12 Novembre 2019 Segnala una notizia
Monza, via Manzoni allagata: il comune punta il dito contro le Ferrovie dello Stato

Monza, via Manzoni allagata: il comune punta il dito contro le Ferrovie dello Stato

25 Maggio 2014

Dopo l’allagamento di venerdì notte, l’amministrazione Scanagatti vuole risposte dalle Ferrovie dello Stato. Il Comune chiederà nelle prossime ore a RFI e ad Acsm-Agam di accertare se esiste una correlazione tra il guasto e le vibrazioni causate dalle lavorazioni nel tunnel ferroviario.

Questa delle vibrazioni è una delle ipotesi che potrebbero aver portato alla rottura del tubo dell’acqua avvenuta nel cuore della notte di venerdì. Il ripristino della condotta è avvenuto in tempi fulminei, ma oggi oltre alla conta dei danni la giunta Scanagatti vuole andare a fondo e capirne le cause.

La perdita consistente di acqua della condotta pubblica situata in via Manzoni, a Monza, tra le vie Locatelli e Cavallotti aveva causato anche il blocco parziale del traffico ferroviario, che proprio lì sotto transita grazie ad una galleria. Tunnel che proprio in questi mesi sta subendo dei lavori per essere allargato. Già diverse segnalazioni era giunte alla amministrazione per  segnalare l’aumento delle vibrazioni che in alcuni casi arrivano fino ai piani alti dei palazzi. In alcuni casi gli amministratori di condominio si erano mossi per far uscire degli esperti e misurare se quanto accade sia nella norma o meno.

Dopo il fattaccio di venerdì notte, la perdita d’acqua ha causato molti disagi in quanto per riparare il tubo interessato la via Manzoni è stata chiusa al traffico per qualche ora e contemporaneamente è anche stata interrotta l’erogazione dell’acqua nella zona interessata fino a metà mattina, il comune pretende delle risposte dalle Ferrovie.

Non solo, anche in seguito alle segnalazioni di residenti della zona, aveva già chiesto nei giorni scorsi a RFI la disponibilità a partecipare a un incontro pubblico per illustrare i progetti di adeguamento della tratta ferroviaria.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Matteo Riccardo Speziali
Chi sono? Matteo Riccardo Speziali, una vita nel cercare di scoprirlo (chi sono) e nel frattempo il raccontare fatti, il ricercare notizie mi tengono molto occupato. Scrivo da sempre e nel 2008 sono tra i soci fondatori di MB News che dirigo. Quando non scrivo (e non dirigo),mi piace leggere, soprattutto gialli, mi piace cucinare (e mangiare) e mi piace correre. Se avete qualche bella storia da raccontarmi o se volete denunciare un fatto chiamatemi 039361411


Articoli più letti di oggi

Monza, pulizia d’autunno al deposito veicoli abbandonati della polizia locale

Negli anni sono stati accatastati 33 fra autoveicoli e motocicli e 29 biciclette che nessuno a ha rivendicati. Saranno demoliti

Incendio al castello di Sulbiate: arrestata l’autrice del rogo

E' finita in manette l'autrice dell'incendio al castello di Sulbiate: si tratta di una donna italiana, impiegata, residente nella periferia ovest di Milano. Il movente è passionale.

Addio al giudice Giuseppe Airò: era da 40 anni in servizio al Tribunale di Monza

E' deceduto oggi il giudice del Tribunale di Monza Giuseppe Natalino Airò. Sessantotto anni, dagli anni Ottanta in servizio a Monza. Era da alcuni mesi assente dal lavoro per problemi di salute.

Concorezzo, violenta lite tra due donne fuori da un locale: una finisce in ospedale

Violenta lite tra due donne di nazionalità ecuadeoregna, a Concorezzo, fuori da un locale. Una delle due ha avuto la peggio ed è finita in ospedale in codice giallo.

Sequestrati 4500 prodotti per la casa e la scuola: denunciato il proprietario del negozio

Sequestrati 4500 prodotti contraffatti per la scuola e per la casa: a individuarli in un negozio di Concorezzo, una pattuglia della Guardia di Finanza. Il titolare dell'esercizio, un cittadino 40enne di etnia cinese, è stato denunciato a piede libero.