppa europa di Wurzburg con al collo un prezioso bronzo nel free style senior.

Come è nata la passione per questo sport se possiamo dire un po’ insolito e meno conosciuto?
Cosa spinge una giovane a praticare questo sport?

Twirling1-by-Renoldi«Ho iniziato la mia carriera sportiva con il nuoto – racconta Ilaria – , ma poco dopo mi sono accorta di voler provare uno sport più femminile. Ho scoperto questa disciplina grazie alle  mie vicine di casa che già lo praticavano. Ho fatto una prova, avevo 4 anni, e da subito hanno visto le mie potenzialità. Da allora non l’ho più lasciato».

Anche Elisa ci racconta come per caso si sia avvicinata a questo sport: «Ho iniziato a 5 anni nella società di Cormano. Quando ero piccola, alla scuola dell’infanzia, hanno distribuito dei volantini sul twirling con la possibilità di fare delle prove. Ho deciso di provare e mi hanno subito presa. Nel frattempo praticavo anche nuoto sincronizzato ed equitazione».

Da quanto tempo fate parte del Team Italia?

«Il Team è un progetto nuovo che è iniziato quest’anno. Come solista nel free style sono in nazionale già da qualche anno – dichiara Ilaria – e ho avuto la possibilità di partecipare a europei e mondiali». Anche Elisa farà parte della squadra nazionale italiana: «Sono contentissima di poter partecipare ai mondiali come team purtoppo non potrò presentare il programma da solista perché ho partecipato qualche settimana fa alla Coppa Europa di Wurzburg».

Quanto impegno richiede questo sport? Ci raccontate com’è uno vostro allenamento tipo?

Twirling14-by-Renoldi«La preparazione si suddivide in due. Gli allenamenti da soliste li effettuiamo nella nostra palestra a Nova Milanese, hanno la durata di tre ore quattro volte alla settimana. Per il Team ci incontriamo all’impianto sportivo di Cantalupa a Torino, circa una volta al mese nel weekend e si lavora dalla mattina alla sera sia sabato che domenica. Durante l’estate siamo impegnate in ritiri e collegiali in giro per l’Italia, da poco siamo infatti rientrate dal Sestriere. Insomma nei mesi estivi siamo sempre al lavoro».

Quanto è diffuso questo sport in Brianza? Ci sono altre società brianzole nei dintorni?

«Negli ultimi anni stanno nascendo molte società nuove. In brianza oltre alla nostra associazione sportiva c’è l’ASD Twirling Cesano Maderno. La Lombardia, il Piemonte, il Veneto, la Sicilia sono le regioni principali in cui si pratica questa disciplina».

Il prossimo impegno importante saranno i mondiali di Nottingham: quali programmi porterete e quali sono le vostre aspettative?

Twirling7-by-Renoldi«Insieme faremo parte del Team e presenteremo un esercizio nuovo sulla base Rhapsody in blue. Tutti i componenti della squadra sono elementi forti che da anni sono in nazionale come solisti, quindi abbiamo grandi aspettative – commentano all’unisono Ilaria ed Elisa – speriamo di presentare al meglio il nostro esercizio e di centrare il podio».  Elisa medagliata alla recente Coppa Europa di Wurzburg non potrà partecipare a questi mondiali come solista mentre Ilaria oltre a far parte del team, presenterà lo short program e il free style. «Nell’individuale porterò un esercizio dove interpreterò il personaggio di un lupo. E’ il primo mondiale che faccio da senior, l’anno scorso all’Europeo sono arrivata quarta, quest’anno a Nottingham spero di entrare nella finale a 10».

Dopo il mondiale quali saranno i vostri impegni?

«Dopo il mondiale ci concederemo 15 giorni di relax e vacanza. A settembre si ricomincia la stagione: inizieremo con la preparazione fisica, per poi proseguire a ottobre con la costruzione dei nuovi esercizi, inventati da un coreografo francese. Se dovesse continuare il progetto del Team Italia a ottobre ci saranno di nuovo le selezioni, ma ancora non sappiamo i criteri di valutazione per le ammissioni. Il vivo della stagione inizierà a marzo con le prime gare».

Che consigli potete dare ai piccoli atleti che si avvicinano per la prima volta a questo sport?

«Le caratteristiche principali, che un piccolo atleta che decide di avvicinarsi a questo sport, deve avere sono  la pazienza e la costanza. Mai mollare o darsi per vinti, bisogna continuare a provare e riprovare per raggiungere un obiettivo. Non solo pazienza e costanza ma anche agilità, scioltezza e espressività. Questo sport richiede infatti sia una componente tecnica che artistica: durante l’anno ci è capitato di seguire delle lezioni molto divertenti con dei mimi di teatro per migliorare la nostra capacità espressiva».

Il sogno nel cassetto di ognuna di voi?

Twirling2-by-Renoldi«Il mio sogno era poter eguagliare un’atleta della mia società che ha vinto per molti anni il titolo di campionessa italiana da solista, quest’anno ho centrato l’obiettivo – commenta emozionata Elisa – e ai mondiali di Nottingham sarebbe un fantastico arrivare in finale». Anche Elisa ci svela il suo sogno: «Quest’anno ho partecipato alla coppa Europa, l’anno prossimo vorrei partecipare all’europeo e continuare a far parte della squadra nazionale»

Il prossimo appuntamento, da non perdere, di Elisa e Ilaria sarà il Gran Galà del Twirling della Nazionale italiana che si terrà sabato 2 agosto alle ore 21.00 al Palavela di Torino dove Elisa e Ilaria insieme agli altri componenti del team si esibiranno in vista del prossimo impegno di Nottingham.

Un in bocca al lupo per questa nuova importante avventura da parte di tutta la redazione di MBNews.

Foto di Luca Renoldi

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lucilla Sala
Lucilla Sala, sportiva, giornalista e fotografa per passione. Sono cresciuta in palestra praticando ginnastica artistica e ne ho fatto una professione. Dal 2009 collaboro con il quotidiano online MB News per la rubrica sport, cultura ed eventi. Sono creativa, spontanea e amo perdermi nei romanzi che non finiscono mai. Mi piacciono le belle foto e ho una passione smisurata per i viaggi! Segnalatemi gli eventi di Monza e Brianza a [email protected]


Articoli più letti di oggi