20 Settembre 2021 Segnala una notizia
Tra le polemiche Monza approva il bilancio. Sassoli: "Sarà un autunno di lacrime e tasse"

Tra le polemiche Monza approva il bilancio. Sassoli: “Sarà un autunno di lacrime e tasse”

21 Luglio 2014
Fumata bianca in consiglio comunale: terminata la sessione di sedute più calde, Monza ha il suo bilancio di previsione 2014. L’approvazione è giunta al termine di una seduta fiume a mezzanotte circa, non senza però qualche mal di pancia da parte dell’opposizione.
Nella convocazione dell’Assise cittadina martedì scorso, i gruppi di minoranza avevano già espresso il proprio disappunto circa la ristrettezza dei tempi utilizzati per discutere e approvare uno dei provvedimenti più importante per la città. Malumori manifestati anche sulla questione “innalzamento delle tasse”.

Il bilancio si  assesta a 127.682.180 euro: tra le novità l’aumento dell’addizionale Irpef in maniera progressiva in base alle fasce di reddito (esenti coloro che guadagnano meno di 15mila euro l’anno). Alla fascia 15.000-28.000 euro si applica lo 0,65%, alla fascia 28.000-55.000 lo 0,70%, alla fascia 55.000-75.000 lo 0,75% e alla fascia oltre 75.000 euro lo 0,80%. Per quanto riguarda la Tasi non sono previste detrazioni per i figli e, anzi, l’unica detrazione possibile è quella che riguarda le rendite catastali: saranno tolti 60 euro a tutte le abitazioni principali con rendita catastale inferiore a 300 euro. Rimane invariata l’aliquota base, che per tutti i monzesi sarà pari al 2,5 per mille sulla rendita catastale.

Martina Sassoli

Martina Sassoli

«Incapaci di razionalizzare e ottimizzare le spese hanno solo continuato la tradizione della sinistra italiana: aumentare le tasse. – ha commentato il consigliere di Forza Italia, Martina Sassoli, astenutasi dalla votazione –  Quella che tentano di far passare come una manovrina (che tale non è) porterà l’incremento del prelievo a soglie mai viste prima nella nostra città, con un versamento direttamente dall tasche dei contribuenti alle casse della giunta di 18 milioni di euro in più (tra Irpef, Tari e Tasi) che si aggiungeranno agli oltre 73 milioni di tasse comunali previste. Detrazioni o esenzioni? Ben poche, praticamente l’unico esercizio svolto per questo bilancio è stato aumentare tutte le voci di introito certo che, ovviamente, è la tassazione. L’ennesima stangata che colpisce tutti senza la minima considerazione delle condizioni economiche e sociali che già di per se piegano le famiglie. Inevitabilmente dice la giunta. Per me oltre che inemendabile è semplicemente invotabile. Ora bisogna solo vedere se PD, IDV, Sel e Lista Faglia che hanno votato così convintamente questo bilancio, avranno la stessa convizione nello spiegare ai cittadini l’autunno di tasse e lacrime che li aspetta».

Anna Martinetti

Anna Martinetti

Contraria anche la posizione espressa dal capogruppo di Una Monza per Tutti, Anna Martinetti: «Il mio voto e’ stato non favorevole su tutti gli oggetti discussi! In modo particolare contro l’aumento dell’Irpef comunale. Contraria anche al bilancio perché non ci riconosciamo nella programmazione e in molti progetti politici della giunta».

Paolo Piffer

Paolo Piffer

Al termine della serata sono giunte a stretto giro anche le considerazioni del capogruppo di CambiaMonza, Paolo Piffer: “Un Bilancio che vede aumentare le tasse in un periodo già difficile per tutti. Questa cosa non piace a noi e non piacerà a molti monzesi. Amministrare un Comune vuol dire anche prendere decisioni difficili e assumersene le responsabilità, ma questo il Sindaco lo sa meglio di tutti.
Capitali importanti sono previsti per l’edilizia scolastica e le strade, e questo è un bene. Speriamo che presto il governo centrale si renda conto che non si può continuare a tagliare i trasferimenti ai comuni che sono la vera anima del paese. La cosa che più ci fa arrabbiare è che i partiti rappresentati a Roma sono gli stessi che abbiamo a Monza, ma pare che non si parlino proprio, o comunque di sicuro che non si capiscano“.

Marco Lamperti

Marco Lamperti

 

Posizione totalmente differente, quella espressa dal consigliere del Pd, Marco Lamperti, che all’operato dell’amministrazione guidata da Roberto Scanagatti volge un plauso: «Il bilancio di quest’anno è stato redatto in una situazione non difficile, ma di più. Il mio sincero plauso all’Amministrazione Scanagatti che è riuscita comunque ad approvare il documento di previsione, garantendo tutti i servizi necessari. Chi paragona la situazione tributaria di qualche tempo fa con quella odierna o si è dimenticato completamente delle riforme in termini di fiscalità comunale e dei tagli operati dai governi che si sono avvicendati negli ultimi anni, o è interessato ad allestire il solito teatrino che vede l’avversario modificare le aliquote perché è intrinsecamente cattivo. Ho sentito tante parole in aula, ma nessun suggerimento reale su come dare ai monzesi i servizi fondamentali senza toccare i tributi. Quali tributi son stati toccati poi? La TASI? E’ stata introdotta quest’anno non certo dal Comune di Monza, ma da leggi di ordine nazionale per coprire, anche se non in toto, i tagli che Roma ha operato in questi anni. La TARI? Grazie a particolari operazioni finalizzate al ridimensionamento del costo del servizio rifiuti, costerà mediamente il 5% in meno rispetto alla sua antenata TARES. L’IMU? Le aliquote sono sostanzialmente invariate. L’addizionale IRPEF? Io ho un reddito che si aggira attorno ai 15mila euro: pagherò meno di 3 euro in più al mese, ma permetterò alla città di avere le risorse necessarie per garantire i servizi fondamentali e per coprire il pagamento dei mutui che l’amministrazione precedente aveva acceso per finanziare le spese di investimenti e che ora gravano sulla parte corrente».

Alessandro Gerosa

Alessandro Gerosa

Voto favorevole anche da parte del gruppo di Sel: «Un buon bilancio di cui abbiamo apprezzato particolarmente la spesa importante destinata al recupero della maggior parte degli alloggi di edilizia popolare inagibili, per il diritto all’abitare, coma la scelta di non tagliare la manutenzione delle strade, le politiche sociali verso i più deboli e l’istruzione. – ha commentato Alessandro Gerosa – Ci lascia invece meno soddisfatti uno stanziamento un po’ troppo esiguo alle politiche giovanili e in particolare sul tema dell’aggregazione e della socialità. Speriamo che dalla lotta all’evasione fiscale e dalla spending review possano venire dei fondi per rimpinguarlo in sede di assestamento».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Commenti

  1. Sergio Andreani dice:

    Quando ad Autunno arriveranno le proteste il Sindaco cialtrone Scanna-gatti dirà che “….la colpa è di Roma che ci taglia i fondi ! “.

    Peccato che a Roma governi un altro cialtrone del PD chiamato Renzi.

    La Tessera ad Honorem della Lega Nord è assicurata.

    • pacific man dice:

      Sergio sem semper li, se la Lega (che non ascolto più per fortuna) non si batte per l’Indipendenza versando il proprio sangue, paghiamo e stiamo zitti! va la’ che a Roma i leghisti si sentono prima tutti italiani 😀

      • Sergio Andreani dice:

        Versare il sangue quando hai attorno gente come te che non capisce nemmeno le parole, non serve a nulla.
        Almeno per adesso.
        A meno che a versare sangue non sia un tipo come Gesù di Nazareth.

