20 Aprile 2021 Segnala una notizia
Lavoro iterinale: è possibile interrompere un contratto a tempo determinato se si trova qualcosa di meglio?

Lavoro iterinale: è possibile interrompere un contratto a tempo determinato se si trova qualcosa di meglio?

15 Aprile 2014

La Cgil è quotidianamente impegnata alla difesa di diritti che non vengono riconosciuti e che spesso non si conoscono. Spesso si sente parlare di lavoro iterinale e ci si domanda: è possibile interrompere un contratto di lavoro a tempo determinato se si trova qualcosa di meglio?

Ecco la riposta dell’esperto Simone Cereda.

Buongiorno,

Lavoro presso un’azienda metalmeccanica, assunto con un contratto di somministrazione a tempo determinato da un’agenzia per il lavoro. Dopo anni di precarietà, ho finalmente trovato un impiego a tempo indeterminato, offertomi da un’altra ditta che mi chiede di entrare in servizio prima possibile. Il mio contratto con l’agenzia, però, scade il prossimo 31 maggio. Come devo comportarmi?

Andrea R., 41 anni, Biassono.

Gentile Andrea,

il Contratto collettivo nazionale di lavoro applicato dalle agenzie di somministrazione (peraltro da poco rinnovato) prevede la possibilità, per il lavoratore, di rescindere anticipatamente un contratto a tempo determinato. Il lavoratore è tenuto a comunicare preventivamente il recesso anticipato del contratto all’agenzia, dando un preavviso così calcolato (art. 36 del CCNL per la categoria delle Agenzie di somministrazione di lavoro – Roma, 27 febbraio 2014): 1 giorno di preavviso ogni 15 di missione residua. Nel tuo caso, quindi, ipotizzando di iniziare a lavorare nella nuova azienda il prossimo 2 maggio, e quindi un mese prima della scadenza del contratto con l’agenzia, il preavviso sarebbe di 2 giorni lavorativi. Il mancato preavviso può essere trattenuto dall’agenzia alla cessazione del contratto.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Simone Cereda
Simone Cereda – Segretario generale NIdiL CGIL Monza e Brianza. 36 anni, nel sindacato dal 2005, prima come delegato dei lavoratori precari di un Comune, poi a tempo pieno, sempre in NIdiL, la categoria della CGIL che si occupa di lavoro atipico. Giornalista professionista (ma mai al New York Times, purtroppo), una laurea in Storia dell’Europa Orientale conseguita per passione, senza pensare al lavoro. Un figlio di quasi 4 anni e una bella famiglia allargata (in tutto siamo a quota 6).


Commenti

  1. Ciao, complimenti per l’articolo. Molto chiaro e sintetico. Ho una domanda da farti: potresti spiegarmi questa frase? “missione residua non ancora effettuata”. Volevo sapere con questa frase si intende solo i giorni lavorativi (es 5gg a settimana) o tutti i giorni compresi sabato e domenica.

    • Simone cereda dice:

      Per “missiore residua si intendono i giorni di calendario mancanti alla cessazione naturale del contratto, non soltanto quelli lavorativi.
      Per giorno di preavviso, invece, si intende un giorno lavorativo, non il primo di calendario disponibile dall’inizio del preavviso stesso.
      SC

  2. merilin palermo dice:

    e se il contratto scade tra tre giorni, e mi arriva un’offerta di lavoro vantaggiosa, posso dare le dimissioni con effetto immediato?

Articoli più letti di oggi