21 Settembre 2021 Segnala una notizia
Mega truffa: sposa un cubano ma continua a incassare pensione del marito defunto

Mega truffa: sposa un cubano ma continua a incassare pensione del marito defunto

15 Aprile 2014

Morto il marito, si era rifatta una vita con un giovane cubano, al quale aveva poi giurato eterno amore nel 2008, presso l’ambasciata italiana a L’Avana. Peccato però, si fosse “dimenticata” di notificarlo all’Inps, continuando a percepire la pensione del primo marito, fin quando l’operazione “Callida Vidua” (vedova astuta), dei finanzieri di Seveso, non l’ha incastrata.

La protagonista della vicenda, una sessantenne brianzola, è accusata di aver truffato l’Inps per 120.000 di euro. Le indagini dei militari della Tenenza di Seveso hanno infatti permesso di scoprire che nel 2008 la donna aveva deciso di sposarsi nuovamente all’estero. Le nozze, con un giovane cubano, sono state celebrate presso l’Ambasciata italiana a L’Avana. La circostanza, però, non era stata volutamente comunicata dall’interessata all’Inps, perché ciò le avrebbe fatto perdere il diritto ad incassare la pensione del defunto primo marito. In questo modo la signora è riuscita a farsi accreditare dall’istituto, per oltre cinque anni, 120 mila euro.

I finanzieri di Seveso, coordinati dalla dott.ssa Giulia Rizzo, Sostituto Procuratore della Repubblica di Monza, hanno denunciato per truffa aggravata la donna.

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi