Quantcast
Profumo di mare in cucina: medaglioni di rana pescatrice - MBNews

Profumo di mare in cucina: medaglioni di rana pescatrice

Era da tanto tempo che volevo preparare qualcosa di insolito per la mia dolce metà, che le ricordasse il profumo del mare...

rana pescatrice foto di roberto bozza

Era da tanto tempo che volevo preparare qualcosa di insolito per la mia dolce metà, qualcosa che le ricordasse il profumo del mare…
La rana pescatrice (o coda di rospo) è un pesce dalla polpa priva di lische e dal sapore delicato, che ben si presta a numerose preparazioni.
Abbinata alla dolcezza del lardo ed al sapore forte dei porri potrete gustare al meglio la sua carne pregiata.
Ingredienti (per due persone)
– 2 filetti di rana pescatrice (400 gr. circa)
– un porro
– 8 fette di lardo (possibilmente di Colonnata)
– vino bianco secco
– burro
Tempo: 45 minuti
Difficoltà: media
Preparazione
Per prima cosa lavate i filetti di rana pescatrice e togliete la dorsale. Dividete quindi le due fettine a metà ottenendo così dei medaglioni intorno ai quali andrete ad arrotolare una fetta di lardo (in alternativa potreste usare della pancetta). Ultimata questa operazione, lavate bene il porro, eliminate la parte verde e sfogliatelo scartando le parti più esterne e dure. Mettetelo quindi a lessare per cinque minuti in acqua bollente e quando si sarà ammorbidito stendetelo su un tagliere.
Una volta che si sarà intiepidito, arrotolatelo intorno ai medaglioni come avete fatto in precedenza con il lardo e legate il tutto con del comune spago da cucina.
Quando tutti gli involtini sono pronti, rosolateli velocemente in una padella in cui avrete fatto sciogliere in precedenza una noce di burro e sfumate con del vino bianco, lasciando che il lardo rilasci il proprio grasso senza farlo bruciare. Trasferite quindi il tutto in una teglia e ripassate in forno a 180° per circa 15 minuti con il liquido ottenuto.
Servite gli involtini ben caldi, spolverandoli con un trito di erba cipollina, e gustateli accompagnandoli con delle bollicine italiane.
Cin cin! E buon appetito…
(Foto di Roberto Bozza)
Più informazioni
commenta