Attualità

Monza, dove la primavera non arriva. La discarica abusiva che nessuno pulisce

Come si è arrivati a questa situazione? E, sopratutto, perché nessuno si adopera? MB News ne ha parlato 12 mesi fa, per la prima volta, e già allora era arrivata la promessa di intervento, disattesa.

monza_discarica_università

Figli di una primavera minore? Chissà. Ma intanto, mentre il weekend appena trascorso ha visto 2000 volontari rimboccarsi le maniche per restituire una Monza più linda nelle consuete “Pulizie di Primavera”, tra aiuole, muri e scuole da tirare a lucido, la discarica abusiva dietro l’ingresso del Pronto Soccorso dell’ospedale di Monza, a poche decine di metri dalla sede distaccata dell’Università Bicocca, si mantiene intonsa. Il sindaco Scanagatti ha definito l’edizione appena trascorsa delle “Pulizie di Primavera” «Un successo di partecipazione e di impegno civico che riproporremo ancora». Quello che nessuno propone, però, è di mettere mano al degrado che fa capolino indisturbato da mesi, in una delle intersezioni della mai partorita Sp6, e che si allarga a macchia d’olio e che con l’arrivo del caldo rischia di trasformarsi in una vera e propria emergenza.

E se oggi la stampa ricorda – giustamente – il nobile sforzo dei cittadini monzesi – molti i bambini che si sono armati di pazienza e di “olio di gomito” – e ritrae membri dell’amministrazione della città capoluogo posare sorridenti per le consuete foto di rito, nel weekend, in quel della “terra di nessuno” tra ospedale e università, solo cornacchie nere e pesanti, che si sono posate sui resti di un frigorifero o di una lavatrice, oppure tra vetri rotti, divani, ingombri, sacchetti della spazzatura, avanzi di cibo, pile, giornali, tende da campeggio, plastica, polistirolo e vestiti.

Come si è arrivati a questa situazione? E, sopratutto, perché nessuno si adopera? MB News ne ha parlato 12 mesi fa, per la prima volta, e già allora era arrivata la promessa di intervento, disattesa.

 

commenta