05 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Monza, dove la primavera non arriva. La discarica abusiva che nessuno pulisce

Monza, dove la primavera non arriva. La discarica abusiva che nessuno pulisce

8 Aprile 2014

Figli di una primavera minore? Chissà. Ma intanto, mentre il weekend appena trascorso ha visto 2000 volontari rimboccarsi le maniche per restituire una Monza più linda nelle consuete “Pulizie di Primavera”, tra aiuole, muri e scuole da tirare a lucido, la discarica abusiva dietro l’ingresso del Pronto Soccorso dell’ospedale di Monza, a poche decine di metri dalla sede distaccata dell’Università Bicocca, si mantiene intonsa. Il sindaco Scanagatti ha definito l’edizione appena trascorsa delle “Pulizie di Primavera” «Un successo di partecipazione e di impegno civico che riproporremo ancora». Quello che nessuno propone, però, è di mettere mano al degrado che fa capolino indisturbato da mesi, in una delle intersezioni della mai partorita Sp6, e che si allarga a macchia d’olio e che con l’arrivo del caldo rischia di trasformarsi in una vera e propria emergenza.

E se oggi la stampa ricorda – giustamente – il nobile sforzo dei cittadini monzesi – molti i bambini che si sono armati di pazienza e di “olio di gomito” – e ritrae membri dell’amministrazione della città capoluogo posare sorridenti per le consuete foto di rito, nel weekend, in quel della “terra di nessuno” tra ospedale e università, solo cornacchie nere e pesanti, che si sono posate sui resti di un frigorifero o di una lavatrice, oppure tra vetri rotti, divani, ingombri, sacchetti della spazzatura, avanzi di cibo, pile, giornali, tende da campeggio, plastica, polistirolo e vestiti.

Come si è arrivati a questa situazione? E, sopratutto, perché nessuno si adopera? MB News ne ha parlato 12 mesi fa, per la prima volta, e già allora era arrivata la promessa di intervento, disattesa.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Andrea Meregalli
Ho sempre sognato di scrivere una biografia in terza persona singolare, ma ora mi vergogno. E allora Andrea Meregalli, classe 1984, vivo con Isabella e Arturo Bandini, giornalista pubblicista e lettore professionista con una passionaccia [cit.] per la letteratura latinoamericana del novecento, faccio alcune cose male tra cui giocare a backgammon e suonare l'ukulele, mi piacciono il jazz e il calcio, il poker e la mitologia norrena, i whisky e la filosofia greca antica. Soprattutto mi piacciono i libri, cartacei come digitali. Mi trovate su Twitter, su Facebook (poco) e su Finzioni Magazine.


Commenti

  1. Gino Pistone dice:

    Storia vecchia e sempre piu’ incomprensibile. Da qualunque lato la si consideri, di assoluta vergogna. Per l’incivilta’ di chi butta, per un’amministrazione che se ne frega, o peggio che dice di non aver mezzi a sufficenza in una delle citta’ piu’ ricche d’Italia, non solo di capitali ma evidentemente anche di evasori. Forse hanno ragione i napoletani a bruciarli, cosi’ qualcuno poi arriva per forza. Magari sotto la casa degli “assesori al decoro”.

  2. Vlado Rudic dice:

    ennesima dimostrazione che PD e FI sono la stessa identica cosa. la stessa identica medesima cosa. non c’è alcuna differenza. dell’ambiente se ne fottono.

    • marchi demetrio dice:

      Riuscire a buttare in politica anche la spazzatura è classico di chi pensa
      che “sono tutti uguali”. Non siamo tutti uguali e quei dementi che buttano la spazzatura per strada lo dimostrano.

      • Vlado Rudic dice:

        siete la stessa identica cosa. basta guardare il numero degli indagati in questo governo o la brambilla salvata dal PD.

        poi scusa chi è che si deve occupare di una discarica abusiva presso la nostra bella se non l’amministrazione comunale?

        scommetto che sei del PD o SEL comunque, perchè solo gli appartenenti a questi squallidi partiti si offendono se gli dici che sono uguali a silvio.

        • Darkkest dice:

          Si offendono ma intanto si siedono al tavolo con lui e con verdini…la crème de la crème come si suol dire….

          • Vlado Rudic dice:

            è per questo motivo che piddioti e sellini mi fanno intimamente persino più schifo di leghisti e forzisti. loro non solo te la mettono in culo e rubano rubano rubano, no, loro pretendono pure di essere meglio degli altri. roba da matti.

      • Darkkest dice:

        Come del resto i dementi, politicamente trasversali, che se ne fottono dei rifiuti abbandonati specialmente sulle zone di confine tra i comuni, e si rimpallano la competenza come i bambini.

        E intanto i rifiuti stanno lì. Però poi “che figata le iniziative dei cittadini che a gratis sistemano dove le amministrazioni latitano”.
        Un conto è il senso civico, un altro prendere per il culo la gente.

    • pincopallino dice:

      Eh daje, sempre la stessa solfa, ma non avete proprio nulla di sensato da scrivere non so.. qualche proposta… noo non è possibile con un cervello vuoto non si può!

  3. MassimoC dice:

    Articolo giustissimo.
    L’iniziativa del Comune è lodevole, ma è proprio dove c’è sporco che bisogna operare, non dove c’è giusto qualche volantino pubblicitario buttato per terra.
    Il Comune ne tenga conto nella prox edizione.

  4. Sergio Andreani dice:

    Non capite nulla.
    Quei rifiuti non vengono rimossi per far sentire di più i Rom a loro agio.

  5. ma io dico, ma quanto costa mandare un camion della nettezza urbana e caricare tutto? se servono i 5 euro della benzina ve li metto io…

  6. laura f. dice:

    nessuna novità per chi vive qui in periferia (quartiere sant’albino). da sempre dobbiamo subire gli accampamenti rom e la sporcizia che ne consegue, le discariche loro e di tanti cittadini incivili che non si curano di alcuna primavera. consiglio una passeggiata nel verde delle vie sardegna, bande nere, botticelli, offelera….con una giornata di sole resterete amareggiati nel vedere tanta bellezza rovinata da strade dissestate e rifiuti ovunque

Articoli più letti di oggi