27 Settembre 2021 Segnala una notizia
Allevi e Scanagatti scrivono a Renzi per salvare l'ufficio scolastico

Allevi e Scanagatti scrivono a Renzi per salvare l’ufficio scolastico

28 Luglio 2014
allevi-dario-mb

Dario Allevi

Una lettera per salvare l’ufficio scolastico provinciale. Il presidente della Provincia, Dario Allevi, e il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, hanno scritto al presidente del Consiglio e al ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, per evitare la cancellazione.

Secondo indiscrezioni, l’ufficio potrebbe essere assorbito da Milano, privando così Monza e la Brianza di un servizio decentrato essenziale: il territorio conta 130 mila studenti e 670 strutture. Dal momento che tutte le funzioni previste dalla legge vengono svolte dal’ufficio locale, Allevi e Scanagatti chiedono il trasferimento da Milano dei codici meccanografici, grazie ai quali è possubile gestire direttamente l’organico.

Roberto Scanagatti

Roberto Scanagatti

“Stiamo vivendo una situazione di forte disagio e sconcerto – ha dichiarato Allevi – Siamo di fronte a continuo e sistematico stillicidio di notizie ed atti circa la presunta chiusura o accorpamento dell’ufficio Scolastico Territoriale di Monza con quello di Milano. Stiamo parlando di un servizio frontale fondamentale e necessario diventato un punto di riferimento”.

Stessa lunghezza d’onda per Scanagatti: “Chiediamo solo che venga mantenuto ciò che già esiste – ha aggiunto il primo cittadino -. Si tratta solo di trasferire i codici, un fatto meramente burocratico che può essere portato a termine a costo zero”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Commenti

  1. MassimoC dice:

    Questa non l’ho capita: il decreto Del Rio mirava a sopprimere la parte “politica” delle province, quindi giunte, consiglieri, portaborse, smartphone, auto blu ecc.
    NON I SERVIZI!
    Con che diritto vogliono accentrare a Milano? Solo noi o anche le altre province? A che gioco giocano?

  2. Cristina dice:

    Vi segnalo che anche l’on. Roberto Rampi si è occupato della spinosa vicenda presentando un’interrogazione parlamentare: http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=21431&stile=6&highLight=1

Articoli più letti di oggi