        • pacific man dice:

          Guardati Braveheart, paragonalo al Bossi dei giorni nostri e rifletti prima di sparare minchiate

          • Sergio Andreani dice:

            Quì se c’è un apostolo delle minchiate sei tu.
            Braveheart era un nobile ed ebbe il coraggio di sfidare gli inglesi : ecco perchè il popolo lo seguiva.
            Non mi pare che in Italia i Nobili ( leggi industriali ) si siano mai distinti per coraggio : semmai per servilismo.

          • pacific man dice:

            E il simpatico senatur perché non si é mai ribellato fino in fondo, quindi non venire qui a sfogarti facendo slogan ai quali nemmeno tu (se hai un cervello) puoi credere, io sono per l’indipendenza totale, le chiacchiere da trota e co. le lascio ai pagliacci col foulard verde

          • Sergio Andreani dice:

            Il Senatur si è beccato qualcosa come 200 processi per reati di opinione : meno male che non si è ribellato fino in fondo !
            Tu sei per l’ indipendenza totale ma non hai mai rischiato una mazza….
            Sei un poveraccio…

          • pacific man dice:

            No caro, io dico soltanto che la Lega doveva andare fino in fondo allla Secessione se proprio voleva il consenso popolare di massa, se avesse mantenuto la coerenza, ora saremmo già in Padania vista la crisi che ci sta affossando, poche balle, il Bossi invece ha pensato prima al suo interesse piazzandosi a Roma e poi al suo popolo, sputtanandosi poi con il resto della destra e così via, é vero, ha ragione sciur Andreani, io non ho mai rischiato un cazzo, ma vale davvero la pena morire x questi qua? La lega é morta da anni, il poveraccio é lei che ancora non se n’é reso conto, rifletta e mediti, magari si illumina in questa notte priva di stelle.
            la saluto

          • Sergio Andreani dice:

            Nel 1999 la Lega passò da oltre il 10 % di voti al 4,5 % perchè la Stampa fece credere che Bossi trattasse con Milosevic : tu probabilmente sei stato uno di quelli che levarono il consenso alla Lega ?

            Da lì in poi fu costretto a ri-allearsi con Berlusconi

            E con cosa la vuoi fare la Secessione se non hai nemmeno i voti , piccola capra ?

          • pacific man dice:

            E’ e rimane una suo opinione, ma mi creda, se Bossi avesse mantenuto la coerenza, ora staremmo qui a parlare di un altro paese…. Non ho votato per Renzi, non lo farò mai, viste le sue alleanze da poltrona, ma voterò chi vuole veramente cambiare questo paese, prima c’era la lega, ora c’é Grillo. Con la violenza non si risolve nulla, ne sanno qualcosa i palestinesi moderati, l’unica arma é la protesta e il voto di protesta.
            Pacificamente
            Pacific man

          • Sergio Andreani dice:

            Vedo che mi dai ragione : ogni codardo dice di essere un pacifista, proprio come lei.
            Poi va a puntare il dito contro Bossi…
            E vota un idiota come Grillo.
            Con la violenza non si ottiene nulla : gli ebrei il loro Stato come pensi che lo abbiano costruito ?
            Mettendo i fiori dentro i cannoni ?
            Per fortuna non sono tutti codardi come te , piccola volpe italiana..
            Vai ! Pedala……tanto in breve sarai deluso anche da Grillo : i codardi sono sempre delusi dagli “altri” per nascondere il fatto che sono delusi da se stessi.

          • pacific man dice:

            Non si permetta di darmi del codardo, leoncino da tastiera del piffero, non sa nemmeno chi sono, quindi occhio. Il codardo in realtà é lei, che ha un nome e cognome fasullo: Non esistono di Sergio Andreani a Monza, quindi non faccia il finto personaggio, io perlomeno rispetto le idee degli altri, il deluso é lei, che che oltre a essere impotente é omosessuale latente. Isaraele cmq ha torto

          • Sergio Andreani dice:

            Come fa a sapere che non ci sono Sergio Andreani a Monza ?
            Lavora per caso all’ Anagrafe ?

