Quantcast
Gli atleti della Scherma Desio protagonisti al trofeo Renzo Nostini - MBNews
Sport

Gli atleti della Scherma Desio protagonisti al trofeo Renzo Nostini

Si è conclusa per Scherma Desio la cinquantunesima edizione del Trofeo Renzo Nostini, Campionato Italiano Under-14, appuntamento culmine della stagione sportiva.

scherma-desio-luca-aglio

Si è conclusa per Scherma Desio la cinquantunesima edizione del Trofeo Renzo Nostini, Campionato Italiano Under-14, appuntamento culmine della stagione sportiva.

Mercoledì 30 aprile, hanno difeso i colori societari Marco Maiocchi, Gabriele Pagani e Fabio Turri, in pedana nell’affollatissima prova dei i Giovanissimi (12 anni) di Fioretto Maschile, con quasi 200 partecipanti. Marco ottiene una sola vittoria nel girone all’italiana, vincendo poi la prima eliminazione diretta che gli vale l’accesso ai 128: poteva andare meglio,

Fabio Turri

Fabio Turri

con meno timidezza in pedana. Gabriele conquista due vittorie nel turno eliminatorio e perde poi la prima diretta, restando fuori dal tabellone dei 128: ancora qualche cocciutaggine di troppo per Gabriele, che ascolta con difficoltà i consigli dei maestri a fondo pedana. Fabio Turri salta invece di diritto il primo turno di eliminazione diretta, grazie alle 4 vittorie conquistate in girone. Vinto anche l’assalto per i 64, incontra poi il numero uno in graduatoria, poi terzo classificato alla fine della gara. Nonostante la differenza fisica di statura, Fabio non sembra per nulla intimorito dall’avversario e vende cara la pelle, dimostrando fino in fondo lucidità e autocontrollo. Sconfitto quindi onorevolmente per i 32, è buon 56esimo in classifica finale ed esce a testa alta dalla prova.

Caterina Villani, tra le Giovanissime di Fioretto Femminile, ottiene tre belle vittorie nel girone, ma si ferma poi alla diretta per i 64: una crescita lenta ma costante la sua, cui manca ancora un po’ di coraggio per segnare il passo più importante.

Venerdì 2 maggio è stata invece la volta degli sciabolatori Simone Ciotta e Samuel Di Pasquale, rispettivamente impegnati nelle prove Allievi (14 anni) e Ragazzi (13 anni). Simone parte bene con due vittorie nel girone, concentrato ed efficace, ma poi lo coglie un blackout improvviso, che non gli consente di andare oltre al 55° posto nella classifica parziale dopo il primo turno. Si riscatta bene alla seconda diretta, che passa agevolmente, ma si ferma poi per i 32 con una gara che lascia l’amaro in bocca perché, con qualche fragilità in meno, Simone avrebbe potuto molto di più. Samuel nel girone subisce l’emozione della suo primo Campionato Italiano e non va oltre la prima diretta, ma ha individuato alcuni punti su cui lavorare, specie nella maturità con cui affrontare l’impegno agonistico.

Infine, sabato 3 maggio, Luca Aglio manca di poco i 32 nella categoria Allievi di Fioretto Maschile. Le quattro vittorie nel girone sono un buon ingresso nel tabellone, ma la scherma di Luca sin dal mattino appare un po’ troppo macchinosa e pesante. Saltata la prima diretta per i 128, soffre un po’ in quella per i 64, anche se va in crescendo e dimostra sempre una presenza tecnica e mentale al limite del venir meno. E’ quello che succede, infatti, nel difficile scontro per i 32, dove è tecnicamente superiore all’avversario e pur partendo male riesce a rimontare per volgere il punteggio a suo favore prima della pausa dopo la prima manche. L’avversario è visibilmente in crisi e chiede l’intervento del medico per un malessere. Luca, alla ripresa dell’assalto, pur tirando molto bene e riuscendo in azioni che fino allo scorso anno non facevano parte del suo repertorio, non riesce a gestire completamente la situazione dal punto di vista mentale e la vittoria gli sfugge così di mano per 15-13. Un peccato, ma anche lo stimolo a migliorarsi per ottenere ciò che ancora gli spetta.

 

fonte: ufficio stampa Scherma Desio

commenta