20 Settembre 2021 Segnala una notizia
Bersani ad Arcore: "Un filino, lo abbiamo smacchiato...il giaguaro"

Bersani ad Arcore: “Un filino, lo abbiamo smacchiato…il giaguaro”

12 Luglio 2014

“Un filino, lo abbiamo smacchiato… “. Ironizza Pierluigi Bersani a poche centinai di metri dalla residenza di Silvio Berlusconi. “Lo dico piano piano, ma guardate come è ridotto”.

Questo è stato uno degli acuti dell’ex segretario del Partito democratico che era in visita ieri in Brianza. Prima ha fatto tappa a Besana Brianza alla grande festa del Pd che raggruppa circa dieci comuni, poi il passaggio a Triuggio, dove la sinistra ha ottenuto una vittoria storica alle ultime elezioni con Pietro Cicardi e infine, la cena e la serata, le ha passate alla festa democratica di Arcore di fronte a Villa San Martino.

Apparso in ottima forma, Bersani ha ringraziato la Brianza per l’accoglienza calorosa che gli ha riservato. E lui ha ricambiato dimostrandosi molti disponibile ad ascoltare chi lo avvicinava e chi gli chiedeva di scattare una foto ricordo assieme.
“Una comunità politica deve volersi un po’ bene – ha commentato – o no?!”

E l’ex segretario ha ascoltato con molta attenzione la questione della Knorr Bremse messa in evidenza dall’accorato intervento di Luca Carzaniga della Rsu dell’azienda. “Una realtà dove gli utili crescono, non vuole lasciare a casa la metà del suo personale (107 su 203, ndr) – ha spiegato il sindacalista – Dobbiamo far cambiare i piani industriali, ma per farlo c’è bisogno dell’intervento della politica a qualsiasi livello, locale e nazionale”. Bersani allora lo ha avvicinato a sé e ha chiesto spiegazioni in privato sulla situazione. Qualche cenno tra i due, poi è iniziato il comizio. Non prima che Piero Tieni sottolineasse: “Il partito democratico deve essere il partito dei lavoratori”.

Un fiume in piena, l’ex segretario (ma che molti in modo affettuoso continuano a chiamare “segretario”, ndr),  che ha ripercorso le tappe che hanno portato il Pd a vincere le ultime elezioni europee e amministrative. “Quale Renzi o Bersani? Oggi non c’è nessuna divisione: dobbiamo lavorare per costruire il collettivo che sopravviva agli individualismi. Basta alle personalizzazioni, ai sondaggi giorno per per giorno: oggi tutti assieme dobbiamo costruire il partito riformista del secolo. Se 10 anni fa non avevamo neanche gli occhi per piangere, oggi, per esempio, in Brianza governiamo la maggioranza dei comuni. – e poi la battuta con il suo accento emiliano – E’ vero ci manca Concorezzo, e stiamo lavorando per prenderci la Regione, ma poco a poco arriviamo anche lì”.

Bersani oltre a ironizzare sul fatto che alla fine “Il giaguaro … un filino lo abbiamo smacchiato”, lancia un affondo al Movimento Cinque Stelle: “Come Partito Democratico abbiamo il dovere di trattenere  i pentastellati sul terreno democratico, perchè hanno preso un po’ da destra, un po’ da sinistra e si sa dove vanno finire certi movimenti. A suo tempo io feci notare come stessero usando un linguaggio fascistiode, non fascista, e tutti mi stigmatizzarono. Adesso non più”.

Ad ascoltare Bersani poi, e a cenare con lui prima, (per la cronaca l’ex segretario ha preferito le costine e il vino rosso, alla pasta con le vongole e il vino bianco, ndr)   il sindaco di Arcore, la renziana Rosalba Colombo, il segretario di Monza, Pietro Virtuani, l’onorevole Roberto Rampi, il consigliere regionale Enrico Brambilla e il segretario cittadino Piero Tieni.

A cena Bersani ha scherzato coi commensali e ha raccontato di quando lo stavano portando in ospedale e che non riusciva a non “vedere da fuori la situazione. Ricordavo chi era stata nominato come dirigente di quel nosocomio. Facevo tutta una serie di considerazioni che in quei concitati momenti mi davano tranquillità e coraggio, perchè le scelte fatte sono sempre state giuste”.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Matteo Riccardo Speziali
Chi sono? Matteo Riccardo Speziali, una vita nel cercare di scoprirlo (chi sono) e nel frattempo il raccontare fatti, il ricercare notizie mi tengono molto occupato. Scrivo da sempre e nel 2008 sono tra i soci fondatori di MB News che dirigo. Quando non scrivo (e non dirigo),mi piace leggere, soprattutto gialli, mi piace cucinare (e mangiare) e mi piace correre. Se avete qualche bella storia da raccontarmi o se volete denunciare un fatto chiamatemi 039361411


Commenti

  1. Sergio Andreani dice:

    Semmai il Giaguaro lo ha smacchiato Renzi,caro Bersani, adoperando lo stesso strumento di Berlusconi : l’ affabulazione e le promesse a vanvera.