          • pacific man dice:

            Magari sonon un’alta carica dello Stato, o un massone… sta di fatto che lei mente

          • Sergio Andreani dice:

            Che lei sia massone è pittosto difficile, dato il livello di cultura.
            Non ha risposto comunque alla mia domanda : di conseguenza quello che mente è lei.
            Probabilmente ha consultato l’ elenco del telefono e, non trovando il mio nome, è saltato subito alle conclusioni : conclusioni idiote, ovviamente.
            Piccolo particolare : quando mai ho scritto di essere residente a Monza ?
            Mi piacerebbe inoltre sapere come fa a capire se io sia o meno omosessuale latente e impotente : se me lo spiega le sarei grato per l’ eternità.
            Si tratta forse di adoperare una nuova App di Google ?

          • pacific man dice:

            Uhi uhi l’Andreani si sente toccata…

          • Tu invece pirla sei un codardo o una merdaccia?

          • Sergio Andreani dice:

            Sono come tua madre….

          • pacific man dice:

            E quelli delle casse del carroccio? ne vogliamo parlare? C’erano anche soldi suoi….

          • Sergio Andreani dice:
          • andrea r dice:

            Era un’altra epoca…. sergio compra una vocale

    • Marco Lamperti dice:

      Se a Roma si son inventati la TASI è perché nell’ottica del federalismo fiscale è impensabile non applicare un’imposta sulla prima casa.
      Due volte è stata tolta e due volte si è dovuta re-inserire. Diciamocelo: la TASI è l’IMU sulla prima casa con aliquote più basse, ma con detrazioni inferiori (= meno equità).

      Il problema è che nell’ottica proprio dell’autonomia finanziaria dei comuni è normale che aumentino i tributi degli enti locali a fonte dei tagli dei trasferimenti. Roma, però, in parallelo dovrebbe diminuire la tassazione nazionale.

      • E invece l’aumenta … chissà come mai … eh ???

        • Lamperti dice:

          Si. Appunto. Sono il primo contribuente ad incazzarmi per questo.

          • Sergio Andreani dice:

            In compenso a Roma sono stati regalati altri soldi dato che ha buchi per Miliardi di euro.

            Peccato che Roma già riceveva i soldi grazie alla legge per ROMA CAPITALE a titolo di rimborso per i disagi ( sic ) che subisce per il fatto di essere la Capitale !

    • Marco Lamperti dice:

      Dimenticavo: la colpa è anche di chi ci ha preceduto che finanziava la spese di investimento accendendo mutui. I quali finiscono poi nelle spese correnti degli anni successivi. E come si finanziano le spese correnti? Tributi.
      Non la condanna come scelta, perché ogni Giunta legittimamente prende le sue decisioni, però se ne deve assumere anche le responsabilità.
      Contraendo quei mutui la Giunta Mariani sapeva che avrebbe innalzato la spesa corrente degli anni successivi.

      • Sergio Andreani dice:

        Se la Giunta Mariani ha fatto questo, ha fatto bene.
        Non ha fatto ne più ne meno quello che fanno centinaia di Comuni del Sud : peccato poi che loro vengano premiati con il ripiano dei buchi di bilancio e i Comuni del Nord bastonati.
        D’ altra parte al Sud non sono imbecilli come i Brianzoli.
        ( ….ci vuole anche poco ! )

        • Marco Lamperti dice:

          Ok, però sappiate che la modifica delle aliquote è una responsabilità condivisa con la precedente Giunta.

  2. luca jov dice:

    Vorrei chiedere ai politici come posso pagare le tasse e il mio mutuo!

    • Marco Lamperti dice:

      Ha ragione. E la capisco. Ho 27 anni, uno stipendio non particolarmente alto e un contratto che non dà la possibilità di contrarre mutui.
      Sarò anche un politico (mi fa ridere definirmi così, ma vabbé), ma verso in situazioni economiche non particolarmente diverse rispetto al monzese medio.

