22 Settembre 2021 Segnala una notizia
Monza, Lega Nord: "Niente strisce in corso Milano? Un fallimento per la città"

Monza, Lega Nord: “Niente strisce in corso Milano? Un fallimento per la città”

22 Aprile 2014

Un passaggio utilizzato da centinaia di pendolari ogni giorno ma che, a detta dell’assessore alla Sicurezza di Monza Paolo Confalonieri, è stato necessario eliminare per questioni di sicurezza. Sono trascorsi circa 5 mesi da quando le strisce pedonali in Corso Milano, angolo via Cairoli, sono state rimosse per incentivare l’utilizzo del sottopasso eppure ancora se ne parla.

Simone Villa

Simone Villa

La discussione questa volta ha varcato la soglia del palazzo comunale di piazza Trento e Trieste con l’interrogazione presentata in aula giovedì, 17 aprile, dal capogruppo della Lega Nord, Simone Villa: «La decisione di eliminare le vecchie strisce in corso Milano per incentivare l’utilizzo dei sottopassi pare essere, dopo un buon numero di settimane di “prove sul campo”, un esperimento che non sarebbe azzardato definire fallimentare. – spiega Villa – E’ infatti possibile osservare ad ogni ora del giorno quanto la nuova disciplina degli attraversamenti non venga rispettata dalla quasi totalità dei pedoni e abbia aggiunto nuove incertezze e difficoltà per automobilisti e motociclisti che, soprattutto in orario di punta e in presenza di forte traffico, si vedono costretti a brusche frenate per evitare di urtare chi comunque attraversa».

Secondo il consigliere del Carroccio proprio la cancellazione delle strisce avrebbe paradossalmente reso più temerari e incauti i comportamenti dei pedoni che, sapendo che auto e moto non sono più tenute a rallentare e fermarsi per lasciarli attraversare, spesso si buttano letteralmente in mezzo alla carreggiata tentando la sorte ed esponendo se stessi e gli altri a notevoli rischi”. Che la situazione in corso Milano sia dunque destinata a tramutarsi in un continuo via vai di pedoni in superficie perchè restii al sottopasso? «Chiedo ora all’amministrazione se è una sua intenzione, come propongo, di ripristinare gli attraversamenti pedonali di superficie».

E VOI COSA NE PENSATE? DITECI LA VOSTRA

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Commenti

  1. Darkkest dice:

    Bel ragionamento di minchia, siccome è pieno di dementi che non vogliono usare un sottopasso allora rimettiamo le strisce…come se gli automobilisti si fermassero più volentieri vedendo delle strisce.

    • Massimo B. dice:

      beh, vedendo le strisce sarebbero obbligati a fermarsi. Anch’io sarei per ripristinare le strisce pedonali, Affrontare tutti gli ostacoli che ci sono sul tragitto del lavoro (quando c’è) è frustrante a volte. Dovremmo solo abituarci a rispettare la segnaletica come viene fatto all’estero, altrimenti non ne verremo più a capo. E’ come dire, togliamo i parchetti di quartiere perchè sono mal frequentati. Mi sembra un ragionamento che ci fa solo arretrare.

      • Darkkest dice:

        Le strisce NON sono sicure, perlomeno in italia, è inutile girarci intorno. Quindi se preferisci sperare che quello strano essere che prende il posto degli umani quando si siedono dietro un volante rinsavisca e la smetta di guidare come un coglione con 4 grammi di cocaina in corpo e mentre manda gli sms all’amante fai pure.

        Io preferirei un sottopasso, li hanno fatti anche per i rospi che venivano stirati attraversando la strada nel periodo di riproduzione. E indovina un po’? I rospi hanno imparato ad usarli, gli umani no. Trai le tue conclusioni.

        • Hai ragione ma dato che i pedoni non rispettano le regole del codice, basterebbe mettere dei divieti di attraversamento pedonale così se vengono schiacciati peggio per loro!!

          • massimo b. dice:

            quindi pensiamo che l’homo sapiens non è per niente sapiens e sta regredendo anzichè elevarsi? è una prospettiva che non accetto. abituiamoci a rispettare le regole se pensiamo di esserci civilizzati!

        • invece di parlare a caso, lo sai che il sottopasso C’è GIà a 30 metri dal luogo “contestato ? prima di parlare..usare il cervello

          • Darkkest dice:

            Infatti io mi riferivo proprio a quel sottopasso, altrimenti di che cazzo stavo parlando?
            Dai la tua figura di merda anche per oggi l’hai fatta, domani magari impara a leggere e poi scrivi.

  2. Mariella dice:

    Hanno tolto l’attraversamento pedonale che era una vita che c’era, ne hanno messo un’altro a 100m con semaforo a chiamata che il pedone deve aspettare un’infinità di tempo prima che diventi verde,, per cui attraversa con il rosso, inoltre il punto in cui l’hanno messo non è di utilità di attraversamento come quello che hanno tolto che conduce in via Cairoli… per me hanno fatto una doppia cavolata: dovrebbero ripristinare questo attraversamento (eventualmente con semaforo), e togliere l’altro eventualmente. Ricordiamoci che tutti prima siamo pedoni e poi automobilisti! Era ormai da moltissimi anni, che per legge non scritta ad entrambi i 2 attraversamenti pedonali senza semoforo tutte le auto si fermavano dando precedenza ai pedoni senza problemi, Da quando hanno introdotto queste modifiche non si capisce più niente ed il pericolo sia per i pedoni che per gli automobilisti è aumentato!!!

Articoli più letti di oggi