23 Settembre 2021 Segnala una notizia
Agrate, St-Micron: sciopero di un'ora per part-time e riassunzioni

Agrate, St-Micron: sciopero di un’ora per part-time e riassunzioni

14 Luglio 2014

Un’ora di sciopero davanti ai cancelli di St-Micron ad Agrate Brianza per i lavoratori delle due aziende. I lavoratori St chiedono a gran voce la difesa del part-time. Micron chiede invece l’assunzione degli ultimi 17 lavoratori in St.

Due richieste sindacali diverse ma accomunate dalla vicinanza delle due aziende che condividono spazi e destinati incrociati. In St a finire sotto la lente di ingrandimento sono i contratti part-time: ad oggi ci sono 205 persone che usufruiscono di st-sciopero-part-timequesto tipo di contratto, la maggior parte delle quali donne che vogliono conciliare lavoro e cura dei figli. Sul totale dei lavoratori St, rappresentano il 5%: “Dal primo settembre tre lavoratrici dovranno interrompere il loro part-time e lavorare su tre turni full-time – ci spiegano Stefano Sanvito e Sargio Mariani, Rsu Fiom – L’azienda ha deciso unilateralmente di non superare il 5% dei contratti part-time e quindi da settembre inizieranno gli stop. La nostra richiesta è che si alzi la soglia al 7% evadendo quindi subito le richiesta di 20 lavoratori oggi in attesa, per la maggior parte madri. Così non si concilia la vita-lavoro di cui tanto si parla”.

Tra gli scioperanti anche tre donne, tutte in part time, che dal 31 dicembre vedranno chiudersi il proprio contratto, tornando al full-time. Beatrice Missaglia ha 2 figli di 2 e 10 anni e facendo un part-time notturno riesce a conciliare lavoro e famiglia. Ma anche Maria Carriò  e Francesca Missaglia, sono riuscite fino ad oggi ad avere cura dei loro figli continuando a lavorare: “Il nostro part-time non crea squilibri sui turni del nostro comparto e non capiamo quindi perchè si voglia mettere st-sciopero-presidioquesto limite massimo”.

Problemi anche alla Micron dove dopo l’accordo dello scorso 9 aprile, avrebbe già dovuto chiudersi con il ricollocamento di 170 lavoratori Micron in St: “St ha inviato a 170 lavoratori Micron la lettera di richiesta di assunzione – ci spiega Cosimo Ciminelli, Rsu Fiom Micron – 17 di questi hanno rifiutato avendo trovato nel frattempo un altro lavoro. Da quel momento St non ha più preso in considerazione di richiamare altri 17 lavoratori, di fatto fermandosi a 153 assunzioni. Queste 17 posizioni mancanti potrebbero essere “recuperate” dalle 48 persone ancora oggi in cassa integrazione, 30 delle quali con il profilo adatto al ricollocamento. Per questo abbiamo chiesto al ministero dello Sviluppo economico di fare pressione su St per una decisione in merito”.

Mercoledì 16 in confindustria a Monza ci sarà un incontro fra i vertici sindacali e l’azienda per decidere sulla questione.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Commenti

  1. Giuseppe dice:

    La protesta è strumentale, ad esclusivo interesse della parte sindacale. ST è attenta alle esigenze delle persone, mamme comprese, ma semplicemente, come qualsiasi azienda simile, non può permettersi di avere un numero eccessivo di persone a turni con contratto part-time. Vorrei sapere quale altra azienda ha pure introdotto schemi specifici di part-time per lavoratori a turno…..

  2. Leonardo Gennaro dice:

    Caspita..volevo portargli il mio curriculum ma leggendo queste cose mi sono demoralizzato

Articoli più letti di oggi