30 Novembre 2020 Segnala una notizia
Monza, brutto il materasso abbandonato nel parco! Rifiuti en plein air

Monza, brutto il materasso abbandonato nel parco! Rifiuti en plein air

7 Aprile 2014

Fine settimana di primavera, parco di Monza preso d’assalto, come da prassi, niente di nuovo. È il weekend delle pulizie di primavera, oltre 2000 volontari per pulire il capoluogo brianzolo. Tutto molto bello. Meno bello, invece, è che qualcuno confonda le pulizie con il nascondere e che cerchi un angolo del parco per abbandonare addirittura un materasso, così, en plein air. Un cestino dei rifiuti, l’ultimo della grande area verde difronte all’entrata dell’Autodromo, una massa biancastra appoggiatavi contro: un materasso.
Che riposi proprio lì la coscienza civica di qualcuno?

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Andrea Meregalli
Ho sempre sognato di scrivere una biografia in terza persona singolare, ma ora mi vergogno. E allora Andrea Meregalli, classe 1984, vivo con Isabella e Arturo Bandini, giornalista pubblicista e lettore professionista con una passionaccia [cit.] per la letteratura latinoamericana del novecento, faccio alcune cose male tra cui giocare a backgammon e suonare l'ukulele, mi piacciono il jazz e il calcio, il poker e la mitologia norrena, i whisky e la filosofia greca antica. Soprattutto mi piacciono i libri, cartacei come digitali. Mi trovate su Twitter, su Facebook (poco) e su Finzioni Magazine.


Commenti

  1. Sergio Andreani dice:

    Sarà di qualche Rom : che cosa avete contro i Rom che riposano nel Parco ?
    Le tradizioni dei nomadi vanno rispettate : altrimenti scatta la Legge Mancino.
    Ricordatevelo !

    • Francesco dice:

      Certo che il razzismo fa risultare la gente ridicola… commento assurdo e senza senso.
      Per me c’è solo un idiota che ha abbandonato il suo materasso. Non so da dove venga e a quale cultura appartenga e onestamente non mi interessa.
      Dare automaticamente colpa ad un gruppo di persone vuol dire essere sicuri che altri gruppi non siano capaci di fare altrettanto. Io non metto la mano sul fuoco per nessuno. Neanche per noi brianzoli.

      • Davide dice:

        Francesco la tua analisi non fà una piega tranne con il dare del razzismo perchè si accusano i Rom o gli extracomunitari. Concordo che la maleducazione e l’inciviltà esiste ovunque ma,dammi retta, noi Italiani dobbiamo essere meno “coglioni” nel darci-accusarci di razzismo per qualsiasi cosa….gli altri ci prendono per il culo,ridono e ci fregano grazie a questa “moda” nostrana.

        • Francesco dice:

          Crederci superiori agli altri: questo ci rende delle macchiette!
          Se ci si tiene lontani dai luoghi comuni, si resta più facilmente nel campo della ragione.
          Io dico solo che c’è un idiota che al parco, e molti altri altrove, ha abbandonato un materasso perché era troppo faticoso portarlo in discarica. Ci sono un sacco di idioti che non leggono gli opuscoli delle aziende di smaltimento rifiuti e quindi sono ancora convinti che per buttare in discarica un rifiuto ingombrante bisogna pagare. Ci sono idioti che non sanno che con una telefonata ci si può accordare per il ritiro di rifiuti se non sia ha un mezzo per trasportarli.
          Insomma, c’è in giro un sacco di gente ignorante, incivile, cafona, strafottente e prevaricatrice. Onestamente non mi interessa sapere in quali categorie sono più presenti certi comportamenti.

          • Davide dice:

            Appoggio il tuo commento

          • Sergio Andreani dice:

            Invece a me interessa :qualcuno afferma che si tratti della categoria degli zingari piagnoni….
            Qualcuno, non io , ovviamente…

        • MassimoC dice:

          l’inciviltà esiste ovunque
          Frase sicuramente vera, così come è vero che l’inciviltà aumenta con l’aumentare della radiazione solare. Probabilmente si troverà un materasso abbandonato anche in Svezia, a patto di scandagliare l’intero territorio di quella nazione, mentre sotto il Garigliano è sufficiente percorrere una decina di metri per trovarne uno.

      • Sergio Andreani dice:

        In effetti anche quando in città arrivano carovane di nomadi brianzoli, la gente si mette le mani nei capelli e chiude a chiave le case.
        Particolarmente moleste sono le etnie canturine e comasche, per non parlare di quelli provenienti dalla Valle del Pegorino : lasciano rifiuti ovunque , rubano nelle case e chiedono l’ elemosina in modo insistente e minaccioso,soprattutto se parcheggi l’automobile vicino agli ospedali..
        Stop nomadi brianzoli a Monza !

    • Renzo Mattei dice:

      ma è vero che berresti il seme di salvini

  2. dietro l’ospedale come sapete c’e’ di peggio ..e non sono Rom a lasciare i rifiuti li..ma lissonesi e monzesi “padani”..quindi come vedete l’ignoranza e lo squallore dell’italiano medio e’ di gran lunga la peggiore..non a caso votate il partito unico del buttare i veleni nei fiumi, del cementificare ovunque senza ritegno alcuno…a chi ha lasciato il materasso un caloroso vaffa..e ai Rom e a chi li fa entrare un poderoso kick in the ass

    • MassimoC dice:

      Abbi pazienza, ma prima dimmi i cognomi di chi butta nelle discariche abusive, poi te lo dico io se sono lissonesi, monzesi e “padani” come dici tu….

Articoli più letti di oggi