      • Slobodan Rockefeller dice:

        si però fai parte di un ‘partito che conbtribuito attivamente a creare questo scempio. quindi fai poco l’agnellino che cà nisciuno è fesso, come si dice a trento.

        • Marco Lamperti dice:

          Concordo che chi mi ha preceduto ha contribuito a scelte sbagliate.

          • Ma… veramente chi ha preceduto il Pd in città non ha alzato le tasse. Chi invece vi ha preceduto al governo, chi era? oh, guarda, ancora il Pd… e chi prima? oh guarda, ancora il Pd…. ah, già, dimenticavo, la colpa è degli altri, sempre, non dell’incapacità di gestire una situazione che non capite… e se davvero le condizioni economiche fossero asfittiche (come nel primo intervento) una persona saggia, avveduta e capace, non avrebbe dato il proprio assenso. ah, pardon, ma avrebbe significato mettere a rischio la cadrega… ah beh, allora…. la colpa è degli altri.

          • Il Lamperti é ancora giovane, quando si renderà conto, vedrete che diventerà anche lui grillino, e glielo auguro!

          • Lamperti dice:

            O magari insieme ad altri giovani si cambia il PD. Io non ho ancora perso le speranze

          • pacif man dice:

            ta l’augùri de còr ma l’é veràment dùra bagai

          • Attenzione perchè quello che fa la sinistra non è dovuto ad incapacità (per carità, c’è anche quella), ma soprattutto al perverso disegno dell’ESPROPRIO PROLETARIO che la sx non ha mai messo in archivio. Una volta si trattava di esproprio proletario (diciamo alla Robin Hood … togliere ai ricchi per dare ai poveri … quando la sx era ancora un pochino il partito dei LAVORATORI); ora che la sx è diventata il partito dei CAPITALISTI (Montezemolo, Benetton, De Benedetti, Gavio … e tanti tanti altri) … si è trasformata nello Sceriffo di Nottingham (togliere ai poveri e agli sfigati per compiacere i SUOI PADRONI)…..

          • Lamperti dice:

            Stavo parlando del PD in termini di molte riforme del mercato del lavoro fatte male.
            Chi prima non le ha aumentate faceva bilanci sulle spese correnti da 118 mln con uno storico da 133. Non ho ancora capito come facessero a garantire i servizi. Ah giusto, era il bilancio 2012, quello che abbiamo chiuso noi con manovre da trapezisti.

          • Sergio Andreani dice:

            Può ringraziare soprattuttoTiziano Treu ( PD ) : ma il suo partito per anni ha citato solo Biagi.

            Anzi , ha evitato persino di citarlo perchè, dato che è stato ammazzato dalle Brigate Rosse, voleva evitare che diventasse un martire : di conseguenza invece di dire LEGGE BIAGI, avete sempre parlato LEGGE 30 sul lavoro.

            Stessa cosa hanno fatto quelli di Rifondazione Comunista e del Sel.

            Neanche il più verme di un Gesuita averebbe potuto essere più viscido….

  3. x tutti i politici: i servizi da garantire sono due. SICUREZZA E STRADE-MARCIAPIEDI A POSTO.(e non riparare le buche dopo 6 solleciti all’ufficio strade..ad esempio!) altro sono aria fritta.come le politiche giovanili per gli sbandatie il “diritto all’abitare”…la casa non è un diritto,la casa te la devi COMPRARE come tutti.

    • Marco Lamperti dice:

      Con servizi si intendono anche asili, servizi sociali, istruzione, mense scolastiche, sicurezza, servizi al cittadino, personale, etc.. che stanno nelle spese correnti.
      Lei parla di spese di investimento che sono altra cosa in un bilancio comunale e vengono finanziati in altro modo.

      Comunque quest’anno la priorità è stata data proprio ad interventi manutentivi (scuole, strade, marciapiedi, case comunali).

      • pacific man dice:

        Lamperti é l’unico del PD che mi piace, fermo restando che continuerò a votare per Grillo finché Renzi inciciucia con il simpaticissimo Alfano e il giovane Berlusconi….

