21 Settembre 2020 Segnala una notizia
Micron: i lavoratori dicono sì all'accordo. Soddisfatta anche la dirigenza

Micron: i lavoratori dicono sì all’accordo. Soddisfatta anche la dirigenza

16 Aprile 2014

Plebiscito da parte dei lavoratori Micron che lunedì e martedì hanno votato l’accordo siglato lo scorso 9 e 10 aprile al ministero dello sviluppo economico. A Vimercate ed Agrate i voti favorevoli sono 409, quasi il 97% del totale.

Se prima del voto qualche dubbio poteva aleggiare, dopo la votazione di ieri sono totalmente spariti: oltre alla percentuale brianzola, anche in Campania e Sicilia, seppur non in modo clamoroso, i consensi sono arrivati al 70% portando la media a livello nazionale all’87%.

“Abbiamo ricevuto un consenso netto dai lavoratori che hanno trovato l’accordo ragionevole – afferma Gigi Redaelli, segretario Fim Cisl – oggi abbiamo spedito a Roma il documento firmato dando di fatto il via all’iter. Non sappiamo ancora quando partirà la cassa integrazione e i conseguenti trasferimenti in St e reintegri in Micron: molto probabilmente si andrà dopo il ponte di Pasqua, forse al 5 maggio”.

L’accordo passato dai voti dei dipendenti prevede: delle 419 posizioni a rischio, si devono togliere 14 persone che in questi mesi hanno lasciato l’azienda. Ai 405 rimasti vanno tolte 85 persone che Micron non licenzierà più (ancora da decidere la suddivisione sui tre siti di Agrate, Catania e Arzano). Se ci saranno disponibilità, l’azienda è pronta a trasferire 102 dipendenti, di cui 62 all’estero e 40 in Italia con un incentivo una tantum di 30mila euro.

STMicroeletronics assumerà 170 unità di cui 82 ad Agrate, 41 a Catania e 17 ad Arzano. Dal conto mancano 30 persone, per cui l’azienda deve ancora decidere: molto probabilmente ad Agrate verranno assorbiti altri 10 posti. Per la mobilità volontaria l’azienda ha aumentato le mensilità passando dagli iniziali 18 mesi ai 28 messi sul tavolo ieri sera.

La cassa integrazione che durerà 12 mesi, sarà a rotazione trimestrale e con una importante integrazione alla stipendio di 500 euro ogni mese: chi andrà in ST invece, nell’attesa del passaggio, prenderà l’assegno di cassa più 200 euro di integrazione ogni mese e 2500 euro al passaggio da Micron a ST.

“Nelle prossime settimane capiremo quante persone sono decise a lasciare l’azienda e prendere l’incentivo – afferma Redaelli – come sindacato monitoreremo che i patti siano rispettati in ogni punto, soprattutto nella rotazione della cassa integrazione e nell’integrazione allo stipendio”.

Soddisfazione anche da parte dell’azienda e da Raimondo Castellucci, Senior Director of General Administration di Micron Semiconductor Italia, che ha dichiarato: “In questa delicata vertenza, abbiamo potuto toccare con mano il forte impegno del Governo, dei sindacati e dell’azienda nel trovare una soluzione favorevole nell’interesse della Micron e dei lavoratori coinvolti. La microelettronica è un settore molto dinamico, in cui le imprese devono essere pronte ad affrontare in tempi rapidi cambiamenti significativi per restare competitive nel lungo periodo. E’ perciò fondamentale sviluppare strategie che vedano il contributo di tutti gli stakeholders coinvolti: aziende di settore, sindacati e istituzioni a livello nazionale e locale.  L’accordo appena raggiunto è una dimostrazione della capacità di lavorare insieme per costruire soluzioni efficaci nell’interesse di tutti.”

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Commenti

  1. Sempre la stessa storia in Italia, Azienda in crisi, paga chi lavora

Articoli più letti di oggi

Grande Fratello Vip, Fausto Leali “colpisce ancora”: polemica per una frase razzista

Il cantante lesmese, concorrente del GF VIP, continua a fare parlare di sé.

Incidente mortale in Valassina, arrestato il pirata della strada

L'autore del sinistro, invece che prestare soccorso, è scappato a piedi. Mentre era diretto verso la propria casa gli uomini della caserma di Muggiò lo hanno individuato e arrestato.   

Anche a Lesmo studente positivo al Covid19. In Lombardia in quarantena 39 classi

L'Ats ha creato delle corsi preferenziali per effettuare il tampone. 5 sono in Brianza.

Referendum, la Brianza alla urne. Alle ore 23 di domenica affluenza del 39,68%

Oggi, domenica 20 settembre, e domani lunedì 21, brianzoli, e non solo, sono chiamati alle urne per esprimere il proprio voto al referendum del taglio dei parlamentari.

Ville Aperte in Brianza: ecco le iniziative di Cesano Maderno

A Cesano porte aperte per Palazzo Arese Borromeo: in programma visite guidate, spettacoli e concerti.