Quantcast
Monza, via Manzoni allagata: il comune punta il dito contro le Ferrovie dello Stato - MBNews
Attualità

Monza, via Manzoni allagata: il comune punta il dito contro le Ferrovie dello Stato

Dopo l'allagamento di venerdì notte, l'amministrazione Scanagatti vuole risposte dalle Ferrovie dello Stato. Esiste una correlazione tra il guasto e le vibrazioni causate dalle lavorazioni nel tunnel ferroviario?

vigili-del-fuoco-mezzo-5-mb

Dopo l’allagamento di venerdì notte, l’amministrazione Scanagatti vuole risposte dalle Ferrovie dello Stato. Il Comune chiederà nelle prossime ore a RFI e ad Acsm-Agam di accertare se esiste una correlazione tra il guasto e le vibrazioni causate dalle lavorazioni nel tunnel ferroviario.

Questa delle vibrazioni è una delle ipotesi che potrebbero aver portato alla rottura del tubo dell’acqua avvenuta nel cuore della notte di venerdì. Il ripristino della condotta è avvenuto in tempi fulminei, ma oggi oltre alla conta dei danni la giunta Scanagatti vuole andare a fondo e capirne le cause.

La perdita consistente di acqua della condotta pubblica situata in via Manzoni, a Monza, tra le vie Locatelli e Cavallotti aveva causato anche il blocco parziale del traffico ferroviario, che proprio lì sotto transita grazie ad una galleria. Tunnel che proprio in questi mesi sta subendo dei lavori per essere allargato. Già diverse segnalazioni era giunte alla amministrazione per  segnalare l’aumento delle vibrazioni che in alcuni casi arrivano fino ai piani alti dei palazzi. In alcuni casi gli amministratori di condominio si erano mossi per far uscire degli esperti e misurare se quanto accade sia nella norma o meno.

Dopo il fattaccio di venerdì notte, la perdita d’acqua ha causato molti disagi in quanto per riparare il tubo interessato la via Manzoni è stata chiusa al traffico per qualche ora e contemporaneamente è anche stata interrotta l’erogazione dell’acqua nella zona interessata fino a metà mattina, il comune pretende delle risposte dalle Ferrovie.

Non solo, anche in seguito alle segnalazioni di residenti della zona, aveva già chiesto nei giorni scorsi a RFI la disponibilità a partecipare a un incontro pubblico per illustrare i progetti di adeguamento della tratta ferroviaria.

commenta