      • ah, quindi la manutenzione ordinaria delle strade ed il pattugliamento sarebbero investimenti?
        Complimenti Lamperti, lei sì che capisce di bilancio pubblico… mi domando come faccia a votare una cosa che non comprende…
        PS: tra i servizi che il Comune deve garantire, c’è anche il trasporto pubblico su gomma in ambito urbano, attraverso la contribuzione al bacino di riferimento e la pianificazione chilometrica.
        Come mai questo servizio è stato vigorosamente tagliato nel gennaio 2013, mai più ripristinato, ed ora vengono aumentate le tasse a fronte di minori servizi, talvolta peggiori?
        non mi dica che è colpa degli altri, perché ormai è il secondo bilancio che questa giunta elabora.
        Come fanno certi sindaci a gestire tutto senza far pagare imu, tasi, irpef?
        Sono dei maghi oppure si rifiutano di fare i gabellieri?

        • Lamperti dice:

          No. Pattugliamento l’ho messo in spesa corrente appunto (voce sicurezza). Legga bene sopra. È un servizio.

          Parlo di manutenzioni straordinarie io e le nostre strade e case comunali han bisogno di quelle ora.

        • Lamperti dice:

          La nostra IMU è tra le più basse della regione. Sulla TASI ammetto che qualcuno è riuscito ad azzerarla. Sull’addizionale IRPEF la invito a guardare negli altri comuni. Della regione. Prendiamo Varese? Capoluogo leghista simile a Monza hanno addizionale allo 0,8 per tutti con soglia di esenzione a 8000 euro.

        • Lamperti dice:

          Ribadisco poi che a fronte di aumenti di gettito fiscale le entrate son comunque inferiori rispetto a 4-5 anni fa. Il problema sta lì: il cittadino paga di più e il comune ha meno risorse. Per questo a fronte di servizi identici o leggermente ridimensionati si paga di più.

          • Sergio Andreani dice:

            Questo grazie alla legge sul federalismo di Bassanini : vostro uomo.
            Mooooolto intelligente !

          • pacific man dice:

            Riguardo al diritto d’abitare, dica al sciur Gerosa che si può abitare anche in provincia di Lodi, Sondrio, Mantova… perché ancora alloggi popolari a Monza?? Io sono un fesso che ho speso 350.000 euro???

  4. allargodainullapensanti dice:

    a proposito di cialtroni ed imbecilloni il solito eunuco leoncino da tastiera non esime il suo nanocefalo. I suoi amici forzaitaloti i e leghidioti si vede bene che sconquassi han combinato anche loro con aumenti ben evidenti. DEl recente passato si ricorda solo con vergogna la pizza in consiglio e la rissa serale coi carabinieri di un sindaco che mi pare non fosse proprio lucido!!! Ma per piacere!!!

    • pacific man dice:

      Ma compatiscilo, come minimo é convinto che Salvini sia un grande statista… Uno che chiede di fare un vagone in metrò per soli milanesi é da ricovero in psichiatria….

