Sociale

I corsi “salvavita” approdano al Pirellone: Lega Nord presenta un progetto di legge

Formare persone sulla conoscenza delle “tecniche salvavita” creando una rete virtuosa di soggetti in grado di intervenire tempestivamente in maniera corretta. Questo il progetto di legge della Lega Nord.

regione lombardia legge lega nord manovre salvavita massimiliano romeo

Formare persone sulla conoscenza delle “tecniche salvavita” creando una rete virtuosa di soggetti in grado di intervenire tempestivamente in maniera corretta. Questo il progetto di legge della Lega Nord presentato ieri, 23 luglio, al Pirellone.

L’obiettivo – ha spiegato il capogruppo leghista in regione Massimiliano Romeo – è quello di creare una rete virtuosa di soggetti in grado di intervenire tempestivamente in maniera corretta. La nostra proposta prevede che Regione Lombardia istituisca una premialità sia nei bandi che nell’erogazione di contributi alle scuole materne e dell’infanzia che istituiscono percorsi formativi sulle tecniche salvavita al personale docente, non docente e alle famiglie. Oggi la maggioranza degli insegnanti non conosce queste semplici manovre. Inoltre non vi è tra i cittadini la capacità di intervenire in presenza di queste emergenze, nonostante le manovre corrette da effettuare siano estremamente semplici e riuscirebbero a risolvere la situazione nel 98% dei casi.

Romeo ha spiegato che a spingere la Lega su questo progetto sono state alcune associazioni, tra cui la ‘Salvagente Monza’, associazione il cui scopo è, tra i molti altri, quello di organizzazione e diffondere delle nozioni di primo soccorso, di riconoscimento delle grandi urgenze, dell’approccio e alla gestione dell’arresto cardiaco sia in età adulta che in quella pediatrica. Il presidente dell’associazione Mirko Damasco, ha voluto sottolineare il fatto che “in Italia ogni anno muoiono 60.000 persone per arresto cardiaco improvviso e in media ogni settimana muore un bambino per ostruzione delle vie aeree.”

 

commenta