01 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Villasanta "smart city". Inaugurato il punto di ricarica per i veicoli elettrici

Villasanta “smart city”. Inaugurato il punto di ricarica per i veicoli elettrici

9 Aprile 2014

Villasanta sperimenta soluzioni da vera “smart city”. Dopo la messa in funzione della casa dell’acqua, ieri è stato mosso un altro significativo passo avanti verso la sostenibilità ambientale. Alle ore 10 è stato inaugurato il punto di ricarica per i veicoli elettrici.

La colonnina, finora una delle poche in Brianza, si trova in piazza Europa proprio accanto alla casa dell’acqua. Gli altri punti più vicini nella zona sono a Busnago, presso il centro commerciale “Globo”, e a Monza.

Il tempo di ricarica va da mezz’ora a quattro ore e si possono percorrere fino a 200 km. La colonnina sarà a disposizione dei cittadini e sarà fruibile gratuitamente con l’utilizzo di una tessera da richiedere presso il comune. L’istallazione della colonnina fra l’altro non ha gravato sulle casse comunali, grazie al recente accordo tra l’amministrazione e il global service municipale.

Soddisfatto l’assessore all’Ambiente Riccado Confalonieri: «Piazza Europa sta diventando un punto strategico per i cittadini. La casa dell’acqua ha raggiunto i 13000 litri erogati e ora, con la colonnina per i veicoli elettrici, vogliamo fare di Villasanta un paese “smart” ecosostenibile».  Accanto a lui al taglio del nastro anche l’assessore alla Cultura ed Istruzione Massimo Casiraghi.

Villasanta dunque un «modello virtuoso» in Brianza, così la pensa l’assessore provincia Martina Sassoli: «Un esempio positivo di attenzione e responsabilità piena delle amministrazioni comunali del territorio nel realizzare progettualità efficaci sul fronte della tutela e del miglioramento della qualità ambientale». Presente durante la prima ricarica anche il villasantese nonchè assessore provinciale alla Pianificazione territoriale, Cristiano Crippa.

Per l’occasione sono state invitate tre classi della scuola media “Enrico Fermi” che, insieme ai loro insegnanti hanno colto l’opportunità per una buona lezione di scienze.

E.S.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Commenti

  1. Stefano Selidori Elidori dice:

    ok ok, va bene, ma siamo alle solite: nuova tessera da richiedere previa iscrizione e che funziona solo da loro, in una singola specifica colonnina.
    qualcuno ne ha contate in Italia una trentina…

    • Stefano Selidori Elidori dice:

      Non solo.
      Apprendo ora che è solo per i Villasantesi.
      Ma che senso ha?
      Se uno abita lì ha il punto di ricarica a casa (se non ce l’ha non si prendere un’auto elettrica).

      Inoltre, signor Confalonieri, vero che l’installazione della colonnina è gratis, ma la sua gestione?
      La raccolta dati utenti?
      LE tessere?
      La gestione delle smarrite, perse, rubate?
      Il database ed il software che la gestiscono?
      La sicurezza su questi dati?

      Ma perchè ogni comune fa LA SUA card solo per se?
      E poi si dice di accorpare le province per ridurre i costi, qua ogni comune fa a se!

      Ed è impossibile -da possessore di auto elettrica di Milano- avere tutte le tessere di tutti!

  2. MassimoC dice:

    Ma, a parte i tassisti che possiedono quasi tutti la Toyota Prius, quanti saranno coloro che hanno un’auto elettrica? A quanti servono veramente queste colonnine? Al punto di ricarica c/o l’Iper di Monza io non ho mai visto nessuno, e ci vado praticamente tutti i sabati mattina.
    Gli incentivi per le auto non inquinanti vanno presi in ben altra sede: a Roma, al governo centrale. Soltanto con una precisa scelta governativa possono essere abbassati i costi di queste auto e, quindi, far decollare la mobilità sostenibile. La quale deve prevedere anche lo smaltimento, altrimenti ogni periferia della città, col malcostume degli itagliani, si riempirebbe di batterie esauste.
    Diversamente, rimarrà sempre un settore di nicchia, ma molto di nicchia, visti i costi della Prius, che interesserà solo la lobby dei tassisti e qualche sporadico idealista.
    L’impiantare a livello locale queste colonnine, a me sa tanto di soldi buttati.

    • Ogni opinione è lecita e rispettabile. Faccio solo presente che la colonnina inaugurata a Villasanta non è costata un solo centesimo alle casse pubbliche, grazie all’accordo tra il Comune e il nostro global service. Saluti! Riccardo Confalonieri, Assessore all’Ambiente.

Articoli più letti di oggi