    • Comunque, neanche siete originali… il vero, primo ed unico termine è pdiota…
      E quando si leggono le elucubrazioni di chi sta a sinistra, immagino perché abbiano votato alle primarie uno come renzie… avevano invidia di qualcun altro, così ne hanno preso uno che è pure peggio.
      Affitto casa regalato (ma siccome ha in tasca la tessera giusta, stiamo zitti), danno erariale di 2 milioni di euro (idem come sopra), ha i ministri che fanno casa-ministero (500 metri) in auto blu (idem come sopra) ed i capigruppi in parlamento che vanno a far la spesa all’Ikea con l’auto e la scorta gentilmente offerta dai cittadini, e via così…
      Ah, poi, i 4 miliardi della MPS spariti nelle tasche di qualcuno.
      eh beh certo, poi gli idioti sono altri…
      Politica economica e fiscale: zero, solo tasse (anche i sassi sanno che in crisi economica non bisogna aumentare le tasse… ma qui pare che l’intelligenza di chi governa sia inferiore a quella dei sassi).
      Politica sociale: zero (i nostri cittadini che hanno sempre pagato sono senza soldi, non hanno aiuti ma, in compenso, aiutiamo chi andiamo a prendere in mare… una vergogna.. e l’europa ci prende per il c**o perché gli stati aderenti, alle frontiere, li respingono. Ed è sufficiente aver studiato un minimo di diritto comunitario, o prendere uno bravo e farselo spiegare – magari pagandolo di tasca propria, per capire il perché).
      Politica industriale: zero (infatti, non esiste ad oggi – ed i famosi 100 giorni sono passati in chiacchiere – nessun piano di sviluppo).
      Politica del lavoro: zero (job act approvato, risultati? disoccupazione crescente, giovanile al 43%… e se la colpa è di chi è venuto prima, beh… ricordo un 29% per il quale i pdioti chiedevano le dimissioni del governo… stando a quel parametro, ora, cosa dovremmo fare col governo?)
      Politica migratoria: zero (80.000 nuovi arrivi solo nel 2014… poco meno di una città come Sesto San Giovanni. Ma chi paga per assisterli? per dar loro un lavoro? in compenso non si è ancora visto un pdiota essere proattivo, dare il buon esempio, ed accoglierli in casa propria).
      Sicurezza: zero (-1,5 miliardi alle forze di polizia, in compenso 8 euro al giorno ai detenuti, indulti continui – è il terzo da quando governano i pidioti… e poi parlano della legalità… questa sconosciuta!).
      Non siamo nemmeno capaci di farci valere in Europa… parlavano di culoni (ed è oggettivamente vero che lo sia) e poi non ci si scandalizza per l’inglese di uno che vuol fare il capo del governo… “ddddd… scisc…. marketing end commercials opportunity for…. dddd… ehm…”… “oh, come si dice?”… “it’s the time of lunch… ehm… is very important for politician of italy”….
      Ridicolo.

      • Ha ragione, la parola ridicolo le si addice perfettamente, perché dopo un pistolotto simile infarcito di dati e numeri a caso, una persona normale resta basita.

        • Quindi lei di definirebbe basito o ridicolo?
          i numeri non li do a caso: per esempio, il danno erariale è certificato dalla Corte dei Conti (è lì da vedere), il numero degli immigrati clandestini è consultabile bene sul sito del ministero dell’interno, i 4 mld di MPS sono certificati dai tribunali (ah, dimenticavo, i tribunali hanno ragione quando indagano gli altri, quando indagano e condannano i pd invece sbagliano e, come fanno di solito i pd – simil fascisti, vanno purgati).
          Probabilmente lei è abituato a vivere nell’invenzione dei numeri, ma i 12500 euro annui di canone di affitto regalati sono realtà (e non mi riferisco né a Scajola né a Galan, bensì all’ex sindaco di Firenze).
          Rimanga basito, intanto i suoi kompagni le rubano il portafoglio… e lei ne è pure contento, lo fa per la causa…
          E’ famosa la barzelletta: “kompagni, scoglionatevi lungo la ferrovia!”… zac… “contrordine kompagni, è scaglionatevi lungo la ferrovia!”…
          questo chiarisce il senso critico ed il realismo di chi sta da quella parte…

          • Sergio Andreani dice:

            E’ un piccolo idiota, non te la prendere…

          • come te

          • Grazie Tony i veri idioti si distinguono sempre !

          • Io mi definisco basito e non sto li ad elencare numeri scopiazzati in giro, solo per una parte però, perché sono andato a vedere tutti quelli relativi alla sua parte e di ladrocini e furberie ce ne sono a iosa anche li, di certo non siete immacolati perchè al mulino ci siete andati anche voi e vi siete infarinati, quindi eviti di parlare a vanvera!!

Articoli più letti di oggi