20 Aprile 2021 Segnala una notizia
L’esperto risponde. Lavoro interinale in ospedale: ho diritto alle 150 ore per studiare?

L’esperto risponde. Lavoro interinale in ospedale: ho diritto alle 150 ore per studiare?

9 Giugno 2014

Buonasera,
lavoro in un ospedale pubblico come O.S.S., ma sono assunta a tempo indeterminato da un’agenzia di somministrazione. Dopo un’interruzione di qualche anno, vorrei riprendere l’università per terminare gli studi. Ho diritto anche io alle cosiddette 150 ore?

Giovanna T., 37 anni, Desio

Gentile Giovanna,
secondo me sì, e ti spiego perché darei questa interpretazione alla normativa vigente in materia. Il nostro primo riferimento è il CCNL delle agenzie per il lavoro, applicato dal tuo datore di lavoro (l’agenzia, appunto). L’art. 16, dedicato proprio al diritto allo studio, recita così: “I lavoratori in somministrazione, anche a tempo determinato, hanno diritto di usufruire dei permessi per la frequenza di corsi di studio secondo le modalità previste dai contratti collettivi applicati nelle aziende utilizzatrici ove prestano l’attività lavorativa”. La tua “azienda utilizzatrice” è un’azienda ospedaliera, che applica, quindi, il CCNL della sanità pubblica. In questo caso il riferimento è l’art. 22 del CCNL integrativo 1998/2001 (tuttora vigente): “Ai dipendenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato – si legge – sono concessi appositi permessi retribuiti, nella misura massima di 150 ore individuali per ciascun anno e nel limite massimo del 3% del personale in servizio a tempo indeterminato presso ciascuna azienda all’inizio di ogni anno”. Questi permessi, tra le altre cose, sono concessi anche per la partecipazione a corsi di studio universitari.

Simone Cereda – Segretario generale NIdiL CGIL Monza e Brianza.

Scrivi a: esperto [email protected]

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Simone Cereda
Simone Cereda – Segretario generale NIdiL CGIL Monza e Brianza. 36 anni, nel sindacato dal 2005, prima come delegato dei lavoratori precari di un Comune, poi a tempo pieno, sempre in NIdiL, la categoria della CGIL che si occupa di lavoro atipico. Giornalista professionista (ma mai al New York Times, purtroppo), una laurea in Storia dell’Europa Orientale conseguita per passione, senza pensare al lavoro. Un figlio di quasi 4 anni e una bella famiglia allargata (in tutto siamo a quota 6).


Articoli più letti di oggi