    Strumento che funziona in modo direttamente proporzionale alla ignoranza di una popolazione.Meglio se mediterranea anzichè mitteleuropea.
    I popoli del Nord ai miracoli non ci credono più dai tempi di Martin Lutero e fanno anche a meno delle reliquie, tanto care ai terroni.

    Se fosse per te , saresti ancora davanti a quel cazzaro di Grillo a farti insultare in streming.

    P.S. : Guardati dall’ ira dei servi.Quando gli italioti capiranno quello che già sanno, ossia che Renzi e solo un cialtrone, avrete qualche problema molto serio da risolvere.

    Cercate anche di rubare un po’ meno : tra il compagno Greganti a Milano ed il compagno Orsoni a Venezia, fate veramente schifo.

    Dimenticavo il compagno Errani che avete invitato a non dimettersi.

    Complimenti !

    • Intanto aspettiamo come va con Maroni e poi rideremo ancora una volta, perché tra diamanti, lauree false, intascamento vario di denaro…ecc…ecc la lista è comunque lunga non avete molto da stare allegri anche voi, bevete pure l’ acqua del Po che vi purifica… forse

      • Sergio Andreani dice:

        Si, certo.

        Noi beviamo l’ acqua del po : tu quella dei cessi.

        Intanto di processi dopo oltre due anni non ne sono ancora stati fatti.

        Cosa aspettano ?

        Le prossime Elezioni politiche ?

        Anche se Maroni avesse segnalato 2 persone ha fatto bene : quando si governa si scelgono le persone vicine al proprio movimento, altrimenti a governare possiamo pure metterci i magistrati.

        I magistrati in effetti , di soldi pubblici non ne sprecano, come pure i Prefetti, vero ?

        Tu continua a credere a tutte le scemenze che trovi sui giornali, come il famoso Yacht di Riccardo Bossi che non era suo.

  2. io ormai ho capito solo una cosa che qui non si puo’ fare affidamento su nessuno..che sia di destra di sx o di centro la musica e’ sempre la stessa..il loro imperativo non e’ aiutare ma rubare …il paese e’ nella cacca…piu’ totale e ancora non se ne vede via d’uscita..ma avete provato a cercare lavoro?qui in brianza che era il motore portante di una nazione non ti prendono piu’ neanche a pulire i cessi..se poi sei italiano sei pure discriminato..meglio far lavorare un extra comunitario in nero e sottopagato che almeno subisce e sta zitto..e noi italiani invece dobbiamo metterci in coda al collocamento o da equitalia per farci ratealizzare le cartelle che non riusciamo a pagare per colpa di questi politici che non sono stati capaci neanche di garantirci il lavoro..
    si continuano ad aiutare le banche che invece andrebbero tutte chiuse.. la loro funzione principale e cioe’ quella di essere isitituti di credito ..funzione che pero’ non viene piu’ svolta dato che ormai i mutui e i prestiti li concedono solo a chi i soldi li ha gia’ ..quindi cosa stanno aperte a fare?
    vi dico solo una cosa…mi e’ bastato mandare 2 righe ad equitalia per ottenere di pagare a 100 euro al mese una cartella che mi era rimasta indietro e non perche’ non volessi pagarla ma perche’ il lavoro mi e’ calato e mi trovata in difficolta’..sapete che invece la banca con la quale lavoro da 20 anni mi ha negato ill finanziamento?e io dovrei continuare a mandar su soldi per questa gentaglia?vogliamo ricordare il monte dei paschi?chi ha tappato il loro buco?
    e i soldi del mose?dove sono finiti?questi ci strozzano con le loro manovrine ,con le tasse ..ti mangiano la casa ,ti tolgono il lavoro e poi sono i primi a sprecare i soldi o a rubarli..ma dico..se tutto questo non e’ assurdo allora cos’e’?
    odio questo stato che mi ha tolto il sonno la notte e che non mi da alcuna certezza del futuro..vado avanti con quel poco di lavoro che mi rimane perche’ non ho proprio alternative e vi garantisco che non e’ facile..ma sono sicura solo di una cosa che dovessi vivere ponendo fiducia su questa gente sarei gia’ in mezzo ad una strada gia’ da tempo..
    vergogna tutti…

  3. “Lo dico piano piano, ma guardate come è ridotto”…ma ti sei visto ? Bersani….ma va a cagare va !

  4. la “renziana” Rosalba Colombo ?!?!?!…hahahahahaha….una più vecchia mentalmente ( oltre che arrogante e saccente ) di Costei non c’è ! Ma non fatemi ridere….hahahahahaha

    • La Colombo e Caglio erano Bersaniani di ferro, alle precedenti primarie gettavano fango su Renzi; adesso hanno fatto il salto sul carro del vincitore, in attesa del prossimo cambiamento di casacca e di bandiera…

  5. Slobodan Rockefeller dice:

    quelli che mi fanno più schifo al cazzo sono i giovani presenti ad incontro del genere. mi fanno schifo.

Articoli più letti di oggi